17°

29°

pm10

Qualità dell'aria: quella brutta cappa

Ricevi gratis le news
17

E' sufficiente il colpo d'occhio: quelle caselle arancioni tratte dal sito regionale di Liberiamo l'aria sono infatti il segnale dei numerosi sforamenti del Pm10 (un inquinante pericoloso per le nostre vie respiratorie).

Nella stazione di rilevamento Parma Montebello siamo arrivati a 63 sforamenti (il limite è 35). Come si vede, e come raccontanto quotidiani e tg nazionali, stiamo certamente parlando di una male comune. Da affrontare al più presto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luciano

    21 Dicembre @ 17.54

    Anzichè spendere soldi per piste ciclabili che pochi utilizzano, specie d'inverno, l'amministrazione dovrebbe puntare a incentivare il risparmio energetico, Isolare gli appartamenti(ci sono ancora condimini senza il doppio vetro nelle finestre.....), cambiare caldaie obsolete e trasformare le auto a benzina o gasolio a metano. Solo così possiamo contrastare le bizzarrie del meteo.

    Rispondi

    • filippo

      22 Dicembre @ 00.22

      Sarei curioso Luciano di sapere dove ha preso i dati sull'utilizzo delle ciclabili di Parma, spero che non si limiti ad osservarle dalla vetrina di un bar....Personalmente ritengo che le ciclabili Lungoparma, tangenziale sud / università via Emilia est e ovest andrebbero raddoppiate, perché già in inverno bisogna andar piano causa traffico di bici. In estate poi conviene stare in strada perché altrimenti si va a 5 all'ora. Poi invece se si vuole documentare sul pm 10 le consiglio Wikipedia perché al Bar gira voce che le cause dell' aria inquinata sarebberp l'inceneritore o i riscaldamenti..o gli allevamenti intensivi....invece io temo che sia colpa soprattutto del trasporto privato, sarà che siamo il paese più motorizzato d' Europa? Non so, domani provo a chiedere al mio barista.

      Rispondi

      • Luciano

        22 Dicembre @ 14.06

        Non so quale bar frequenti, ma se ti limiti a quelli del centro è normale che vedi una gra folla. Se fai un giro nelle ore di punta in viale Vittoria o vial Rustici, in questi giorni di ciclisti ne vedrai ben pochi, spacciatori a parte.... Se si vuole veramente ridurre l'inquinamento, bisogna uscire dall'inutile contrapposizione bicicletta contro automobile, in caso contrario sono solo chiacchere da bar. Hai provato ad accompagnare i figli a scuola e poi in piscina e poi a casa, e nel frattempo tornare al lavoro, il tutto in bicicletta?

        Rispondi

    • salamandra

      21 Dicembre @ 18.15

      Esattamente il contrario di quello che va fatto... La maggioranza del PM10 è prodotta dal traffico. Intervenire sul risparmio energetico quindi è meno utile (con questo non dico che sia inutile, anzi) ma occorre proprio intervenire subito sul traffico. E come se non intervenendo su mezzi pubblici e incrementando il traffico ciclabile? Passo raramente da via Montanara ma da quando c'è la pista ciclabile che esce dall'Università vedo regolarmente ciclisti che la usano anche d'inverno (mica centinaia ma quasi sempre uno o due sì). Quindi sì alle piste ciclabili. Sì a incrementare il trasporto pubblico. Ma anche sì a disincentivare l'uso del mezzo proprio (senza proibirlo). Come? Riducendo i parcheggi e restringendo alcune strade che ora sembrano piste da corsa.

      Rispondi

      • Filippo

        22 Dicembre @ 00.30

        Il tuo commento è sottosopra, come la tua firma. Uno o due ciclisti che usano la ciclabile la rendono la soluzione? Ridurre i parcheggi e restringere le strade? Tu hai respirato troppa polvere sottile...

        Rispondi

        • salamandra

          22 Dicembre @ 09.05

          No, ho semplicemente letto come fanno nel nord europa. Funziona là e non escludo possa funzionare qui anche quando le uniche argomentazioni sono quelle dell'insultare come nel tuo caso.

          Rispondi

        • Filippo

          22 Dicembre @ 11.24

          Dove leggi un insulto? Devi essere ipersensibile... Ma non lucido, perché se presumi di applicare metodiche restrittive, adottate in paesi che non solo hanno una morfologia diversa dalla pianura padana, ma anche alternative di mobilità pubblica completamente agli antipodi, esprimi solo dell'aria fritta. Di che cosa stiamo parlando, quando mio figlio deve aspettare sempre il passaggio del secondo autobus, perché il primo è troppo pieno per salire?! Prima si dà alla gente alternative valide per gli spostamenti essenziali, poi si discute di soluzioni restrittive.

          Rispondi

        • salamandra

          22 Dicembre @ 13.59

          Ok, dai proponi tu una soluzione. Su fatti avanti grande mente lucida...

          Rispondi

        • Filippo

          22 Dicembre @ 14.42

          Io non ce l'ho, ma non spaccio come geniali quelle utilizzate altrove, senza rendermi conto della loro inapplicabilità, stanti le attuali condizioni qui e ora...

          Rispondi

      • sindaco

        21 Dicembre @ 18.53

        spero che le ultime frasi di questo commento siano uno scherzo. altrimenti, vada a dire alla società autostrade di fare una sola corsia alternata. se si fermano le auto, le si fermano dappertutto, autostrada compresa. punto. basta ingiustizie.

        Rispondi

        • filippo

          22 Dicembre @ 00.15

          No caro Sindaco nessuno scherzo. La cura dimagrante s'ha da fare. Aggiungo se mi permettete che in alcune città hanno iniziato a smantellare le infrastrutture viarie sopraelevate. Dove c'è un sovrappasso si torna al semplice incrocio o rotatoria. Si disincentiva automaticamente l'auto perché solo rendendola sconveniente in termini di tempo di percorrenza/ costo si riesce a limitare. Saluti.

          Rispondi

        • Filippo

          22 Dicembre @ 12.06

          Forse parli di realtà in cui c'è la metropolitana, altrimenti anche le linee terrestri pubbliche come autobus e filobus verrebbero irrimediabilmente rallentate e la "geniale" soluzione perderebbe qualsiasi ipotetica utilità. Ma qui piace parecchio copiare soluzioni europee, inapplicabili senza adeguare anche i sistemi di trasporto pubblici: si mischiano le mele con le pere e si passa da grandi ambientalisti...

          Rispondi

        • salamandra

          21 Dicembre @ 22.22

          Sto parlando della città escludendo ovviamente le tangenziali. E non sto parlando di fermare nessuno ma di disincentivare che è cosa differente. Ma sai leggere?

          Rispondi

  • sindaco

    21 Dicembre @ 15.09

    eh c'è l'alta pressione. Dovrebbe piovere. sì ma non troppo, se no a parte la parma gli altri fiumi torrenti rigagnoli vengono fuori e allagano tutto. Allora dovrebbe nevicare, sì ma non troppo perchè se no si sporcano le strade e nessuno vuole spendere per pulirle. Allora si dovrebbero fermare le auto, sì ma in tutta la città, eh ma poi in campagna vanno lo stesso, ma poi anche in autostrada vanno lo stesso, allora chiudiamo l'autostrada, sì ma poi i camionisti protestano e la roba non arriva o costa il doppio. Allora si dovrebbero spegnere i riscaldamenti, l'iren abbassa il teleriscaldamento a quei disgraziati che ce l'hanno e restano al freddo, sì ma poi quelli che hanno il termo autonomo mica lo abbassano. Allora bisognerebbe mandare a quel paese tutti, sì ma non c'è problema, non c'è bisogno che qualcuno ce lo dica.

    Rispondi

    • Paolo

      21 Dicembre @ 17.07

      paolo.regg@email.it

      Bravo Sindaco, nel Suo ottimo elenco ha dimenticato che bisognerebbe pure chiudere la campagna da dove viene la gran parte delle PM e tappare la fuoriuscita posteriore degli animali nelle stalle da cui emanano gas inquinanti (non è uno scherzo; è stato verificato in concreto).

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette

Harvey Weinstein

molestie e violenza

Weinstein lascia la stazione di Polizia in manette Video

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto Video

1commento

serie A

Mercato crociato: il procuratore Raiola a Parma. Balotelli al Parma? Video

allarme

Auto in fiamme in viale Vittoria: vigili del fuoco al lavoro Gallery

anteprima gazzetta

Nel carcere, cento detenuti in più alla capienza ottimale

12Tg Parma

Gli audio dei rapinatori: "Faranno un film su di noi"

Borgotaro-Imperia

La refurtiva è a fianco dell'altare: sacerdote denunciato per furto di oggetti sacri (tra cui Gorro)

COLORNO

Quel bimbo imboccato a forza fino a fargli rigurgitare tutto

COLORNO

Violenze alla materna, il giudice: «In classe un clima di terrore» Video

tribunale

Scontri Cremonese-Parma: daspo per 10 tifosi crociati

incidente

L'auto finisce fuori strada e si ribalta: un ferito a Citerna

Evento

Langhirano-Parma: sabato camminata per chiedere più sicurezza sulla Massese

12Tg Parma

Varco Ztl di piazzale D'Acquisto, nel primo mese 1.800 passaggi accertati Video

Busseto

Straziante addio alla piccola Carla

Pronto soccorso

La vita in «trincea» di medici e infermieri

Ex Eridania

Allarme: tartarughe in agonia nelle vasche del parco

2commenti

gazzareporter

"Il Parco Falcone e Borsellino maltrattato"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

ROMA

Mostro del Circeo, Izzo rivelazione choc: uccidemmo anche un ragazza veneta

roma

Scritta "Br" sul monumento a Moro e ai caduti di via Fani

SPORT

ciclismo

Impresa di Froome, nuova maglia rosa e le mani sul Giro d'Italia

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

SOCIETA'

como

Folle inversione ad U di un tir al casello Video

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv