14°

inchiesta

Parma "zero zero zero"

Inchiesta - Quanto è estesa oggi la città della droga?

Cocaina

Cocaina

Ricevi gratis le news
15

Qualche tempo fa ero rimasto colpito dalle parole, che pure mettevano nero su bianco una realtà già nota a tutti noi, del libro “Zero zero zero” di Roberto Saviano (un titolo che nasce dal gioco di parole tra la farina 00 e la polvere bianca - ovvero cocaina - più raffinata):

La coca la sta usando chi è seduto accanto a te ora in treno e l’ha presa per svegliarsi stamattina o l’autista al volante dell’autobus che ti porta a casa, perché vuole fare gli straordinari senza sentire i crampi alla cervicale. Fa uso di coca chi ti è più vicino. Se non è tuo padre o tua madre, se non è tuo fratello, allora è tuo figlio. Se non è tuo figlio, è il tuo capoufficio. O la sua segretaria che tira solo il sabato per divertirsi. Se non è il tuo capo, è sua moglie che lo fa per lasciarsi andare. Se non è sua moglie è la sua amante, a cui la regala lui al posto degli orecchini e meglio dei diamanti. Se non sono loro, è il camionista che fa arrivare tonnellate di caffè nei bar della tua città e non riuscirebbe a reggere tutte quelle ore di autostrada senza coca, […]  Il costruttore della casa in cui vivi, lo scrittore che leggi prima di dormire, la giornalista che ascolterai al telegiornale. Ma se, pensandoci bene, ritieni che nessuna di queste persone possa tirare cocaina, o sei incapace di vedere o stai mentendo. Oppure, semplicemente, la persona che ne fa uso sei tu.

Parole che mi sono tornate in mente leggendo un passaggio del comunicato con cui sabato la Guardia di Finanza ha illustrato l’operazione che ha avuto il suo centro nel Parco Ferrari ed ha portato a due arresti. Ma nel comunicato si aggiungeva che:

Nel corso dell’indagine sono stati identificati e segnalati alla Prefettura di Parma 38 persone per detenzione e consumo di droghe; si tratta per lo più di studenti, professionisti ed imprenditori parmigiani, di età compresa tra 19 e 50 anni. Tali segnalazioni potrebbero comportare, tra l’altro, la sospensione o il divieto di ottenere, in futuro, documenti personali come la patente di guida, il porto d’armi, il passaporto ecc..

E’ evidente che le 38 persone citate dalle Fiamme gialle, così come le 60 ( fra cui l’ex sindaco di Zibello) segnalate dai carabinieri in una analoga operazione di metà marzo nella Bassa sono una concreta e parziale versione parmigiana delle parole di Saviano. Cui dobbiamo anche noi senza dubbio aggiungere tante altre figure: che in questo momento sono alla guida sulle nostre strade, stanno eseguendo visite mediche o componendo  musica o scrivendo articoli di giornale ecc. ecc.

Ma è altrettanto evidente che, già nella stessa presentazione degli inquirenti, in ogni operazione antidroga questa è la parte che fa meno “notizia”, rispetto a chi viene arrestato o denunciato. L’altro dato rimane “marginale” e senza nomi: e così finiamo tutti (giornalisti compresi) per focalizzare la nostra attenzione sull’altra parte del problema. Vediamo cioè la schiera di chi, ormai perfino sotto casa per chi abita da via Trento ai viali del’Oltretorrente, spaccia letteralmente alla luce del sole (o dei lampioni: ma praticamente davanti a tutti) e identifichiamo il problema droga soprattutto o esclusivamente con loro.

Che poi, essendo il 90% dei venditori open air nordafricani, ci consente di aggiungere anche il problema droga al conto del degrado delle nostre città che molti attribuiscono soprattutto, o solamente, alla “invasione” extracomunitaria. Dimenticando appunto che dall’altra parte della bustina c’è un mondo tutto parmigiano

           VAI ALLE CIFRE E ALLA MAPPA DELLO SPACCIO

        

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bila

    12 Aprile @ 19.13

    Oggi il problema è più evidente perché gli spacciatori sono africani e neri e quindi si vedono meglio.

    Rispondi

    • the mari

      13 Aprile @ 07.35

      BEH MA SOLO DI GIORNO...

      Rispondi

  • Asterix

    12 Aprile @ 16.22

    Pienamente d'accordo con Balestrazzi questa volta ... Il clandestino esiste in città, quindi se non spaccia cosa fa smette di mangiare??? Non credo ... Come non credo che tutti quelli che la notte girano per spacciare siamo dei puri delinquenti ... Sicuramente si potesse dare loro un occupazione giustamente retribuita, buona parte di loro preferirebbe alla sera mettersi sul divano a guardare la TV con la pancia piena, come fa buna parte dei ben pensati, piuttosto che rincorrere clienti nella notte. Di possibilità di integrazione non ce ne sono, quindi o spacciano oppure dovranno trovarsi un'altra occupazione sempre nella clandestinità, chiedere l'elemosina ai semafori, scippi, furti, rapine oppure raccogliere rifiuti dentro di bidoni dell'immondizia ...

    Rispondi

    • Vercingetorige

      12 Aprile @ 18.45

      OPPURE ESSERE RIACCOMPAGNATI AL LORO PAESE , dopo aver potuto constatare di persona che , se credevano di trovare qui il Paese di Bengodi , si sono sbagliati ! Naturalmente potranno essere più difficili da convincere quelli che sono venuti qui apposta per delinquere , ma speriamo che siano pochi.

      Rispondi

  • silviococconi

    12 Aprile @ 15.28

    Mi pare esagerato oltrechè oltraggioso nei confronti della maggioranza delle persone "non-addicted" affermare che "siamo tutti un pò drogati" e siamo portati a farne uso per vincere lo stress, che c'è sempre stato e le persone sane lo combattono in maniera corretta, magari ammalandosi di psicosi, ma senza fare uso di droghe sintetiche ! ... Questo articolo è puro terrorismo sociale !

    Rispondi

    • 12 Aprile @ 15.43

      REDAZIONE - In effetti lo sarebbe. Se avessi scritto ciò che dice lei. In realtà io ho riportato un passaggio di un libro di Saviano (e questo al limite sarebbe terrorismo suo) e notizie di cronaca documentate così come le tre righe della Guardia di Finanza. A meno che lei non voglia accusare di terrorismo anche le Fiamme gialle. E se le serve per ristabilire la media, le posso assicurare che il sottoscritto non ha mai neppure provato una "canna". Credo, però, che non vada sottovalutata la diffusione del fenomeno, senza la quale sarebbe difficile giustificare uno schieramento imponente come quello che ogni sera (e non solo la sera) va "in campo" da via San Leonardo a viale dei Mille. Senza contare tutti coloro che guadagnano alle spalle dei pusher da strada. Non conosco grandi business che non si accompagnino a grandi consumi, se non per i beni di lusso. E la droga (starei per aggiungere "purtroppo") non lo è da tempo

      Rispondi

      • the mari

        12 Aprile @ 17.37

        Vabeh dai Balestrazzi se ha riportato Saviano o lo ha fatto perchè ne condivide le parole o lo ha fatto per criticarle, non mi dica che lei prende frasi a caso di chicchesia e poi le pubblica senza un nesso con quanto vorrebbe rappresentarci...

        Rispondi

        • 12 Aprile @ 18.02

          REDAZIONE - Forse non mi sono spiegato bene. Da Saviano sono partito perchè mi avevano colpito quelle frasi: se fossero vere o anche solo verosimili, infatti, dovremmo veramente preoccuparci ogni volta in cui andiamo nelle mani di qualcuno (pilota d'aereo, automobilista che arriva in senso contrario, ecc. ecc.). E mi ha colpito vedere riecheggiare - seppure in piccolo - in quelle tre righe delle Fiamme gialle, che si assommano con la notizia del 4-4-2015 in cui si parlava anche di chirurghi. Questo è il nesso fra Saviano e la realtà parmigiana: ovviamente, però, non le so poi dire quanto sia concretamente e davvero diffusa la droga oggi nella nostra città (e penso che lo stesso Sert e prefettura possano dare i numeri precisi degli utenti in carico, ma solo delle stime sulla parte "sommersa"). Io ho solo cercato di mettere insieme elementi che contribuiscano a darci un'idea della diffusione del fenomeno: ma ovviamente nessuno può avere cifre ufficiali e complete su una cosa che tutti hanno interesse a nascondere.

          Rispondi

  • ANONIMUS

    12 Aprile @ 15.00

    Essendo troppo facile trovarla é più facile che i ragazzi la provino!! Una volta dovevi chiedere a qualcuno che sapeva dove comprarla e magari per vergogna per perdita di tempo o per il prezzo più alto alla fine per fortuna non la prendevi!! Ora in qualsiasi posto a qualsiasi ora la trovi!! Spero di sbagliarmi di brutto! Ma credo che a qualcuno vada bene che i giovani usino droga e non solo per il giro di soldi ma perché la droga rincoglionisce le persone e perciò una persona rincoglionita non si rende conto dei problemi reali "mancanza di lavoro o delle pensioni ecc" e perciò subisce passivamente non creando problemi non esprimendo le proprie idee.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    12 Aprile @ 12.37

    PREMESSO CHE , A MIO SOMMESSO AVVISO , SAVIANO E' UN PO' SOPRAVVALUTATO , la realtà che , oggi , lamentiamo , ce l' abbiamo sotto gli occhi da diversi anni . Da anni mezza città , dal calar del sole fino all' alba , da via Farini , a via D' Azeglio , alla Ghiaja , alle strade circostanti , è ostaggio di bande di avvinazzati, talvolta anche drogati ( con l' approvazione della maggioranza dei lettori di questo "blog" ) , che schiamazzano , vomitano , pisciano e defecano sulla porta delle case , parcheggiano macchine come se fossero letti a castello , tagliano gomme e sfregiano carrozzerie , e , se qualche residente che avrebbe bisogno di riposare , si azzarda ad accennare una protesta , lo coprono di insulti e minacce . Via Farini l' hanno addirittura chiusa , per far loro posto . Via D' Azeglio , teoricamente , non è chiusa , ma , in pratica, lo è , perché non riescono a passarci neanche le ambulanze. E guai a toccarli , perché si scatenano lettere accorate di baristi che dicono di fare tanti sacrifici e tanta fatica per avvinazzare la gente ! Qualche giorno fa , dopo il divieto ad alcuni locali di via D' Azeglio di vendere alcoolici dopo le 23 , una ragazza ha scritto una lettera alla "Gazzetta" , dicendo che , a Parma , si perseguita e si reprime la gioventù...............come se essere giovani significasse comportarsi da idioti............

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

moda

Premio Nobel per la Pace, spunta una signora in rosso: Amal

Intervista a Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio

INTERVISTA

Twelve Conversations, a Traversetolo la "prima": ne parlano Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio Ascolta

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

gusto

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Hostaria del maiale»: La tradizione famigliare della Bassa

CHICHIBIO

«Hostaria del maiale»: la tradizione familiare della Bassa

1commento

Lealtrenotizie

Rapina in banca in via Emilia Est: minacciano l'impiegato con un cutter e svuotano la cassa

via Emilia Est

Rapina in banca: minacciano l'impiegata con un cutter e scappano con poche centinaia di euro

1commento

MISTERO

Esce dal lavoro e scompare a Reggiolo. Unico indizio: è passato da Traversetolo

Davide Ploia, 48 anni, vive nel Mantovano ed è scomparso da giovedì. Del caso si è occupato "Chi l'ha visto?"

PARMA

Migliora la qualità dell'aria, niente più stop per i diesel Euro4

Stop alle misure di emergenza da domani (martedì 11 dicembre)

anteprima gazzetta

Esclusiva - Boccia: "La Manovra non funziona, Tav necessaria"

CONSIGLIO

Reddito solidarietà comunale: assistite 89 famiglie. Piazzale Bertozzi: 12 multe al bar in due anni

Il gruppo Pd passa a 4 consiglieri. Caterina Bonetti entra al posto di Scarpa

SCUOLE

Marcia della pace a Parma: gli studenti sfilano in centro Foto

Celebrata la "Giornata mondiale d'azione per i diritti umani"

ILLUMINAZIONE

Luci a led, fioccano le lamentele

8commenti

PARMA

Tentato furto a Malandriano: il mastino mette in fuga tre ladri

Ecco la segnalazione di un lettore

TORRILE

L'omicidio di Filomena Cataldi: per lo psichiatra, Fang è incapace di intendere e volere Video

I dettagli nel video del 12TgParma

economia

Progetto Ycom: nuove frontiere per il welfare in azienda

Siglato un accordo con Medicalbox

FORNOVO

Oggi l'addio a Sara, volontaria per missione: aveva 47 anni

Tragedia di Ancona

«Così controlliamo le discoteche di Parma»

PARMENSE

Incidente a Montechiarugolo: un ferito, si cerca un'auto che si sarebbe allontanata

Parma

Ponte di Colorno, la Provincia vince un nuovo ricorso: "In settimana il contratto"

AGGRESSIONE

Giovanni, il fisarmonicista di strada, preso a pugni sotto casa

5commenti

Noceto

Visoni «liberati». «Non cercate di catturarli, non sono gattini»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La lezione di Parma a un Paese sfiduciato

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Necessario un giro di vite verso i ciclisti indisciplinati

di Domenico Cacopardo

4commenti

ITALIA/MONDO

scuola

Il ministro ai prof: "Meno compiti per le vacanze"

2commenti

A1

Camion perde il carico, coda di 7 km prima di Campegine (verso Bologna)

SPORT

Football americano

Leggendaria giocata dei Dolphins a 7" dalla fine per la vittoria contro i Patriots Video

FIORENTINA

Due medici indagati per la morte di Davide Astori

SOCIETA'

PARMA

Quando i reggiani "rubarono" il pigiama di Guareschi... Dietro le quinte del Mondo Piccolo Video

roma

Ubriaco scende con l'auto la scalinata di Trinità dei Monti: denunciato

MOTORI

SUV

Renault Kadjar: restyling dopo tre anni

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco