23°

inchiesta

Parma "zero zero zero"

Inchiesta - Quanto è estesa oggi la città della droga?

Ricevi gratis le news
15

Qualche tempo fa ero rimasto colpito dalle parole, che pure mettevano nero su bianco una realtà già nota a tutti noi, del libro “Zero zero zero” di Roberto Saviano (un titolo che nasce dal gioco di parole tra la farina 00 e la polvere bianca - ovvero cocaina - più raffinata):

La coca la sta usando chi è seduto accanto a te ora in treno e l’ha presa per svegliarsi stamattina o l’autista al volante dell’autobus che ti porta a casa, perché vuole fare gli straordinari senza sentire i crampi alla cervicale. Fa uso di coca chi ti è più vicino. Se non è tuo padre o tua madre, se non è tuo fratello, allora è tuo figlio. Se non è tuo figlio, è il tuo capoufficio. O la sua segretaria che tira solo il sabato per divertirsi. Se non è il tuo capo, è sua moglie che lo fa per lasciarsi andare. Se non è sua moglie è la sua amante, a cui la regala lui al posto degli orecchini e meglio dei diamanti. Se non sono loro, è il camionista che fa arrivare tonnellate di caffè nei bar della tua città e non riuscirebbe a reggere tutte quelle ore di autostrada senza coca, […]  Il costruttore della casa in cui vivi, lo scrittore che leggi prima di dormire, la giornalista che ascolterai al telegiornale. Ma se, pensandoci bene, ritieni che nessuna di queste persone possa tirare cocaina, o sei incapace di vedere o stai mentendo. Oppure, semplicemente, la persona che ne fa uso sei tu.

Parole che mi sono tornate in mente leggendo un passaggio del comunicato con cui sabato la Guardia di Finanza ha illustrato l’operazione che ha avuto il suo centro nel Parco Ferrari ed ha portato a due arresti. Ma nel comunicato si aggiungeva che:

Nel corso dell’indagine sono stati identificati e segnalati alla Prefettura di Parma 38 persone per detenzione e consumo di droghe; si tratta per lo più di studenti, professionisti ed imprenditori parmigiani, di età compresa tra 19 e 50 anni. Tali segnalazioni potrebbero comportare, tra l’altro, la sospensione o il divieto di ottenere, in futuro, documenti personali come la patente di guida, il porto d’armi, il passaporto ecc..

E’ evidente che le 38 persone citate dalle Fiamme gialle, così come le 60 ( fra cui l’ex sindaco di Zibello) segnalate dai carabinieri in una analoga operazione di metà marzo nella Bassa sono una concreta e parziale versione parmigiana delle parole di Saviano. Cui dobbiamo anche noi senza dubbio aggiungere tante altre figure: che in questo momento sono alla guida sulle nostre strade, stanno eseguendo visite mediche o componendo  musica o scrivendo articoli di giornale ecc. ecc.

Ma è altrettanto evidente che, già nella stessa presentazione degli inquirenti, in ogni operazione antidroga questa è la parte che fa meno “notizia”, rispetto a chi viene arrestato o denunciato. L’altro dato rimane “marginale” e senza nomi: e così finiamo tutti (giornalisti compresi) per focalizzare la nostra attenzione sull’altra parte del problema. Vediamo cioè la schiera di chi, ormai perfino sotto casa per chi abita da via Trento ai viali del’Oltretorrente, spaccia letteralmente alla luce del sole (o dei lampioni: ma praticamente davanti a tutti) e identifichiamo il problema droga soprattutto o esclusivamente con loro.

Che poi, essendo il 90% dei venditori open air nordafricani, ci consente di aggiungere anche il problema droga al conto del degrado delle nostre città che molti attribuiscono soprattutto, o solamente, alla “invasione” extracomunitaria. Dimenticando appunto che dall’altra parte della bustina c’è un mondo tutto parmigiano

           VAI ALLE CIFRE E ALLA MAPPA DELLO SPACCIO

        

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bila

    12 Aprile @ 19.13

    Oggi il problema è più evidente perché gli spacciatori sono africani e neri e quindi si vedono meglio.

    Rispondi

    • the mari

      13 Aprile @ 07.35

      BEH MA SOLO DI GIORNO...

      Rispondi

  • Asterix

    12 Aprile @ 16.22

    Pienamente d'accordo con Balestrazzi questa volta ... Il clandestino esiste in città, quindi se non spaccia cosa fa smette di mangiare??? Non credo ... Come non credo che tutti quelli che la notte girano per spacciare siamo dei puri delinquenti ... Sicuramente si potesse dare loro un occupazione giustamente retribuita, buona parte di loro preferirebbe alla sera mettersi sul divano a guardare la TV con la pancia piena, come fa buna parte dei ben pensati, piuttosto che rincorrere clienti nella notte. Di possibilità di integrazione non ce ne sono, quindi o spacciano oppure dovranno trovarsi un'altra occupazione sempre nella clandestinità, chiedere l'elemosina ai semafori, scippi, furti, rapine oppure raccogliere rifiuti dentro di bidoni dell'immondizia ...

    Rispondi

    • Vercingetorige

      12 Aprile @ 18.45

      OPPURE ESSERE RIACCOMPAGNATI AL LORO PAESE , dopo aver potuto constatare di persona che , se credevano di trovare qui il Paese di Bengodi , si sono sbagliati ! Naturalmente potranno essere più difficili da convincere quelli che sono venuti qui apposta per delinquere , ma speriamo che siano pochi.

      Rispondi

  • silviococconi

    12 Aprile @ 15.28

    Mi pare esagerato oltrechè oltraggioso nei confronti della maggioranza delle persone "non-addicted" affermare che "siamo tutti un pò drogati" e siamo portati a farne uso per vincere lo stress, che c'è sempre stato e le persone sane lo combattono in maniera corretta, magari ammalandosi di psicosi, ma senza fare uso di droghe sintetiche ! ... Questo articolo è puro terrorismo sociale !

    Rispondi

    • 12 Aprile @ 15.43

      REDAZIONE - In effetti lo sarebbe. Se avessi scritto ciò che dice lei. In realtà io ho riportato un passaggio di un libro di Saviano (e questo al limite sarebbe terrorismo suo) e notizie di cronaca documentate così come le tre righe della Guardia di Finanza. A meno che lei non voglia accusare di terrorismo anche le Fiamme gialle. E se le serve per ristabilire la media, le posso assicurare che il sottoscritto non ha mai neppure provato una "canna". Credo, però, che non vada sottovalutata la diffusione del fenomeno, senza la quale sarebbe difficile giustificare uno schieramento imponente come quello che ogni sera (e non solo la sera) va "in campo" da via San Leonardo a viale dei Mille. Senza contare tutti coloro che guadagnano alle spalle dei pusher da strada. Non conosco grandi business che non si accompagnino a grandi consumi, se non per i beni di lusso. E la droga (starei per aggiungere "purtroppo") non lo è da tempo

      Rispondi

      • the mari

        12 Aprile @ 17.37

        Vabeh dai Balestrazzi se ha riportato Saviano o lo ha fatto perchè ne condivide le parole o lo ha fatto per criticarle, non mi dica che lei prende frasi a caso di chicchesia e poi le pubblica senza un nesso con quanto vorrebbe rappresentarci...

        Rispondi

        • 12 Aprile @ 18.02

          REDAZIONE - Forse non mi sono spiegato bene. Da Saviano sono partito perchè mi avevano colpito quelle frasi: se fossero vere o anche solo verosimili, infatti, dovremmo veramente preoccuparci ogni volta in cui andiamo nelle mani di qualcuno (pilota d'aereo, automobilista che arriva in senso contrario, ecc. ecc.). E mi ha colpito vedere riecheggiare - seppure in piccolo - in quelle tre righe delle Fiamme gialle, che si assommano con la notizia del 4-4-2015 in cui si parlava anche di chirurghi. Questo è il nesso fra Saviano e la realtà parmigiana: ovviamente, però, non le so poi dire quanto sia concretamente e davvero diffusa la droga oggi nella nostra città (e penso che lo stesso Sert e prefettura possano dare i numeri precisi degli utenti in carico, ma solo delle stime sulla parte "sommersa"). Io ho solo cercato di mettere insieme elementi che contribuiscano a darci un'idea della diffusione del fenomeno: ma ovviamente nessuno può avere cifre ufficiali e complete su una cosa che tutti hanno interesse a nascondere.

          Rispondi

  • ANONIMUS

    12 Aprile @ 15.00

    Essendo troppo facile trovarla é più facile che i ragazzi la provino!! Una volta dovevi chiedere a qualcuno che sapeva dove comprarla e magari per vergogna per perdita di tempo o per il prezzo più alto alla fine per fortuna non la prendevi!! Ora in qualsiasi posto a qualsiasi ora la trovi!! Spero di sbagliarmi di brutto! Ma credo che a qualcuno vada bene che i giovani usino droga e non solo per il giro di soldi ma perché la droga rincoglionisce le persone e perciò una persona rincoglionita non si rende conto dei problemi reali "mancanza di lavoro o delle pensioni ecc" e perciò subisce passivamente non creando problemi non esprimendo le proprie idee.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    12 Aprile @ 12.37

    PREMESSO CHE , A MIO SOMMESSO AVVISO , SAVIANO E' UN PO' SOPRAVVALUTATO , la realtà che , oggi , lamentiamo , ce l' abbiamo sotto gli occhi da diversi anni . Da anni mezza città , dal calar del sole fino all' alba , da via Farini , a via D' Azeglio , alla Ghiaja , alle strade circostanti , è ostaggio di bande di avvinazzati, talvolta anche drogati ( con l' approvazione della maggioranza dei lettori di questo "blog" ) , che schiamazzano , vomitano , pisciano e defecano sulla porta delle case , parcheggiano macchine come se fossero letti a castello , tagliano gomme e sfregiano carrozzerie , e , se qualche residente che avrebbe bisogno di riposare , si azzarda ad accennare una protesta , lo coprono di insulti e minacce . Via Farini l' hanno addirittura chiusa , per far loro posto . Via D' Azeglio , teoricamente , non è chiusa , ma , in pratica, lo è , perché non riescono a passarci neanche le ambulanze. E guai a toccarli , perché si scatenano lettere accorate di baristi che dicono di fare tanti sacrifici e tanta fatica per avvinazzare la gente ! Qualche giorno fa , dopo il divieto ad alcuni locali di via D' Azeglio di vendere alcoolici dopo le 23 , una ragazza ha scritto una lettera alla "Gazzetta" , dicendo che , a Parma , si perseguita e si reprime la gioventù...............come se essere giovani significasse comportarsi da idioti............

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' caccia all'errore nella fiction "Il nome della Rosa"

spettacoli

E' caccia all'errore nella fiction "Il nome della Rosa"

Elvis

PARMA

"Bravo cantante di ballate, ricordiamolo". Ma era Elvis... Fra storia e musica: video

Spring party al Colle San Giuseppe. Chi c'era: le foto

pgn

Spring party al Colle San Giuseppe. Chi c'era: le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferrate

MONTAGNA

Ferrate dalle Alpi all'Appennino: "guida" online di quattro appassionati emiliani Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto: gravissimo un motociclista

roccabianca

Tragico schianto contro un'auto: muore un motociclista Video

CALCIO

Gli azzurri sono a Parma: ecco l'arrivo dei giocatori in albergo

Martedì al Tardini la partita contro il Liechtenstein

FATTO DEL GIORNO

Temperature anomale anche a Parma: parlano gli esperti e i ragazzi impegnati a favore dell'ambiente

PARMA

Tutti in coda per vedere il Palazzo Ducale: più di 3.100 persone a metà giornata Gallery

tesori verdi

Non solo violetta: l'Orto botanico a colori conquista i visitatori Foto

APPENNINO

Cade con il parapendio alle pendici del Ventasso: 53enne parmense recuperato con l'elicottero Foto

Soccorsi anche due scialpinisti parmigiani in difficoltà all'Alpe di Succiso

Testimonianza

«Mio padre sparito nel nulla, mia madre malata. E nessun aiuto»

meteo

E' in arrivo aria fredda dal Nord Europa: temperature in calo a inizio settimana

DOCUFILM

Finalmente il «mat» Sicuri arriva sul grande schermo Il trailer

1commento

OSPEDALE

Un nuovo Centro oncologico per il Maggiore

via la spezia

Scontro tra auto e bici a Baccanelli: ciclista ferito

LUTTO

Addio a Josè Rossi, il suo spirito manca già nel Montanara

SOCIAL

"Ritrovato un cane, chi lo riconosce?": l'appello del sindaco di Fidenza su Facebook Foto

PARMA

Cartello «da paura» in via Garibaldi... ma non è a difesa della zona a traffico limitato Foto

Il ricordo

Riccardo Bertoli: il dolore dei commercianti e degli amici

SU SKY

Grignaffini giudice speciale di Masterchef

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

L'INDISCRETO

5 (anzi 6) nomi per ballare in TV

di Vanni Buttasi

CORSIVO

"Cara mamma, non è giusto"

di Anna Maria Ferrari

1commento

ITALIA/MONDO

scandiano

Circoncisione in casa, morto un bimbo di 5 mesi. Indagati i genitori

trasporti

Trasporto aereo: lunedì con sciopero, 4 ore per tutto il settore

SPORT

Formula 1

Caos F1, la McLaren minaccia l'addio

podisti

ManaRace, i 700 che... la corsa fa primavera Foto

SOCIETA'

CINEMA

"Ricordi?": Luca Marinelli, Linda Caridi e il regista Valerio Mieli si "confessano" al pubblico Video

VELLUTO ROSSO

Il "Barbiere", un Amleto "take away" e proposte "impertinenti" Video

MOTORI

MOTO

Guzzi svela V85TT, la 'classic enduro' votata al turismo Video

ANTEPRIMA

La Porsche Cayenne diventa Coupé Foto