13°

28°

FERROVIE

Disagi dopo la cancellazione di due Frecciabianca per Milano: lettera dei pendolari di Parma

Disagio pendolari per soppressione treni Parma-Milano
Ricevi gratis le news
4

Il lettore Federico invia un intervento, a nome di un gruppo di pendolari che usa i treni per Milano, per protestare per i disagi legati alla sospensione di due Frecciabianca. 


"Trenitalia ha sospeso, a partire da lunedì 18 giugno, la circolazione dei treni Freccia Bianca 8802 (treno da Ancona a Milano che ferma a Parma alle 7:53) e 8829 (treno da Milano ad Ancona che parte alle 19:35 da Milano e ferma a Parma alle 20:46).
La comunicazione di tale sospensione sospensione, che sembra essere temporanea fino al 13 luglio per lavori, è avvenuta modalità non chiare, non tempestive e non fatte attraverso i canali adeguati. 
Alcuni pendolari hanno appreso da diversi organi di stampa, da circa 2 mesi, la notizia circa la soppressione definitiva dei due treni Freccia Bianca, e quindi non provvisoria, motivata da tagli di costi da parte di Trenitalia;
Il personale nelle stazioni di Parma e Milano non era a conoscenza di alcuna variazione fino a venerdì 15 giugno (3 giorni prima della sospensione);
Nelle stazioni di Parma e Milano sono stati esposti avvisi informativi in merito a tale sospensione solo 17 giugno (il giorno prima della soppressione)
L’avviso della sospensione è comparso sul sito di RFI e non di Trenitalia in una data imprecisata in quanto nella stessa pagina non è riportata la data di pubblicazione. 
I lavori interessano una zona compresa tra Rimini e Bologna e trenitalia non ha predisposto alcun treno suppletivo nella tratta bologna-Milano, che serve un significativo numero di pendolari.

In qualità di pendolari e di fruitori del servizio ci sentiamo di sensibilizzare l’amministrazione comunale, a cui abbiamo inviato lo stesso messaggio, e l’amministrazione regionale, con la quale è in contatto l’associazione pendolari di Piacenza. Per quanto i treni suddetti non siano oggetto del Contratto Regionale di Trasporto sono in ogni caso utilizzati da molti pendolari di Piacenza, Parma e province limitrofe che per l’utilizzo di questi pagano un supplemento sul costo degli abbonamenti regionali mensili e annuali.

Intendiamo aprire un dialogo con Trenitalia per avere risposte chiare sulle strategie aziendali dei prossimi mesi, onde evitare la paventata soppressione dei due treni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Remo

    29 Giugno @ 16.59

    concordo con Paolo!Ed sggiungo:adesso che abbiamo ben 5(o 6)parlamentari della Lega Nord eletti da Parma e provincia, perché non chiedere a loro che si rivolgono al ministro delle infrastrutture, affinché dia un po' di dignità e giustizia alla stazione di Parma ed ai suoi utilizzatori, con più treni, magari facendo approvare da RFI l'adeguamento della stazione anche per i frecciarossa, come fece l'ex ministro Del Rio per Ferrara?!?

    Rispondi

  • Paolo

    29 Giugno @ 15.25

    paolo.regg@email.it

    Domandina o domandona: “Chi era al governo quando le FS ebbero quella salutare iniezione di privato da renderle quell’efficiente società che è oggi, così attenta alle esigenze del territorio che deve collegare, delle città medio-piccole, delle lunghe distanze e soprattutto a quelle dei pendolari, gli utenti amatissimi da queste “efficienti” nuove ferrovie italiane?”. Guarda caso vi era chi è stato così sonoramente e ripetutamente sconfitto nelle recenti elezioni. Sarà un caso (insieme a mille altri casi)?

    Rispondi

    • 29 Giugno @ 15.37

      (dalla redazione) Ha presente quanto denaro di tutti perdevano al giorno le efficientissime FS pre-riforma?

      Rispondi

      • Paolo

        29 Giugno @ 16.05

        paolo.regg@email.it

        Ringrazio della precisazione: avete ragione. Io parlavo del servizio. Compito delle ferrovie è garantire un servizio normale, dignitoso e continuo, attento ai collegamenti nel territorio e soprattutto ai pendolari. Se per i conti si deve sacrificare anche soltanto parte del servizio significa avere fallito la propria missione. Si possono avere conti in ordine e giusto servizio? Sì. Come? E’ compito degli organi preposti (sono competenti. O no?) e soprattutto delle indicazioni che arrivano dall’utenza. Se ne può parlare, ma serve un contraddittorio e spazio: nessuno ha la bacchetta magica in tasca. Adesso sopprimono treni, sopprimono improvvisamente corse, i treni sono sporchi, spesso con porte bloccate e non parliamo dei servizi igienici … per tacer del resto. E’ questo un servizio decente e normale? Ho ancora la registrazione dell’intervista all’AD Moretti all’inizio del suo mandato. Ho pensato che scherzasse. Parlava sul serio. Penso che non avesse mai viaggiato su un treno.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno