-1°

13°

Parma calcio

Albertini: "Lavoriamo per ridurre debito sportivo"

Albertini: "Lavoriamo per ridurre debito sportivo"

Demetrio Albertini in conferenza stampa al centro sportivo di Collecchio

Ricevi gratis le news
6

Demetrio Albertini ha illustrato oggi a Collecchio il suo ruolo di coadiutore dei curatori fallimentari. ''Anedda e Guiotto mi hanno cercato per occuparmi dei rapporti con la squadra e per ridurre il debito sportivo. Sono uomo delle istituzioni e avrò un ruolo istituzionale. Sono buon amico di Donadoni e Melli, ma i miei referenti saranno i curatori". Prima si farà una panoramica della situazione, poi si perseguiranno gli obiettivi. 
Il "mandato" di Albertini scadrà il 31 maggio: sarà incaricato dell'organizzazione settimanale delle partite "anche se la cosa più importante sarà la gestione di Donadoni". Albertini non è, insomma, un direttore tecnico. 
Sulla travagliata vicenda della squadra, Albertini ha detto che i giocatori hanno mantenuto la dignità, "si sono comportati da grandi professionisti fino ad ora. Non so quanti stipendi hanno ricevuto, però hanno portato avanti il campionato italiano alla regolarità". Hanno quindi "una responsabilità positiva" in questo. 
Albertini, rispondendo alle domande dei cronisti, ha sottolineato che si lavorerà per ridurre il debito sportivo e rendere la società appetibile per eventuali acquirenti. Ma "il nostro lavoro non è trovare un fondo o persone interessate a prendere il Parma": i curatori devono "metterlo nelle condizioni affinché qualcuno possa decidere di prenderlo". "Bisogna fare sistema per creare un pacchetto importante affinché questa società cerchi il più possibile di ripartire dalla serie B". Non è facile ma, come ha detto rispondendo a una delle domande, "essere ottimisti è gratis". 
Sulle nuove regole varate dalla Federazione: "Quello che sta cercando di fare Tavecchio per il futuro è una cosa molto positiva e mi auguro che si riesca, per il futuro, a non trovarsi più in questa situazione". 

"Reputandomi uomo delle istituzioni del calcio, mi ha fatto piacere ricevere questo incarico", ha detto Albertini. "In questo momento la cosa più importante per il Parma e i suoi tifosi è pensare soprattutto al loro futuro - ha detto il 43enne brianzolo, battuto alle ultime elezioni della Figc da Carlo Tavecchio -. Sono a disposizione dei curatori per raggiungere i loro obiettivi e avrò un rapporto diretto con Federazione e Lega nei tempi e nei modi che gli stessi mi chiederanno i curatori. Con il presidente Tavecchio è un po' che non parliamo, ma credo sia importante confrontarsi per fare sistema per rendere appetibile il Parma ed il suo titolo sportivo". "Il debito sportivo deve abbassarsi - ha proseguito l’ex vice-presidente della Federcalcio -. Le modalità debbono essere sorrette dalla fattibilità. Il calcio è un valore non solo economico, ma soprattutto sociale e la vicenda del Parma lo insegna. Lavorare con Donadoni per me può essere un valore aggiunto e bisogna trovare la serenità di essere meno pessimisti in questo momento". Per Albertini, "quella del paracadute per la B è una speranza molto concreta. L’ammontare dipende dalle stime della Serie A, faremo di tutto per rendere possibile che questo club rimanga tra i cadetti. Saró vicino ai curatori in questi due mesi per occuparmi della parte sportiva del club".

Dopo Albertini, ha parlato l'allenatore Roberto Donadoni. "Da qui alla fine del campionato dobbiamo vivere alla giornata", ha detto fra l'altro, rispondendo ai cronisti. Quanto agli infortunati, ci sono problemi solo con Galloppa, fermo per un problema al ginocchio. Anche Mariga è rimasto fermo un paio di giorni e dovrebbe riprendere oggi. Su Inter-Parma: "Dobbiamo vincere per dare un senso al nostro impegno"

Video TgParma: il discorso di Albertini


Video TgParma: per finire il campionato servono 2 milioni?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patti

    04 Aprile @ 08.04

    ....perché questo e' il paese dei balocchi!

    Rispondi

  • ixxo

    03 Aprile @ 21.04

    Continuo e continuerò a chiedermi perchè il Parma debba avere un trattamento di favore, diverso da quello riservato ad altre società fallite.

    Rispondi

    • DAVIDE

      04 Aprile @ 11.12

      Perché il Parma e' la quarta società italiana dopo Milan Juve e Inter ad aver vinto più coppe in Europa e soprattutto perché se smettiamo di giocare adesso facciamo saltare il banco ed in serie D insieme a noi ci vengono altre 10 società (quante squadre in questo momento avrebbero 20 o 30 milioni di euro da restituire a Sky ?). Certo che continuo a leggere tanti tifosi che si augurano la D . Complimenti: pensieri positivi da veri tifosi crociati ! (P.S.: specifico che molto probabilmente lo stesso trattamento sarebbe stato riservato a qualsiasi altra squadra che a metà campionato decidesse di smettere di giocare per fallimento: il banco vince sempre !).

      Rispondi

      • ixxo

        04 Aprile @ 17.06

        Il curriculum europeo c'entra poco o nulla, piuttosto direi che si è tutti d'accordo a fare le pulizie nascondendo la polvere sotto il tappeto . Ricordo male o qualcuno fino a pochi giorni fa voleva che il "sistema" cambiasse e che era ora che questo accadesse. In che modo? Buttando la povere sotto il tappeto.....

        Rispondi

        • DAVIDE

          04 Aprile @ 20.09

          E allora perché non facciamo saltare tutto ? Non giochiamo e facciamo saltare il campionato non assegnando lo scudetto ! Ah, scusate. Dimenticavo che daremmo un dispiacere agli juventini ...

          Rispondi

        • ixxo

          05 Aprile @ 15.43

          Pensavo ad un discorso serio, prosegua da solo. Grazie.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'escursione in Appennino e il sorpasso azzardato vincono le iniziative "Gazzareporter". E ora... mandateci le "Curiosità parmigiane"

DAI LETTORI

Gazzareporter: vincono l'Appennino e il sorpasso azzardato. E ora, "Curiosità parmigiane" Foto

Sette calciatrici che vanno in... rete:  Sara Gama

L'INDISCRETO

Sette calciatrici che vanno in... rete

Via Reggio: il 14esimo compleanno del Jamaica Pub - Ecco chi c'era alla festa: foto

PGN

Via Reggio: il 14esimo compleanno del Jamaica Pub Ecco chi c'era alla festa: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Antonia" la custode della tradizione di Parma

CHICHIBIO

"Antonia", la custode della tradizione di Parma

1commento

Lealtrenotizie

Travolto in bici lungo via Colorno, gravissimo 44enne

12 tg parma

Travolto in bici lungo via San Leonardo, gravissimo un 44enne Video

guardia di finanza

False fatture per 10 milioni, imprenditore reggiano denunciato. Coinvolte 55 aziende, anche a Parma

GATTATICO

Ritrovate le preziose chitarre da collezione rubate a Felino

1commento

allerta siccità

Siccità al Nord, riserve idriche ancora solo per un mese

Anbi, se non pioverà problemi molto seri; neve è grande assente

via sidoli

Tenta il suicidio con 200 pastiglie: salvato dai poliziotti allertati da un'amica

CANTIERE

Il PalaRaschi tornerà ad avere 3000 posti

4commenti

SALA

Carabinieri da Csi: arrestano il ladro analizzando le tracce di sangue

1commento

12 tg parma

Faggiano a Bar Sport:"L'umore non è dei migliori ma non possiamo abbatterci" Video

calcio giovanile

Giocatore del Vicofertile preso a pugni, squadra ritirata

SOLIGNANO

Addio a Sandro Masotti

Solo 11 nozze

A San Secondo non ci si sposa più

FIDENZA

Lorenzo, da «Quelli che il D'Annunzio» a Montalbano

Il personaggio

Laura Gemma Pioli, youtuber del grande calcio a Londra

La storia

Ermanno Cuoghi, lo «scudiero» di Niki Lauda

Intervista

Roberto Tagliavini: «La gioia (e l'ansia) di tornare a Parma»

meteo

Allerta siccità per il fiume Po: è 7 metri sotto lo zero idrometrico Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il clima d'odio: un'altra battaglia per Greta

di Francesco Monaco

SERIE A

Tre sondaggi... in uno per votare "i migliori" del Parma di questa stagione

ITALIA/MONDO

depistaggi

Cucchi: rischio processo per otto carabinieri, tra cui due ufficiali

Orrore

India, 12enne violentata e decapitata da fratelli e zio

SPORT

sport

Tragedia nel nuoto: è morto Kenneth To, 26 anni, aveva vinto 4 medaglie mondiali

L'INTERVISTA

Jarno Trulli: "In Formula 1 il talento non basta"

SOCIETA'

cinema astra

La prima visione del docu-film sul “Màt” Sicuri

12 tg parma

Una settimana di arte per tutti con Enrico Valenti, il papà dei pupazzi tivù Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Ecco T-Cross, il piccolo Suv di Volkswagen

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)