-1°

15°

ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Sport

Florida, Nicola Kuhn crolla in preda ai crampi
Tennis

Florida, Nicola Kuhn crolla in preda ai crampi

 
"Esilio" finito: Icardi torna in gruppo
INTER

"Esilio" finito: Icardi torna in gruppo

 
Germania e Serbia pareggiano in un'amichevole
Calcio

Germania e Serbia pareggiano in un'amichevole

 
Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi
LUTTO

Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi

 
Figli d'arte: Maldini jr "Sogno la nazionale A"
Calcio

Figli d'arte: Maldini jr "Sogno la nazionale A"

 
Mick Schumacher: "Il paragone con papà Michael non mi pesa, è il più grande"
MOTORI

Mick Schumacher: "Il paragone con papà Michael non mi pesa, è il più grande"

 
Esonerato l'allenatore dell'Udinese Davide Nicola
calcio

Esonerato l'allenatore dell'Udinese Davide Nicola

 
Video intervista ad Andrea De Rossi: ultime 4 partite di Zebre Rugby Club
zebre rugby

De Rossi: "Tra ultime sfide e occhi puntati al mercato" Video

 
Azzurri, caccia al gol ma Chiesa e' in dubbio
Calcio

Azzurri, caccia al gol ma Chiesa e' in dubbio

 

Il calcio è per tutti

LA NOSTRA SCUOLA CALCIO APERTA A TUTTI

I bambini devono giocare e divertirsi

LA NOSTRA SCUOLA CALCIO APERTA A TUTTI
0

Lettera aperta del Presidente dell' AC Milan Club Parma

Mi permetto di entrare in merito dell’articolo apparso sulla Gazzetta Sabato 23 Luglio in merito all’estromissione di un BAMBINO di dieci anni dalla società di appartenenza.

Vorrei esprimere il mio rammarico in merito a quanto accaduto, e in qualità di Presidente della società sportiva che rappresento esprimere tutta la mia solidarietà a questo bambino e ai suoi genitori.

Personalmente dopo quarant’anni vissuti in società sportive, tra bambini e giovani atleti che praticano il gioco del calcio, ho imparato che far giocare un bambino in tenera età in una SCUOLA CALCIO è sinonimo di crescita e insegnamento sportivo e sociale, particolarmente utile per la futura formazione del bambino stesso. Far parte di una scuola calcio significa far parte di una squadra, un gruppo di coetanei dove la regola fondamentale è il divertimento e il gioco, senza tralasciare il rispetto e l’educazione.

SCUOLA CALCIO significa luogo di aggregazione e apprendimento della disciplina sportiva, e trattandosi di un “luogo di formazione” ogni bambino dev’essere libero di poter esprimere le sue capacità e stati d’animo, senza dover subire pressioni o giudizi da parte di persone che dovrebbero solo promuovere l’attività e l’insegnamento sportivo. La scuola calcio va concepita come luogo aperto a tutti i bambini, senza essere soggetti a classifiche o graduatorie sulla loro bravura. Ogni società sportiva a livello giovanile non deve solo operare per esaltare il livello qualitativo del singolo o del gruppo, ma lavorare per far crescere ed educare tutto il gruppo, in modo da non creare divisioni tra i ragazzi mantenendo un livello d’insegnamento uguale per tutti e senza mirare al risultato.

In certi ambienti purtroppo non è così e si può restare a far parte del gruppo solo se dotati di doti tecniche per garantire un certo livello alla squadra, con l’unico scopo della vittoria. Credo che se un bambino di dieci anni abbia davvero voglia di giocare a calcio e pratichi quest’attività con passione, avrà sicuramente tempo negli anni a seguire di ricercare la vittoria…….. nella vita bisogna prima di tutto cogliere anche le sconfitte e saperle accettare con maturità, solo in questo modo si potranno davvero apprezzare le vittorie quando arriveranno.

Il nostro piccolo Club opera per dare accoglienza a tutti, capaci e non capaci di giocare a calcio, con il solo scopo di riuscire a formare un gruppo e convivere insieme, senza puntare al risultato ma al rispetto e all’educazione sportiva.

Sono convinto che tutti debbano e possono provare a giocare a calcio, in modo particolare in giovane età, senza avere come solo scopo l’arrivo immediato all’attività agonistica pura, durante la crescita saranno loro stessi a valutare e considerare le proprie attitudini ed arrivare eventualmente a scelte di carattere diverso.

La scuola calcio deve portare il bambino a giocare con i propri coetanei divertendosi, promuovendo una crescita e formazione fisica.

In conclusione volevo estendere l’invito a tutti i bambini che vogliono “GIOCARE e DIVERTIRSI” con il calcio, che la nostra scuola calcio è aperta a tutti. Per info:347/4288021 – 393/5690231 – 368/3939978  e-mail  acmilanclub.parma@gmail.com

Augurandoci che vicende come questa non abbiano più ad accadere in futuro, sono ad incoraggiare questo bambino a non mollare continuando a giocare a calcio divertendosi.

 

Il Presidente

Giuseppe Cappelli    

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0