17°

28°

Animali

Danimarca: giustiziata la giraffa Marius. E continua la protesta

L'Enpa interesserà il Parlamento Ue

animali

La zebra morta nello zoo di Copenhagen

Ricevi gratis le news
5

 

La crociata degli animalisti danesi è miseramente fallita e alla fine la giraffa Marius è stata giustiziata. A nulla sono valse le mobilitazioni, la petizione on line che ha raccolto migliaia di firme e le offerte di adozione da parte di altri zoo e parchi europei.
Marius, 18 mesi, occhi da cerbiatto, e in perfetta salute, è stato ucciso oggi con un colpo di pistola alla testa nello zoo di Copenaghen. Motivazione: impedire al giovane esemplare di riprodursi. Perchè spiega L’Indipendent, lo zoo di Marius partecipa a un programma dell’Associazione Europea di Zoo e Acquari (EAZA) che detta rigide regole sulla consanguineità, vietando la riproduzione tra 'parentì allo scopo di mantenere sane le specie all’interno della struttura.
La fine di Marius è stata crudele. Dopo essere stato giustiziato, il suo corpo è stato sottoposto ad una autopsia a cui hanno assistito i visitatori dello zoo, tra cui bambini, per poi essere smembrato davanti alle telecamere dei media danesi e finire in pasto alle fiere ospiti della medesima struttura. D’altra parte, aveva commentato ieri Bengt Holst, direttore scientifico dello zoo di Copenaghen, "sarebbe assolutamente sciocco buttare via qualche centinaio di chili di carne".
Lo Yorkshire Wildlife Park nel Regno Unito, riferisce oggi la Bbc on line, che ha una casa per giraffe e la possibilità di ospitare un maschio in più, si è offerto di ospitare il giovane Marius, nell’estremo tentativo di salvargli la vita. Come anche un parco in Olanda, il cui direttore, Robert Krijuff, deluso ha commentato: "Non ci posso credere. Ci siamo offerti di salvare la sua vita. Gli zoo hanno bisogno di cambiare il loro modo di operare". Quando un portavoce dello zoo danese, riferisce l'Indipendent, aveva affermato che non era stato possibile trovare per Marius un posto in un’altra struttura. E riportare il giovane esemplare nella sua terra d’origine, l’Africa? Sarebbe stato troppo crudele secondo l’afflitto direttore Holst, che ha detto "significherebbe utilizzare la natura come un bidone della spazzatura", perchè l’animale non sarebbe certo sopravvissuto. E infine l’opzione della castrazione: anche questa "troppo crudele".
Certo la direzione dello zoo danese non si aspettava che il caso avrebbe scatenato passioni ben oltre i confini della Danimarca. L’Enpa, l’Ente protezione animali, indignata ha scritto all’Eaza ed alla Cites, e ha assicurato che interesserà anche il Parlamento Europeo del fatto "gravissimo e inaccettabile che viola oltre che ogni logica, numerose normative". "E' un evento di una barbarie inaudita di cui tutti devono venire a conoscenza", ha detto il direttore scientifico dell’associazione, Ilaria Ferri.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • teddy

    10 Febbraio @ 13.21

    Ma questi mentecatti saranno ora contenti?!? se al posto di un'arma avessero usato il cervello (ammessa la sua esistenza) forse quella creatura potrebbe essere ancora in vita. Esistono associazioni idonee che avrebbero potuto fornire un contributo risolutivo, senza ricorrere all'uccisione! CRIMINALI!!

    Rispondi

  • anna

    10 Febbraio @ 09.36

    altrochè portate i bambini negli zoo!!!! bisogna chiuderli e lasciare gli animali dove sono!!!

    Rispondi

  • Betti

    09 Febbraio @ 23.11

    è ora di chiudere gli zoo

    Rispondi

  • nerosso

    09 Febbraio @ 20.43

    non ci sono parole di fronte alla barbarie umana......!! perchè di ciò si tratta considerato che poteva esserci una scelta diversa..........

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

SALSO

E' morto Ruggero Vanucci, storico edicolante

calcio

Riecco Ciciretti

STORIA

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

MONTAGNA

Soccorso Alpino attivato nella zona del Lagastrello per soccorrere una persona ferita

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

3commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

ITALIA/MONDO

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPAM

Porno-ricatto via e-mail: allarme (e consigli) della polizia postale

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

5commenti

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design