19°

32°

VIA TESTI

«Stupro di gruppo, ci fu favoreggiamento»

«Stupro di gruppo, ci fu favoreggiamento»
Ricevi gratis le news
0
 

Tra loro serpeggiava un nomignolo crudele, altro “marchio” di quella notte nera come il catrame. Ma dopo, quando le indagini hanno portato alla luce lo stupro del branco nell’ex sede della Rete antifascista in via Testi, sarebbero partiti con chiamate e sms. Gli “amici” comuni avrebbero contattato la vittima per mettersi d’accordo sulla versione da fornire agli inquirenti.

Approcci velatamente minacciosi e testimonianze fuorvianti (all’epoca rese come persone informate sui fatti) tese a inquinare le prove. Sarebbero questi gli elementi emersi dalle indagini dei carabinieri dell’Investigativo coordinate dalla Procura. E proprio il sostituto procuratore Giuseppe Amara, titolare di entrambi i fascicoli, ha chiesto il rinvio a giudizio per i quattro giovani, fra cui una ragazza, accusati di favoreggiamento.

Si tratta di due parmigiani, il 23enne A.S. e il 29enne D.D.P. , del 28enne R.G., residente nel reggiano, e della 26enne milanese M.D.P. Un filone ben distinto da quello che vede imputati per violenza sessuale di gruppo i due parmigiani, Francesco Cavalca, 25 anni, e Francesco Concari di 29, e il 24enne romano Valerio Pucci. Ma che ruota attorno alla stessa notte cattiva di sei anni fa, quando la ragazza avrebbe vissuto l’inferno.

Un’indagine in salita fin dalla prima ora, considerando anche l’ambiente storicamente avverso alle divise che portò a sviluppi via via più torbidi con lo scorrere dei mesi. Sempre stando all’ipotesi accusatoria la vittima, avrebbe ricevuto approcci più volte da uno degli indagati per favoreggiamento, sia attraverso sms che utilizzando i messaggi su Facebook.

Si trattava di chiamate e messaggi che – stando alla ricostruzione degli inquirenti – avrebbero dovuto non solo intimidirla, ma anche convincerla a ritrattare, a fornire una versione diversa dell’accaduto. Lei non ha mai trovato la forza di denunciare, ma due settimane fa ha raccontato in aula quel che ha potuto. Brandelli di un incubo troppo grande, troppo feroce, per non piangere.

Davanti al collegio giudicante presieduto da Mattia Fiorentini, a latere i giudici Adriano Zullo e Laura Guidotti, la 24enne mantovana ha ricostruito le sequenze di quella notte che sono ancora lì, a svuotarle l’anima. Lei sarebbe approdata in città per incontrare uno degli imputati. Sarebbe stato quest’ultimo, con una scusa, a condurla alla sede del movimento che allora si riuniva in via Testi. Una volta arrivata si sarebbe ritrovata sola insieme ai suoi presunti aguzzini, trasformati in belve senza scopo. Se non quello di sfregiare una vita.

Ci sarebbero inoltre solidi elementi per sostenere che la giovane vittima sarebbe stata drogata a sua insaputa. Poi l’agguato brutale ripreso con uno dei cellulari dei presenti, ed è stato proprio questo video la prova regina. La giovane si sarebbe risvegliata la mattina dopo all’interno della sede Raf di via Testi, nuda e con le tracce dei rapporti violenti sul corpo. Una storia, arrivata ai carabinieri dell’Investigativo solo dopo anni e grazie a una tenace ricerca di indizi. Una storia che il pm Amara non ha mai sottovalutato e per cui ha dato battaglia fin dalla prima ora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

Bohemian Rhapsody: ecco le prime scene del film sui Queen

CINEMA

Bohemian Rhapsody: ecco le prime scene del film sui Queen Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

ECONOMIA

Cft si rafforza: acquisita la maggioranza della bergamasca Comac

L'azienda è attiva nel settore delle macchine per il confezionamento della birra

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

2commenti

PARMA

Francesco Barbieri (ex Gcr): "Sull'inceneritore solo delusioni" Video

Berceto

Sciacalli a Valbona, rubate le pietre del «Castello»

Università

Reggio, ritardi al test di Psicologia

SPACCIO

Affari d'oro con i ragazzini: condannati i baby pusher di piazzale Borri

5commenti

fiume po

PoGrande: successo al ministero per il progetto valorizza il tratto medio del fiume

Il Dossier supera l’esame del Comitato Tecnico Nazionale del ministero dell'Ambiente

OSPEDALI

La Regione stanzia 56 milioni per la sanità: interventi anche al Maggiore

PARMA

Lavori in tangenziale nord: code e rallentamenti in zona aeroporto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MILANO

Kabobo in carcere lavora e studia l'italiano

6commenti

violenza

Tassista abusivo stupra una 20enne a Milano: arrestato

SPORT

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

DAL RITIRO

Rigoni raggiunge la squadra. Fermo Iacoponi, Scozzarella si allena a parte Video

SOCIETA'

curiosità

Spopola sul web il primo robot in cerca di un'anima

VERONA

Grave tamponamento in A4: ferite due donne, indagato l'attore Marco Paolini

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani