13°

28°

Band di provincia

Chained

Hanno fatto rivivere il grunge dei primi '90 sulle note degli A"Alice in chaines". Ora puntano a comporre brani propri

Chained

I Chained

Ricevi gratis le news
0

«Grunge is dead» si leggeva all’inizio degli anni '90 sulla maglietta di Kurt Cobain, replicata in tutto il mondo. L’ironia di allora è oggi tristemente vicina al vero, se si pensa alla parabola discendente delle band di Seattle dopo il suicidio di Cobain dei Nirvana nel '94 e la morte per overdose di Layne Staley degli Alice in Chains nel 2002. Eppure, contro ogni previsione, almeno in provincia di Parma il grunge non è affatto morente, anzi: grazie ai Chained in tanti stanno riscoprendo il “Seattle sound” che ha segnato per sempre la storia del rock, oltre ad aver espugnato i walkman di mezzo mondo.
I Chained sono una «scommessa», come si autodefiniscono, lanciata da Alberto Stagni a Felino nel 2011. Lui, fan da sempre degli Alice in Chains, ma anche dei Pearl Jam, Soundgarden e Nirvana, veniva da un momento difficile della sua vita: la perdita del padre Renzo. «Ascoltavo tanta musica, – racconta – soprattutto gli Alice, il mio gruppo preferito: brani tanto duri ed energici quanto melodici e malinconici. Cercavo qualcosa per esprimere quello che stavo provando e “saltarci fuori”».
Dal rifugio musicale nel grunge nasce l’idea di una band. Inizialmente Alberto propone il progetto all’amico di sempre, Stefano Superchi, che non nasconde qualche perplessità iniziale, visto il genere oggi “di nicchia”. «Il grunge o lo ami o lo odi» commentano unanimi. Fortuna ha voluto che nel loro cammino trovassero altri a condividere la stessa passione. «Al Punto Guitars di Parma – raccontano – un po’ per caso abbiamo incontrato il chitarrista che faceva per noi, Alessandro Bergnoli, insieme a Thomas Curcio, il nostro primo bassista, che ha lasciato la band alla fine del 2013, lasciando il posto a Fabrizio Manici, che a sua volta ad aprile 2014 si è trasferito in Australia ed è stato sostituito da Francisco Marvasi».
L’ultimo acquisto della band è un giovane chitarrista, il 19enne Alberto Bottioni, figlio di un amico di Stagni. «La formazione degli Alice era di 4 elementi – spiegano – ma noi volevamo mantenere anche nel live la ricchezza di suoni che si sente nei cd, dunque serviva una chitarra ritmica. Alla prima prova non si è presentato, forse scoraggiato dalla differenza d’età (quasi 20 anni), ma poi si è unito a noi e ci troviamo benissimo».
L’atmosfera per chi entra nella “Punzle”, la saletta prove ricavata nella casa di Alberto, è accogliente: «Fare il nostro genere è complicato – ricordano – noi suoniamo per scommessa, senza grandi aspettative. Ma la cosa fondamentale è il feeling tra noi, la calma, il relax che si respira. Per noi non conta tanto la capacità musicale ma l’aspetto umano».
Modestia a parte i Chained vantano una preparazione musicale seria e un talento riconosciuto. Alberto Stagni ha una voce potente che sa controllare con naturalezza, senza bisogno di lezioni, e che ha scoperto per caso quando gli amici del gruppo Tnt di Parma lo hanno trascinato davanti al microfono del bar Mercury, dove lui faceva il deejay. Prima, Alberto aveva fatto parte coverband rock Guard Rails, oggi “Piano B”. Alessandro ha studiato all’Accademia musicale Mmmi e suonava nei Remedial Action War Plan. Stefano ha suonato prima nel gruppo ska Tony Town, poi per 3 anni nei Gwen, dove il bassista Francisco è rimasto 5 anni. La loro demo, uscita a giugno, è da ascoltare a tutto volume, ma è sul palco che danno il meglio e sanno lanciarsi in pezzi come “Nutshell” con una “guerra” di assoli tra chitarra e batteria.
«Molti ci ascoltano e vengono a farci i complimenti – spiegano – di solito i più giovani perché non conoscono il grunge e pensano siano pezzi nostri; i più grandi perché conoscono gli Alice, e questo ci fa ancora più piacere».

Chi sono
I cinque più uno nel segno del grunge
I “Chained” sono i felinesi Alberto Stagni, “Panzo”, 39enne (voce); Alberto Bottioni “Bottio”, 19enne (chitarra ritmica); Stefano Superchi “Lo Ste”, 38enne (batteria); i parmigiani Alessandro Bergnoli, “Lynch” 28enne (chitarra solista) e Francisco Marvasi, “Chicco”, 35enne (basso). È per sesto Giovanni Pigino, il fonico che nello studio a Baganzola ha lavorato all’incisione della prima demo.

Concerti
Il 26 luglio in strada Manara
La loro base è la “Punzle” la pittoresca e superaccessoriata sala prove che Alberto Stagni ha allestito nella sua casa di Felino e dove provano anche altre band. I Chained hanno aperto un gruppo su Facebook “Chained Aic Tribute” sul quale pubblicano foto, video live e aggiornamenti sui concerti. La prossima data è il 26 luglio, quando i Chained suoneranno in strada Manara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

decreto sicurezza

Salvini: "Via tutti i campi rom entro fine legislatura"

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

4commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno