20°

32°

Basket

Varese fa piccola Avellino

Prosegue l'ascesa della squadra di Caja. Pesaro e Capo d'Orlando perdono ancora.

Varese fa piccola Avellino
Ricevi gratis le news
0
Continua la striscia di scalpi importanti per Varese, che contro Avellino viene guidata da un super Okoye da 26 punti. Agli irpini non bastano i 22 di Rich. La squadra di Caja inizia molto bene, rifilando la doppia cifra di vantaggio agli ospiti campani nel primo quarto, trascinati da un super Okoye, autore di 12 punti già nel primo quarto (26-14). L’Openjobmetis si limita a gestire il vantaggio andando al riposo lungo sul +11, con gli irpini guidati dai 13 di Rich (18-19). Avellino rientra in partita nel terzo quarto, portandosi anche fino al -3 a metà frazione, ma Varese reagisce e riesce ad andare all’ultimo riposo sul +8. La Sidigas si porta però avanti nell’ultimo quarto grazie agli sforzi di Wells, autore di 14 punti in 16 minuti, e la partita si accende. Varese si riporta avanti con la tripla di Larson, ed allunga il solco con Okoye, con una tripla clamorosa prima e con l’assist per Delas dopo, per il +6. Varese gestisce nel finale eventuali tentativi di rimonta di Avellino, ed ottiene la vittoria finale per 82-75.

Lo scontro salvezza va a Brindisi, Pesaro è sconfitta nonostante i 17 di Omogbo: per l’Happy Casa 22 di Moore, con 4/8 da 3 punti.  Nel primo quarto sono i pugliesi a tenere l’inerzia, rimanendo in vantaggio per buona parte del quarto e chiudendolo sul punteggio di 23-15, grazie ai 7 di Moore. Ancora più facile il secondo quarto per l’Happy Casa, che si porta anche a +20, e va all’intervallo lungo sopra di +16 (29-19). Prova a rientrare in partita la VL, riuscendo stavolta a difendere meglio, obbligando i padroni di casa a dover subire un parziale di 20-11, culminato con la tripla di Clarke che porta i pugliesi a chiamare il timeout, con Pesaro che si porta a -7.  L’ultimo riposo vede i padroni di casa in vantaggio di nove punti, con 20 di Moore. Il distacco non subisce scossoni nell’ultimo quarto, con Brindisi che vince anche l’ultima frazione per 22-20 e si assicura la vittoria finale per 91-80.

Sassari prova a dimenticare l’eliminazione in Europe Cup, e con una prova convincente offensivamente infligge a Capo D’Orlando l’undicesima sconfitta di fila in campionato. Per i Giganti 20 punti di Polonara, 18 a testa per Pierre e Jones. I siciliani, cui non bastano i 23 di Faust e la buona prestazione offensiva, pagano le alte percentuali degli ospiti.
 Inizio sprint della Betaland, grazie a due triple consecutive di Kulboka, ma Sassari evita la fuga dei padroni di casa grazie ad un gioco da 3 di Pierre ed una schiacciata di Jones, portandosi in vantaggio grazie alla rubata+schiacciata di Polonara, e la seconda persa consecutiva di Capo, concretizzata da Stipcevic, porta alla prima sospensione della partita per l’Orlandina, chiamata da Di Carlo sul 13-9 per i Sardi. Dopo la sospensione una tripla a testa per Faust e Stipcevic, con l’atmosfera al PalaSikeliArkivi che si scalda. Capo è ha la mano calda, con due triple consecutive da parte di Stojanovic e Maynor che regalano la parità a 4.24 dalla prima pausa. Capo è pimpante in attacco, a parte qualche persa, ma decisamente distratta in difesa, dove concede ben 32 punti alla Dinamo nella prima frazione, con Sassari che va al riposo sul +8 (24-32). Bostic sfrutta la differenza di velocità con Campani e porta la Dinamo al massimo vantaggio, +11, che diventano 14 con la tripla di Hatcher, che causa il secondo Timeout per Di Carlo.

Il timeout lo chiamerà due minuti dopo Pasquini, con Capo che si riporta a -9 grazie alla combinazione tra Stojanovic e Knox. I giganti però si riportano sul +18, grazie alle polveri bagnate dei Paladini ed alla tripla di Polonara. Le due squadre vanno all’intervallo lungo sul 42-56 per gli ospiti, guidati da 16 di Jones, a cui risponde Stojanovic con 9 punti. Problemi tecnici al tabellone dell’ex PalaFantozzi in apertura di terzo quarto, la partita riprende dopo almeno 20 minuti, con il cronometro dei 24 secondi fuori uso. In campo, l’inerzia non cambia, con Sassari ancora saldamente in vantaggio: il distacco che fa l’elastico tra gli 8 ed i 18 punti, con la schiacciata di Bostic che firma il +20, massimo vantaggio, a 4 dall’ultimo break. Diventa un +23 un minuto dopo con la tripla di Polonara.

Il terzo quarto si conclude sul 62-77 per il Banco di Sardegna. Capo non riesce a trovare la via della rimonta, complice un Polonara capace di segnare anche di tabella ed una terna non benevola nei confronti dei siciliani. La Betaland ci prova, ma ad ogni suo sforzo offensivo corrisponde un’amnesia difensiva che Sassari fa pagare carissimo, con triple che piovono a catinelle dall’angolo (4 di fila per i Sardi). Pierre la chiude emotivamente, con la schiacciata su Knox con tanto di fallo subito (e necessità di trattamenti medici per l’Ex Virtus). La Betaland riesce ad aggiudicarsi soltanto il quarto parziale, ma il risultato finale recita 89-103: Sassari mantiene la scia di Bologna in ottica playoff, per Capo continua la crisi con l’ultimo posto condiviso ancora con Pesaro.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com
 

Varese fa piccola Avellino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia

PGN

Festa a Pontetaro: tutti sulla via Emilia Foto

I commercianti: «Miren venga incontro alla città»

CONCORSO

Accordo su Miss Italia: finale a Milano in diretta su La7

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Vita "green": domani con la Gazzetta lo speciale "Ambiente"

INSERTO

Vita "green": con la Gazzetta lo speciale "Ambiente"

Lealtrenotizie

L'Onu dichiara guerra al Parmigiano: come il fumo. Coro di critiche

Il caso

L'Onu dichiara guerra al Parmigiano: come il fumo. Coro di critiche

SPACCIO

Affari d'oro con i ragazzini: condannati i baby pusher di piazzale Borri

TRIBUNALE

La insegue e quando lei scende dall'auto la molesta: condannato

Soragna

Morto il professor Demaldè una vita per i campi e per l'Università

COLORNO TORRILE

Dai sindaci il sì alla fusione: «Una grande opportunità»

Varano

Addio a Villani, una vita per l'agricoltura

Processo sms

La Procura picchia duro

Bedonia

Maturità da applauso allo Zappa Fermi con jeep e degustazioni

parma calcio

Chiuso il processo per il caso sms: le maxi-richieste della Procura, l'"estate di lacrime" di Calaiò Foto

19commenti

il caso

E' morto il 66enne che ha tentato di uccidere la moglie a Martorano

ANTEPRIMA GAZZETTA

Sale e grassi: prosciutto e Parmigiano Reggiano nel mirino di Onu e Oms

PARMA

Scontro auto-scooter a Fontanini: un ferito grave

VIOLENZA

Chiusa in casa per anni, picchiata e allontanata dai figli: fugge e fa bloccare il compagno

1commento

12 tg parma

Pusher arrestato in viale Vittoria: i residenti applaudono i carabinieri Video

5commenti

Paura

Adolescente scompare nel nulla. Ore di angoscia per i genitori

lavori

Nuovo ponte della Navetta: venerdì la posa della prima pietra

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

Bologna

Confiscati beni per 7 milioni a un evasore "socialmente pericoloso" 

CARABINIERI

Concussione, peculato e mobbing: arrestato il vicecomandante dei vigili dell'Unione Val d'Enza

SPORT

CALCIO

Giornata di nervi tesi anche in ritiro. Amichevole con Naturno e Lana: il Parma vince 6-1 Video

calcio

Processo Figc: il procuratore chiede 15 punti di penalizzazione per il Chievo

SOCIETA'

VINO

Alessandro Borghese condurrà i Lambrusco Awards 2018: gara fra 248 vini "pop"

CALCIO

Reggiana verso il fallimento: il titolo sportivo è nelle mani del sindaco

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani