12°

26°

Sissa Trecasali

Lavori fermi al ponte di Gramignazzo

"Il consolidamento è urgente, non c'è sicurezza". I soldi ci sono, l'azienda pure, si doveva partire il 29 settembre. I cittadini: "Cosa si aspetta?"

Lavori fermi al ponte di Gramignazzo

Il ponte di Gramignazzo

Ricevi gratis le news
0

I lavori avrebbero dovuto iniziare il 29 settembre, ma ad oggi tutto è fermo nel cantiere per il consolidamento del ponte di Gramignazzo, sul Taro. E così tanti, a Gramignazzo e dintorni, temono di trovarsi di fronte all’ennesimo caso di mancata prevenzione, con il pericolo di dover intervenire a posteriori - dopo una piena del Taro - per rimediare a danni che si sarebbero potuti evitare, visto che il milione e 100 mila euro necessari per il primo stralcio di lavori sono disponibili.
«Noi membri del comitato spontaneo per la difesa del ponte di Gramignazzo - scrivono diversi cittadini - ci chiediamo perché, dopo la consegna dei lavori avvenuta il 29 settembre scorso e dopo tre giorni di cantierizzazione, l’intervento di consolidamento non sia ancora iniziato. Eppure il finanziamento arrivato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri dipartimento della Protezione Civile firmato dal dottor Franco Gabrielli recitava: “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche” e, sempre nella stessa ordinanza, si parlava di “interventi urgenti volti ad evitare situazioni di pericolo o maggiori danni a persone e cose”. La stessa Provincia di Parma nella sua delibera di approvazione del progetto ha definito i lavori “indifferibili ed urgenti” in quanto “la mancanza di interventi potrebbe causare un aggravamento della condizione della pila destra idraulica con eventuale collasso di tutto il ponte”».
«Gli stessi sindaci - continua la lettera - hanno segnalato più volte alle autorità competenti la pericolosità della situazione. Non esiste nessuna comunicazione che spieghi perché i lavori non siano ancora iniziati. Il sindaco di Sissa Trecasali Nicola Bernardi ha telefonato due volte in Provincia di recente. Nel primo caso gli è stato detto che si stava valutando la possibilità di intervenire stando sul ponte, mentre la seconda volta che non si erano ancora iniziati i lavori perché il livello del fiume era troppo alto».
I cittadini si chiedono quindi «se ci sia stato un errore di progettazione e se non sia stato considerato che sul Taro a Gramignazzo, specialmente nel periodo in cui si pensa di realizzare i lavori, difficilmente l’acqua scende sotto un certo livello, risentendo dell’influenza esercitata dal Po». Sempre gli abitanti di Gramignazzo si domandano se «c’è un errore di valutazione da parte della ditta appaltatrice, che si trova in difficoltà a realizzare i lavori in certe situazioni ambientali, eventualità che doveva essere risolta prima, poichè è dal 21 agosto che l’azienda sa di aver vinto la gara».
La lettera chiude esprimendo preoccupazione, anche alla luce dell'alluvione che ha colpito il territorio la scorsa settimana. «Che le amministrazioni di Sissa-Trecasali e Roccabianca non siano e non pretendano di essere informate periodicamente sull’avanzamento dei lavori non aiuta a tranquillizzarci. In settimana informeremo il dipartimento di Protezione Civile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

Calcio

Parma, tre punti costosi

cosa fare oggi

Domenica al profumo di fiori e di prugnoli: l'agenda

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

2commenti

scomparso

San Secondo, Claudio non si trova. Chi l'ha visto?

SALSO

Ex Tommasini, pronte cucine e laboratori per l'alberghiero

Intervista

Mara Redeghieri: «Recidiva e resistente in piazza Garibaldi»

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

6commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

FURTI

Romano Prodi è dal Papa, i ladri svaligiano la sua casa a Bologna

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover