14°

26°

EDITORIALE

Conti pubblici: cosa rischia davvero l'Italia

L'attendismo europeo e i rischi per l'Italia
Ricevi gratis le news
0
 

Bruxelles ha mostrato ieri - accanto al consueto balbettamento cerchiobottista - qualche sfumatura inedita che denota quanto meno la presa di coscienza di un momento delicatissimo nella mutazione degli equilibri economici, politici e sociali all'alba dell'era Trump.
Dunque, come previsto la Commissione Europea ha ribadito che i nostri conti sono a rischio e il patto di stabilità va rispettato, ma al tempo stesso ha convenuto che sisma e immigrazione hanno un impatto non trascurabile sui conti pubblici, rimandando di fatto all'inizio del 2017 l'ultima parola sulla manovra. In fondo c'è anche da tenere buono Matteo Renzi che minaccia seriamente di porre il veto sul bilancio dell'Unione. Fin qui nulla di nuovo. Dove il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici sembra mostrare un cambio di passo è invece nell'approccio sistemico ai bilanci degli Stati membri: «La Commissione Ue agisce come una sorta di ministro dell’eurozona», ha spiegato, e non più come «una sorta di aggregatore statistico», ovvero l'atteggiamento visto finora. Non bastano queste parole per pensare di avere finalmente una centralità reale nella politica economica, ma è un primo passo. Così come non va dimenticato - sempre in quest'ottica - il richiamo anche ai "secchioni", quelli nei banchi della prima fila con la tripla A: chi dorme su una montagna di surplus - Berlino in primis - resta un osservato speciale e dovrà essere la locomotiva di una politica europea espansiva: chi sopravanza gli obiettivi di bilancio, insomma, dovrà usare il surplus per sostenere sia la domanda interna che gli investimenti previsti dal piano strategico (si spera) che porta il nome di Juncker.

L'Italia di fronte all'attendismo fatto di bastone e carota potrà così continuare a sguazzare nella stucchevole battaglia referendaria che da qui al 4 dicembre dividerà il Paese in un manicheismo di schieramento più che di contenuti. E posticipare per l'ennesima volta l'attenzione verso i problemi reali, a partire dal debito pubblico. Del resto proprio in questi giorni - con la spietata lucidità che gli è propria - Ferruccio de Bortoli ha ricordato la disinvoltura tutta italiana nel considerare il debito pubblico come un problema remoto, creato da altri e che si risolverà fatalmente in qualche modo.

E invece no: quanto sta accadendo sui mercati (i quali, a differenza di Bruxelles, non prendono mai tempo) impone una riflessione. Con l'arrivo di Donald Trump a Washington l'attesa per una spinta inflazionistica fondata sul deficit è non solo il preludio a un rialzo dei tassi da parte della Fed, ma il segnale netto agli investitori di tutto il mondo che la fase dei rendimenti negativi è finita. Per tutti. Martedì i titoli di stato decennali giapponesi sono saliti sopra lo zero per la prima volta da oltre due mesi, il nostro Btp decennale in novanta giorni ha visto raddoppiare il rendimento e infatti lo spread con il Bund tedesco si è messo a galoppare verso quota 200. Siamo lontani - è vero - dalle vette drammatiche (570 punti) che segnarono la fine di Berlusconi, ma ogni punto percentuale di aumento del costo del debito vale - si stima - circa 23 miliardi di euro. Il quantitative easing di Draghi non può essere eterno. E allora il risveglio rischia di essere molto doloroso.

atagliaferro@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Ballottaggi

Urne aperte a Salso: alle 12 ha votato il 18,36%

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

3commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

1commento

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

1commento

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

12Tg Parma

Ladri scatenati a Felino: settimana di furti in paese

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

Superenalotto

Esce il 6: vinti oltre 51 milioni di euro

SPORT

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

FORMULA UNO

Mercedes davanti a tutti: non è solo questione di gomme

SOCIETA'

cultura

E' morta Chichita, la moglie di Italo Calvino

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse