-4°

12°

EDITORIALE

E questa volta i tedeschi siamo noi

E questa volta i tedeschi siamo noi
Ricevi gratis le news
0

Si è conclusa in Italia la breve vita di Anis Amri, il terrorista tunisino, affiliato all'Isis, autore della strage del mercatino di Natale di Berlino dove sono morte 12 persone. Si è conclusa nel nostro Paese proprio dove la carriera criminale europea di Amri era cominciata. Questo giovane, sedicente minorenne, infatti, era arrivato a Lampedusa assieme ai tanti in fuga dai disordini seguiti alla cosiddetta «primavera araba». Solo che, stando ai media tunisini, non era l'ansia di libertà a muovere Amri, ma semplicemente il tentativo di sottrarsi a una condanna per rapina a mano armata nel suo Paese, poi effettivamente arrivata dopo un processo in contumacia. Insomma quando arriva da noi Amri è già un criminale. Il tunisino dimostra da subito di essere un soggetto da prendere con le molle: assieme ad altri dà fuoco a un centro di accoglienza e, in un crescendo di violenza, commette altri reati fino a che una condanna a 4 anni di reclusione lo ferma. Temporaneamente e per poco, però, perché anche in carcere continua la sua carriera di violento in servizio permanente effettivo. Sono risse, minacce (un «ti taglio la testa» sibilato a un compagno di cella cristiano che fa presagire la sua successiva radicalizzazione), comportamenti anti-sociali. Il provvedimento di espulsione arriva subito dopo la scarcerazione, ma, come spesso succede, non diventa effettivo perché le autorità tunisine non riescono a inviare in Italia, nei termini stabiliti, i documenti che servono per farlo tornare a Tunisi. O non vogliono. Una prassi che si ripete spessissimo. E che non può essere ulteriormente tollerata perché ne va della nostra vita. Amri, quindi, decide di cambiare aria e lascia l'Italia per la Germania dove viene espulso una seconda volta. E naturalmente viene «graziato» dai ritardi delle autorità tunisine. In Germania affina la sua maturazione criminale entrando in contatto con gli ambienti dell'estremismo islamico. Senza naturalmente smettere di delinquere, visto che è fermato per spaccio di droga. Non è infrequente che il cammino di radicalizzazione si intrecci a comportamenti devianti che cozzano violentemente con la purezza dell'integralismo e con la ragnatela di precetti che scandisce la vita del credente islamico ortodosso. Il fatto che Amri, nel momento della sparatoria- secondo il prefetto di Milano - non abbia gridato «Allah Akbar!», «Dio è grande!», ma molto più prosaicamente «poliziotti bastardi!», dà un'idea del soggetto. Uno dei tanti «vuoti a perdere» che i burattinai dell'Isis usano, dopo averli convinti con blandizie e promesse condite da zelo religioso, per le loro azioni di morte. E così arriviamo a giovedì sera quando Amri, davanti alla stazione di Sesto San Giovanni, viene fermato per un controllo di routine da parte di una pattuglia delle Volanti. E qui, da balordo che si crede invincibile, apre, approfittando della sorpresa, il conflitto a fuoco che gli sarà fatale. E che procurerà all'Italia le lodi della Germania. Una cosa che non si vede spesso. La morale di questa storia assurda è che le cose semplici e il duro lavoro, cioè il controllo intenso del territorio che le forze dell'ordine svolgono tutti i giorni, a volte tra gli sfottò dei tanti, sono assolutamente indispensabili. Non bastano la telecamere e l'intelligence. Peccato che il Viminale, preso dall'euforia, abbia diffuso nome e cognome degli agenti che hanno ucciso Amri. Forse qualche preoccupazione in più per la loro sicurezza e la loro privacy sarebbe stata una scelta migliore.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Il royal baby di Meghan e Harry in arrivo ad aprile

inghilterra

Il royal baby di Meghan e Harry in arrivo ad aprile

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

Aeroporto di Parma: infrastruttura decisiva per il territorio

12 tg parma

Aeroporto Verdi, si va verso accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli Video

Ricerca

Imballaggi a base di cristalli e oli: il progetto anti-sprechi dell'Università di Parma

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

1commento

TEP

Dal fine settimana 9 nuovi bus sulle strade di Parma. Novità sul fronte filobus

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

incendio

Fienile con 800 balloni divorato dalle fiamme a Medesano: dopo oltre 20 ore, l'intervento continua Video

CULTURA

Parma ha ricordato Arturo Toscanini a 62 anni dalla morte Foto

MARZOLARA

Partita con rissa: indagini in corso. Daspo in arrivo?

carabinieri

Mezzi da lavoro spariti a Parma e Collecchio: ritrovati in zona Ceno Foto

nas

Un lavoratore in nero: multato un bar, sequestrati 11 chili di alimentari  Foto

donne

Donne in gabbia: difendersi dalla morsa della gelosia

elementari

La consigliera del ministro: «La scuola di Noceto un modello per tutta Italia»

LA SCELTA

Sarà il parmigiano Danilo Coppe a demolire il ponte Morandi

INTERVISTA

Saimir Pirgu: «Orgoglioso del debutto con Verdi al Teatro Regio»

Aziende

A Parma corre la green economy, agroalimentare in testa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

LA BACHECA

Ecco 20 nuove offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

milano

Durante i restauri alla casa trovano un cadavere murato

immigrati

Migrante respinto si lancia dall'aereo e manda in tilt Malpensa. Rintracciato nella notte

SPORT

Rugby

Casellato si pente, squalifica meno pesante

12 tg parma

Il mercato del Parma: El Kaddouri sempre più vicino, Di Gaudio verso il Verona Video

SOCIETA'

SPAGNA

Il papà del bimbo nel pozzo: "Abbiamo speranza che sia vivo"

fotografia

Torrechiara visto dall'alto di... un drone: foto e video di Giovanni Garani

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

ANTEPRIMA

La nuova Mazda3 sarà anche Mild Hybrid