16°

29°

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

Conti pubblici: la ricreazione è finita
Ricevi gratis le news
0

La ricreazione è finita. La quiete della pausa natalizia resa ancor più ovattata dalla defilata presidenza Gentiloni (per molti versi non è un male dopo tanto clamore) e una serie di dati economici tutto sommato confortanti, a partire dall'ottimismo dell'Istat per il 2017 e dal ritrovato clima di fiducia dei consumatori, avevano congelato per qualche settimana le preoccupazioni sullo stato di salute del Belpaese. Nonostante le perturbazioni bancarie.
Ma ieri una serie di ceffoni più o meno ben assestati ci ha ricordato che non godiamo di grande considerazione a livello internazionale. In un colpo solo Bruxelles chiede lumi sui nostri conti pubblici rilevando uno scostamento del Pil dello 0,2% (sono ben più di 3 miliardi di euro, non proprio bruscolini) con quel che ne consegue in termini di ripercussioni sul rapporto deficit/Pil; l'Fmi, poi, rivede al ribasso le nostre stime di crescita (+0,7% per quest'anno, +0,8% nel 2018) proprio mentre migliora le valutazioni di tutti gli altri «grandi» e stima il prodotto interno lordo mondiale in allegro rialzo del 3,6%; non è finita: la Ue coglie al volo i rimbrotti tedeschi sulle emissioni dei motori diesel di Fca chiedendo all’Italia «risposte convincenti al più presto» sulla compatibilità della Fiat 500x con la legislazione europea. Pena una possibile infrazione. Dopo quello che ha combinato Volkswagen forse sarebbe stato lecito attendersi un atteggiamento meno ruvido, ma Berlino mostra di avere i nervi scoperti nei confronti di Roma. Forse non riuscendo a incidere sulla politica espansiva di Mario Draghi si «vendica» così?.
Ma la vicenda delle emissioni, pur importante, resta in fondo marginale. Ben più grave è il fatto che il Fondo Monetario Internazionale - dopo che l'Italia ha perso anche l'ultimo rating "A", quello della canadese Dbrs - si dica preoccupato «dall'alta incertezza politica e dal settore bancario». Secondo l'Fmi i rischi sono la debolezza della domanda (confermata proprio ieri la deflazione nel 2016, pessima notizia per il valore reale del debito), la lentezza delle riforme e le crisi bancarie non risolte: ingredienti ideali per un rallentamento della crescita e dei prezzi rispetto agli altri Paesi. L'area euro, per intenderci, è stimata in crescita dell'1,6% sia quest'anno che l'anno prossimo. Semplicemente il doppio rispetto a noi. Siamo più in linea - invece - sul fronte delle disuguaglianze messe nero su bianco proprio ieri dall'Oxfam: se l'1% dei più facoltosi al mondo possiede quanto il restante 99%, in Italia il 20% della popolazione più ricca detiene oltre il 69% della ricchezza.
Ma torniamo a Bruxelles: dopo avere mostrato il volto gentile di un Moscovici quasi accomodante a novembre e poi aver metabolizzato la fine della parabola renziana caratterizzata dall'aspro dibattito sulla famigerata «flessibilità», oggi chiede conto dei nostri numeri. I toni non paiono da ultimatum, anche perché l'euroscetticismo imperante impone delicatezza, ma il rigore dal sapore teutonico è evidente. La Commissione europea ci chiede impegni precisi sulla correzione dei conti entro il 1° febbraio, in sostanza una manovra correttiva. C'è ancora un po' di tempo, ma non potremo fare finta di niente. Padoan sostiene che la nostra priorità resta la crescita ma il Governo dovrà dire dove intende trovare 3,2 miliardi di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

6commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street