-1°

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

I rilievi della Polizia Municipale

Ricevi gratis le news
0
 

Non è servita a niente la battaglia della signora Gina, 85enne di Cascinapiano che tre anni fa aveva portato in Provincia un foglio con un disegno fatto da lei della Massese: una mappa punteggiata di tutti i rischi e le cose da cambiare in quel tratto di strada teatro di tanti, troppi incidenti, spesso mortali.

Martedì mattina, su quella provinciale, sul ciglio (perché non c'è il marciapiede), in un buio pesto (perché non esistono lampioni e nessun altro segnale luminoso) è morto Filippo Ricotti, studente di 17 anni, travolto da un'auto davanti alla sorella di tre anni più giovane.

Una tragedia nella tragedia. Vissuta da due ragazzini che volevano «solo» andare a scuola. Aspettare l'autobus e raggiungere Parma in compagnia degli altri amici, come ogni mattina. Non è stato così.

Davanti a una tragedia così grande, ingiusta, assurda ma evitabile e altrettanto annunciata (quanti altri incidenti simili ci sono stati per cause simili sulla Massese dal '90 a oggi?) assistiamo al solito triste «teatrino» del rimpallo di responsabilità.

La Massese è una strada di competenza della Provincia, quindi verrebbe da pensare che dovrebbe essere la Provincia stessa a garantire la sicurezza dei pedoni e degli automobilisti, predisponendo interventi e lavori per migliorarla. Invece no. Come ha spiegato Gianpaolo Serpagli, consigliere provinciale con delega alla Viabilità in un'intervista a Pierluigi Dallapina «la Massese è una strada provinciale, ma la salvaguardia delle utenze deboli, cioè dei pedoni, è di competenza dei Comuni attraversati dalla strada. Quindi la realizzazione delle strisce pedonali, la loro illuminazione, l'illuminazione di un tratto stradale o la creazione dei dossi lungo la carreggiata spetta alle amministrazioni comunali, le quali chiedono un nulla osta alla Provincia prima di realizzare gli interventi». Quindi i Comuni chiedono il «nulla osta», e la Provincia può concederli oppure no. Il tassello conclusivo di questa lezione di burocrazia lo aggiunge il Comune di Langhirano. Che - come spiega il sindaco Giordano Bricoli - il 13 gennaio (sì, avete letto bene: appena una settimana fa) chiede via mail alla Provincia di poter fare le strisce pedonali proprio in quel tratto. E pochi giorni prima dell'e-mail c'era stata anche una richiesta telefonica a cui viene risposto («verbalmente») di no, perché «in quel tratto di strada già trafficato», le auto ci sfrecciano, se va bene, almeno sempre sopra i 70, quindi le strisce lo avrebbero reso più pericoloso.

Questo spaccato di vita tra amministrazioni è a dir poco sconcertante. La stessa logica su chi deve intervenire per mettere in sicurezza questo tratto di strada è imbarazzante: non sono pochi mesi che la Massese versa in queste condizioni, ma decenni almeno, e la dimostrazione è che nessuno mai, nessun Comune, Ente, Istituzione, ha costruito un marciapiede, un dosso, un dissuasore, una qualsiasi illuminazione di vecchia o nuova generazione. La Massese è così da sempre, una specie di superstrada dove tutti possono correre come i pazzi perché anche gli speed check sono farlocchi. Ci sono, a dire il vero, ma nessuno li fa funzionare (a quale ente spetterà questo compito?). Il giochino - fa male dirlo - è sempre lo stesso anche se cambiano le amministrazioni e i partiti: quello dello scaricabarile. Cari amministratori invece di fare la gara a chi più nulla osta chiede nel rispetto delle inutili regole della burocrazia, perché non provate ad eccellere nella disciplina di chi fa prima a fare le cose? Fatevi dare la mappa della signora Gina, magari, o pensate a Filippo: che ogni mattina quando andava verso la pensilina avvolta dalle tenebre accendeva la torcia dell'iphone per illuminare qu​el maledetto tratto di strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Animali Fantastici 2 subito al top

Locandina di "Animali fantastici 2"

SPETTACOLI

Cinema: Animali Fantastici 2 (I crimini di Grindenwald) subito al top degli incassi

Sara' 'Black Friday' anche alla Fondazione Toscanini

La Fondazione Arturo Toscanini

PARMA

Anche la Fondazione Toscanini fa il Black Friday

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

3commenti

Lealtrenotizie

Attesa per questa notte un'imbiancata sulla città

PRIMI FIOCCHI

Attesa per questa notte un'imbiancata sulla città

VIA SIGNORELLI

I ladri in casa: «Mi hanno rubato perfino le scarpe»

STALKER

Picchia e minaccia la ex: «Ti sgozzo»

POLIZIA

Ubriaco molesta le donne in strada: denunciato 33enne, sequestrato un coltello

E' successo in via Collegio dei Nobili

medesano

Assessore attacca il decreto Salvini: "Mia moglie è qui da 10 anni e paga i contributi ma la cittadinanza slitta"

Post su Facebook di Alessandro Barbieri, assessore ai Lavori pubblici del paese

STRADONE

Addio agli storici ippocastani

Il caso

Lizhang all'attacco: "Pronto a vie legali per riprendermi il Parma". Nuovo Inizio: "Socio non adeguato, riacquisto legittimo"

7commenti

PARMA

Incidente in via Torelli: coinvolti un bus e un'auto

GASTRONOMIA

Tenzone del Panettone, la grande bontà

GAZZAREPORTER

Zibello: un simpatico gattino a November Porc

VIGATTO

Gli Hawks in concerto dopo trent'anni

Parma calcio

Sondaggio - La coppia-gol che ci ha fatto sognare di più? Ça va sans dire Chiesa-Crespo. I risultati

UNIVERSITA'

Mobilità elettrica: il 22 convegno di EMS al Campus

"Mobilità elettrica, il futuro è oggi!": gli esperti radunati dall'associazione studentesca a confronto per sciogliere tutti i dubbi sulla mobilità a zero emissioni

furti

Ladri e furbetti della cassa in azione in due supermercati Esselunga Video

Indagine Italia Oggi

Qualità della vita, Bolzano sempre al top. Parma sale un gradino ed è sesta

1commento

Medesano

Incendio alla ex fornace di Felegara, quella dell'allarme "eternit sulle coperture"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché è giusto ricordare la guerra dei nostri nonni

di Michele Brambilla

2commenti

L'ESPERTO

Le agevolazioni per l'acquisto della prima casa

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

Nissan-Renault: arrestato il presidente Ghosn

GRANDE DISTRIBUZIONE

Conad: Francesco Avanzini è il nuovo direttore generale

SPORT

Intervista

L'ex Gazzola lancia la sfida al Sassuolo

F3

Pauroso incidente al Gp di Macao: frattura vertebrale per la tedesca Floersch

1commento

SOCIETA'

NAPOLI

Leda e il cigno: scoperto un affresco "a luci rosse" a Pompei Video

VELLUTO ROSSO

La comicità al femminile di Debora Villa al Paganini

MOTORI

RESTYLING

Mercedes Classe C, l'ammiraglia compatta

ANTEPRIMA

Aston Martin DBX, il primo Suv non sarà elettrico