13°

migranti

Padre Silvio Turazzi: «Meglio un mondo di fratelli che di egoisti»

 Padre Silvio Turazzi sui migranti «Meglio un mondo di fratelli che di egoisti»
Ricevi gratis le news
0

Ho vissuto tanti anni come migrante del Vangelo nel continente africano. Sono sulla sedia a rotelle. Sono stato accolto e amato come un fratello. Mi è stato chiesto di rientrare in Italia per una malattia (setticemia) ma non ho potuto dimenticare le mie sorelle e i miei fratelli per il legame di vera fraternità che si era creato. Ho fatto il possibile per tornare ogni anno una volta al mese. Capisco, perché ho visto, quanto sia vero lo scritto di Erri De Luca: «L’Africa è l’utero della specie umana. L’Africa è la miniera prima. L’Africa è la rapina più antica, schiavi, oro, diamanti, petrolio».
Con i miei fratelli missionari saveriani e con Paola, Edda poi Luisa, Lino, Antonina e la famiglia Volta è continuata e si è approfondito il legame con la gente congolese, che da oltre venti anni vive l’esodo dai suoi campi, l’insicurezza, fame, stragi (solo dal 2004 al 2010 sono morti circa 10 milioni di persone secondo l’IRC di New York) legato soprattutto allo sfruttamento delle ricchezze minerarie da parte delle potenze straniere (vedi rapporto degli esperti ONU, 29 novembre 2010). Questo avviene là dove un minatore guadagna un 1$ al giorno e la possibilità di vita non va oltre i quarant’anni. Nell’ultimo viaggio in Rd Congo, per ricordare il vescovo ucciso monsignor Munzhirwa, abbiamo sentito la vergogna per il profitto che abbiamo avuto, ieri e oggi, dalle sofferenze del popolo congolese per il traffico illegale delle ricchezze e per gli aiuti dati senza un vero controllo di corresponsabilità a poteri dittatoriali lontani dalla gente. Senza dimenticare l’inquinamento provocato dalle scorie atomiche sulle coste africane con grave danno della fauna ittica. Altre e numerose sono le voci del furto che continua nel continente africano come l’accaparramento delle terre (land grabbing), la svendita di OGM con conseguente distruzione dei mercati locali, il debito estero dato ai dittatori e richiesto alla gente con gli «aggiustamenti strutturali» che significa taglio a tutti gli stipendi degli statali…l’emissione di anidride carbonica, 35 miliardi per ogni anno, assorbito dalla foresta tropicale. Si, c’è anche una «giustizia climatica» che viene dimenticata e per questo è stata presentata al parlamento europeo una proposta perché sia riconosciuta e ripagato il debito ecologico attraverso l’U.A.
Certo non è solo l’Italia sul banco degli imputati ma le varie potenze ex-coloniali come Francia, Belgio, Inghilterra e in seguito, Stati Uniti, Cina…
Ma chi di noi non possiede un cellulare (chiamati da alcuni «insanguinati» perché composto da oro, coltano, cobalto…), computer e quanto è legato alle nuove tecnologie?
Mi ritorna la frase: «Aiutiamoli là…», mi sembra l’espressione di una mentalità che esprime paura e, non conoscenza dei fatti. La verità prima è «l’ingiustizia nei rapporti internazionali». E’ stato appiccato il fuoco poi ci si chiede: perché scappano? E’ vero, c’è chi sfrutta queste migrazioni, ma la gente che attraversa il deserto e dopo le sofferenze in Libia viene gettata nei gommoni non è la stessa che sfrutta il traffico.
Penso che non si possa dimenticare quanto ha detto Ki-Zerbo, grande storico africano sul debito che i paesi industrializzati hanno nei confronti del continente africano, in vite umane, ricchezze di ogni genere, gomma, metalli, petrolio… non per reclamare denaro ma per ripartire da una comune dignità.
L’accoglienza. Si, tanti errori sono stati fatti ma è possibile migliorare l’apertura da parte di tutti, istituzioni e privati per fare emergere e non affogare la dignità di ogni persona.
Sono membro di una piccola associazione, Solidarietà Muungano Onlus. L’esperienza che abbiamo vissuto con l’accoglienza è stata una ricchezza. Non è mancata la simpatia della gente e delle varie amministrazioni nel nostro comune di Torrile. Da vari anni abbiamo accolto più di un centinaio di giovani provenienti da vari paesi africani e culture diverse. La maggior parte di loro ha ottenuto la laurea in Medicina, Ingegneria, Economia, Informatica, Biotecnologia, Giurisprudenza, Farmacia… chiediamo loro il rispetto reciproco nella società in cui viviamo come nella vita di gruppo, una giornata di lavoro manuale e una mattinata per i servizi della casa. Ceniamo insieme, le spese personali sono coperte da alcune ore di lavoro. L’accoglienza è soprattutto vita di amicizia, studio, lavoro. L’integrazione è stata facilitata nello spirito della reciprocità. Non riceviamo aiuti particolari da istituzioni, ma la solidarietà di privati. Abbiamo aiutato vari lavoratori specialmente della Tunisia, a rientrare in patria per la scarsità attuale del lavoro. Molti avevano lavorato nell’edilizia o in altre industrie ma spesso in nero. La nostra non è che una piccola esperienza. L’idea di fondo è: meglio un mondo di fratelli che di egoisti. Ci stimola quanto ha fatto e scritto Papa Francesco nella lettera «Laudato Sì»: «L’interdipendenza ci obbliga a pensare a un solo mondo, a un progetto comune… a veder il pianeta come patria, l’umanità come popolo». Altri gruppi hanno fatto di più e meglio di noi ma ci auguriamo che queste esperienze possano moltiplicarsi.
Padre Silvio Turazzi, Solidarietà Muungano onlus

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Con la prossima versione di Whatsapp chi vorrà inserirvi in un gruppo dovrà chiedere il permesso

messaggistica

WhatsApp chiederà il permesso prima di aggiungerti ad un gruppo

Negramaro

Foto tratta da un video YouTube

Negramaro, via al tour. E a sorpresa c'è Lele sul palco

Malore per Gino Paoli, rinviato il concerto

Aosta

Malore (per influenza) per Gino Paoli, rinviato il concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Montesano, la coppia Cuccarini-Ingrassia, Angela Finocchiaro

VELLUTO ROSSO

Tocca alla coppia Cuccarini-Ingrassia, sabato Angela Finocchiaro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Limitazioni al traffico domenica 17 febbraio, dalle 8.30 alle 18.30, entro l'anello delle tangenziali

ambiente

Domenica 17 febbraio, dalle 8.30 alle 18.30, limitazioni al traffico - La mappa

1commento

il caso

"Bollino antifascista", Casapound si rivolge al Tar (contro Pizzarotti)

1commento

procura

Violenze e lancio di un tombino al derby Parma-Reggiana: arrestato tifoso granata Video

2commenti

Upi

Savona a palazzo Soragna nel ricordo di Orlandini: "Serve un'Europa più forte e equa" Video

via Francigena

Il principe Carlo a Berceto il 13 aprile?

anteprima gazzetta

Generazione Mahmood, "il mondo cambia"

Un'anziana di 91 anni

L'anagrafe dice che è morta. Ma non è vero

5commenti

lago verde

Cade su un pendio ghiacciato mentre fa scialpinismo: ferito un 47enne

1commento

Lutto

L'ultimo abbraccio di Parma a Roberta Terzi

Evento

B2C protagonista alle Fiere: taglio del nastro per il Travel Outdoor Fest Foto

auto storiche

Parma saluterà l'ultima tappa della 1000 Miglia (sabato 18 maggio) - Le foto

Scomparso

Franco Dini e il suo indimenticabile «Forza Parma» - Ascolta l'inno

prima categoria

Pareggio casalingo 1-1 del Fidenza con la Sannazzarese - Gli highlights

INCHIESTA

Maxi frode del vino, indagati anche i titolari della Ilcotre di Torrile

INTERVISTA

Alinovi: «Ecco il parco nella Parma»

9commenti

politica

Eramo "controcorrente": "Ma davvero una piccola pista nella Parma sarebbe così distruttiva?"

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Alitalia: il ritorno dello Stato aviatore

di Paolo Ferrandi

1commento

CHICHIBIO

«Al Tramezzo», cucina fresca, terra e mare di qualità

ITALIA/MONDO

ritiro

Dall'Ue stop a farmaci contro la tosse a base di fenspiride

presidente della repubblica

Mattarella grazia 3 persone: uccisero le mogli malate e il figlio tossicodipendente

SPORT

Serie A

La Juve batte il Frosinone (3-0) e vola a +14 sul Napoli

Football americano

Il qb "ribelle" raggiunge un accordo (riservato) con la Nfl

SOCIETA'

Brasile

Foto "schiaviste" su Instagram, si dimette la direttrice di Vogue Brazil

Porto Rico

Nave da crociera distrugge un molo durante l'attracco Video

MOTORI

moto

Guzzi Fast Endurance, l’aquila torna in pista

SERIE SPECIALE

Jeep Renegade S, porte aperte nel weekend