10°

23°

Buone Notizie

"Francesco, sei un mito. Che forza, che coraggio!"

"Francesco, sei un mito. Che forza, che coraggio!"
Ricevi gratis le news
0

 Francesco Canali ha raccontato la sua impresa di «maratoneta in carrozzina» agli studenti di alcune classi della scuola media Don Cavalli. 

L'incontro, voluto e organizzato dal professor Giovanni Crivello,  docente di educazione fisica, si è tenuto nel teatro della Don Milani e ha conquistato i tanti ragazzi e ragazze che hanno partecipato. Francesco, accompagnato da Claudio Rinaldi, uno dei suoi «spingitori», ha raccontato l'entusiasmante maratona di West Palm Beach, «corsa» in carrozzina, e ha parlato a lungo della Sla. Grande successo ha riscosso il video che ripercorre tutte le tappe del progetto «Vinci la Sla». Gli studenti hanno poi scritto delle riflessioni sull'incontro. Ne pubblichiamo alcune.
 
 
«E' stata un'esperienza molto bella poter vedere Canali perché ho visto una persona che, oltre alla malattia, ha un cuore e un coraggio da vendere».
Francesca Sacchi, 2ª C
«A me è piaciuta molto la parte della maratona e, soprattutto, la fine dove si vede che Francesco è veramente felice e piange dalla gioia. Nel video si vede anche che, negli ultimi metri, si uniscono le due figlie di Francesco. Questa esperienza è stata molto bella e divertente, soprattutto perché Francesco parla della sua malattia senza problemi. Ci ha anche spiegato le difficoltà che affronta tutti i giorni: per esempio per bere un bicchiere d'acqua ha bisogno di qualcuno che lo aiuti. Fortunatamente da parte della famiglia ha avuto molto sostegno».
Laura Rinaldi, 2ª C
«Francesco è una persona felice anche se non può muoversi».
Matteo Cerinelli, 2ª C
«Adesso so ce le cose che noi consideriamo grandi non sono niente in confronto a quelle di Francesco Canali».
Cristian Locci, 2ª C
«...Il mio problema mi sembrava insuperabile, irrisolvibile, poi vengo a conoscenza di ciò che ha affrontato Francesco Canali e solo in quel momento mi rendo conto che i problemi che credo di avere io oggi non sono niente e che, rispetto ai suoi, sono risolvibili, ma li affrontiamo nel modo sbagliato. (...) Credo che la sua forza e il coraggio di tutti gli amici che l'hanno aiutato siano ammirevoli: sono  loro le vere persone da applaudire...».
Lucia Villani, 2ª C
«Virtù, forza, / voglia, / di chi non si arrende / davanti a niente. / E fino alla fine / resta in partita; / finché non è finita, spera e s'impegna / per vincere / o perdere  a testa alta».
Federico Alessandrini, 2ª E
«Francesco Canali rimane un eroe che ha combattuto contro la sua malattia e non si è arreso».
Riccardo Montanini, 2ª C
«Alla fine dell'intervista abbiamo notato che quando Francesco parlava aveva sempre il sorriso, come nel video che ci hanno fatto vedere. Questo ci fa capire che anche se sei invalido, puoi riuscire ad apprezzare la vita, in modo forte, più di noi e che non bisogna mai mollare se la partita non è ancora finita. La sua esperienza è un esempio per tutti noi, per farci apprezzare tutte le cose che abbiamo. Noi corriamo, camminiamo, mangiamo, ci compriamo videogiochi, tutto quello che vogliamo e non siamo mai felici, lui però può fare poche cose ma è sempre felice. Questo, forse, vuol dire che lui sa davvero apprezzare la vita».
Cecilia Villani, 2ª C
«Sono rimasto impressionato dalla tua grandissima voglia di vivere e vincere la sfida contro la morte. Mi rendo conto che abbiamo molte cose in comune: anch´io amo il basket, la corsa e tutto quello che significa movimento. Penso che per te sia stato una tragedia questa malattia che ti impedisce di fare quello che immaginavi. (...) Penso che anch´io, quando diventerò grande, dovrò sostenere la ricerca se non sarà ancora stata trovata una cura per guarire questa malattia. Il nostro incontro mi ha fatto riflettere molto. (...) Combatti fino alla fine!».
Biagio Di Gennaro Vincenzo,  2ª E
«Lui mi ha dato la forza e il coraggio di capire che la vita non è finita di fronte a un problema perché c'è sempre una speranza».
Sara Vacchelli, 2ª C
«Caro diario, oggi abbiamo incontrato Francesco Canali, un vero mito, da adesso in poi seguirò il suo esempio, non avrò più paura di nulla (o almeno non come prima) se mi capiterà di aver paura penserò a lui e supererò ogni ostacolo, oggi vedendolo e sentendo ciò ce ci ha raccontato, mi sono vergognato di quello che ho scritto questa estate in Trentino. La mia paura non era niente in confronto a una “cosa grande” come quella di Francesco Canali».
Tommaso Longagnani, 2ª C
«Il suo è un grandissimo atto di coraggio; Francesco affronta tutta la maratona con il sorriso scolpito sul volto. Basta avere la forza, il coraggio e la determinazione per affrontare un problema e realizzare un sogno; cosa che Francesco Canali ha sicuramente avuto. Questa impresa per un ragazzo giovane, malato di Sla, è un atto, come dire, eroico».
Nicole Olimpi, 2ª C
«Francesco mi ha fatto capire che, nonostante il corpo sia fermo, i sogni continuano ad esistere».
Lorenzo Angelini, 2ª C
«Canali è un grande esempio per la sua forza di volontà».
Ilaria Dipaola, 2ª C
«Caro Francesco, ti ammiro molto, io non avrei trovato tutto quel coraggio.  (…) Da adesso in poi prenderò il tuo esempio  e supererò gli ostacoli che arriveranno sulla mia strada con il sorriso».
Vittoria Ferracini, 2ª E
«Coraggio. Arriva nei momenti più difficili / e ti aiuta ad affrontare impossibili sfide. / E´luce nel cuore che risveglia la voglia / di raggiungere il traguardo della vita. / E´come il pieno di benzina / che ti aiuta a sfrecciare. / E a volte ti affiancano angeli custodi / che ti spingono ad osare l´impossibile. / Il coraggio è per le persone che ci credono, / come lui, il mitico... Francesco Canali!».
Matteo Curci, 2ª E
«Caro Francesco, in questo incontro eccezionale io ho provato interesse e ammirazione per te e per la tua esperienza. Hai avuto un grandissimo coraggio che ti è servito a superare una grandissima difficoltà. (…) Ci hai dato tanti spunti su cui riflettere e ci hai trasmesso degli insegnamenti importantissimi».
Letizia Caruso, 2ª E
«Credo proprio che da oggi in poi la mia vita cambierà, grazie a te. Grazie ai tuoi discorsi mi si è illuminata la mente. Dalle foto, dagli articoli di giornale, ma soprattutto dai tuoi sorrisi ho capito davvero che cosa sia la forza. Dal nostro incontro ho imparato tantissimo, ma ciò che mi ha impressionato di più è stato l’insegnamento che ci hai trasmesso, cioè “si può perdere una partita, ma l’importante è non perdere il campionato”. (…) Tu  hai compiuto un gesto fantastico, coraggiosissimo e, non a caso, sei diventato un mito per tutti quanti». 
Filippo Delpogetto, 2ª E
«Io se avessi la Sla non so come reagirei, perché sapere che morirai, che non potrai più correre, giocare con gli amici, ballare ma anche semplicemente rispondere al telefono, mangiare, per me sarebbe una tortura! (…)  Sicuramente, come lui, non mollerei mai, ma so che non ce la farei perché cadrei subito in uno stato di depressione, ma non posso dirlo con certezza, perché mi ci dovrei trovare in quella situazione. (...) Ma una cosa la so, Francesco è un uomo coraggiosissimo, forte, è una persona meravigliosa».
Carlotta Donati,  2ª C
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

3commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

1commento

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

2commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno