14°

27°

Buone Notizie

Parma/Africa: lavoro e imprese per lo sviluppo

Parma/Africa: lavoro e imprese per lo sviluppo
Ricevi gratis le news
0

All’hotel Stendhal, incontro, organizzato dall’associazione «Il Borgo» e dalla Fondazione Borri sul tema «Parma/Africa: lavoro e imprese in rete per un reciproco sviluppo». Il relatore è stato Giuseppe Iotti che ha presentato una aggiornata ricerca sull’interscambio tra la provincia di Parma e l’Africa sub sahariana.
Si tratta di una realtà non trascurabile, rappresentando qualche punto percentuale del Pil mondiale, dell’export totale e delle importazioni, non lontana da un attivo commerciale. Ma soprattutto è un’area il cui tasso di sviluppo mediamente negli ultimi anni è stato e tuttora è assai superiore a quello anemico cui aspirano attualmente il nostro Paese e l’Europa. Un tasso dell’8% o superiore non è inconsueto né per Paesi esportatori di petrolio o materie prime (come  Nigeria, Angola, Gabon, Sudan), ma nemmeno per grandi Paesi agricoli come l’Etiopia.
Anche se purtroppo esistono realtà ancora di guerra e carestia, come la Somalia, molti Paesi del continente hanno innescato un modello di sviluppo dove la cooperazione internazionale di aiuto giustamente sta assumendo un ruolo di supplenza, ma il vero «driver» finalmente è l’economia, spesso autocentrata su propri imprenditori, professionisti, banche. Questo è vero addirittura in Paesi da poco usciti dalla guerra civile, come la Liberia e la Cote d’Ivoire, ma anche in situazioni ancora in incerta evoluzione come quella della Repubblica Democratica del Congo, ex-Zaire.
Un’area davvero in via di sviluppo, che con le sue materie prime può finanziare investimenti per infrastrutture, ma anche per uno sviluppo industriale che per il momento tocca in modo rilevante solo il Sudafrica, ma è in crescita in molti Stati, e naturalmente anche per i consumi di una parte crescente di popolazione che sta entrando nel circuito del commercio mondiale. Basti pensare ad esempio al largo utilizzo dei telefoni portatili, e all’importanza delle relative infrastrutture già in opera a questo scopo.
L’Italia ha già un ruolo non secondario nel commercio con questi Paesi, anche se nell’ultimo decennio il fenomeno macroscopico è stata la crescente presenza della Cina, sia come cliente di materie prime, che come fornitore di infrastrutture e beni di consumo. Tuttavia l’Italia ha la possibilità concreta di aumentare la sua presenza in questi mercati davvero emergenti.
La ricerca ha fatto una sintetica ricognizione delle principali voci dell’export italiano, oltre che delle importazioni, e ha rilevato come la provincia di Parma sia in questo omogenea al resto del Paese, esportando in particolare macchinari di vario tipo, specialmente quelli per l’industria alimentare (CFT Packaging, Sidel, Sacmi, Ocme, Gea Procomac).
Si fanno affari non solo con le realtà già sviluppate dell’Africa australe (dove è presente con ben sette siti produttivi la Parmalat), ma anche in realtà apparentemente meno probabili, come il Congo-Brazzaville, ed anche in Camerun o nel Senegal. Sono state citate inoltre altre presenze, come quelle del settore farmaceutico (Chiesi), o delle infrastrutture (Monatti, Pacchiosi Drill).
Significativa è la presenza delle Pmi, diverse delle quali già operano, naturalmente scontando grosse difficoltà. La rete della presenza diplomatica italiana è piuttosto estesa, con diciannove ambasciate nell’area, dotate di uffici commerciali. Si tratta anche qui di attivare sempre migliori sinergie che possono portare realisticamente a sviluppi importanti per entrambe le controparti interessate.
Il dibattito che ha seguito ha confermato questo orientamento, per esempio con la testimonianza di Laboscientifica che , con la Tech-system, è impegnata in Cote d’Ivoire.
Ha concluso l’incontro il consigliere regionale Gabriele Ferrari che ha tracciato le linee per una opportuna collaborazione anche della Regione Emilia Romagna (peraltro una delle aree già ora più impegnate in questo interscambio, sia come imprese private che come cooperazione) a questo quadro di sviluppo. Unanime è stata la richiesta all’associazione Il Borgo di favorire lo sviluppo di un tavolo comune per una programmazione sinergica delle conoscenze e della presenze che guardi al futuro grazie anche alla immigrazione africana presente a Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

RISSE NELLA NOTTE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

Intervista

Carminati: «Tosca è una tavolozza perfetta»

Incidente a Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

AMORE SENZA FINE

Laura e Raffaele, marito e moglie muoiono a 24 ore di distanza

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover