13°

26°

Buone Notizie

Africa, una missione di famiglia

Africa, una missione di famiglia
Ricevi gratis le news
0

di Margherita Portelli
Una missione di famiglia. L’Africa, per i Banchini, è divenuta una seconda casa. Stesso cognome, stessa chiamata: quattro medici che si sono innamorati del continente nero, e che dalla prima missione umanitaria non sono più riusciti a fare a meno di quelle terre rosse cui Ennio Banchini - chirurgo parmigiano in pensione di 67 anni - è legato ormai visceralmente da un decennio. E con lui il nipote Enrico, anestesista, il fratello Gianbattista, internista, e la figlia Silvia, chirurgo. A raccontare tutta la gratificazione dei mesi passati a operare là dove manca tutto tranne il sorriso, ci pensa alla perfezione un’immagine che Ennio ed Enrico raccontano ancor meglio delle fotografie.
 «Non dimenticheremo mai alcuni piccoli congolesi che per salutarci, al momento della partenza dopo una delle ultime missioni, avevano scritto una frase in italiano da incollare alla fronte: «Grazie, tornate presto». Riconoscenza attaccata con lo scotch su quella pelle d’ebano che già da tempo li aveva conquistati. Ennio Banchini, che per lunghi anni è stato primario a Piacenza, nel 2002 è partito per la prima volta per una missione umanitaria in Ghana.
 «Avevo cominciato con iniziative di cooperazione facendo venire qui in Italia un’intera equipe albanese, attraverso l’intermediazione dell’associazione Carlo Malchiodi per la ricerca in chirurgia, che presiedo, al fine di trasmettere loro alcune tecniche - racconta -. Stessa cosa con la Moldova. E poi l’Africa: dal 2002 almeno un paio di volte all’anno mi reco là. Sono stato in missione in Eritrea, Benin, Ghana, Congo e anche Bolivia. In Congo siamo ospiti delle suore Saveriane di Parma e dalla congregazione delle Piccole Figlie, e collaboriamo con il progetto Sorriso nel mondo, un’associazione internazionale per il trattamento e la cura delle malformazioni e deformità cranio facciali nei paesi in via di sviluppo». Nella vita di Banchini, che ha dato il via a questa esperienza riuscendo poi a coinvolgere anche la sua famiglia, ci sono due grandi figure professionali di riferimento: Carlo Malchiodi e Giancarlo Betta. «In questi anni abbiamo fatto tanto. Nella città di Uvira, in Congo, abbiamo dato il via all’attività endoscopica, che mancava completamente, donando loro i macchinari e insegnando ai medici del posto come utilizzarli - spiega Ennio Banchini -. Ora vorremmo far venire qui un loro medico per insegnargli come effettuare gli esami istologici, e a novembre, quando tornerò là, al ritorno mi piacerebbe poter portare con me una bambina di otto anni conosciuta durante l’ultimo viaggio: ha inalato un chiodo e ora convive con questo corpo estraneo nel polmone. Qui a Parma potrebbe essere operata nel centro diretto dal dottor Casalini».
 Una situazione difficile, quella del Congo: «A volte non riesco a credere a ciò che vedo: colera, lebbra, tifo, malaria, meningiti, tumori, gozzi» spiega Enrico Banchini, nipote di Ennio. «Di progresso a livello sanitario in questi anni non ne ho percepiti - aggiunge Ennio -: quello che è necessario fare, ancor più che operare per salvare vite, credo sia trasmettere le professionalità ai medici del luogo».
A spiegare la gioia di un’esperienza unica per gratificazione e arricchimento personale ci pensa poi Enrico.
 «Si parte, la prima volta, per scoprire se stessi - racconta -. Poi, quando si vive l’impatto con la miseria vera, si rimane legati a quei nostri fratelli meno fortunati e il cuore desidera fare ritorno in quelle terre. Perché davvero si riceve cento volte di più rispetto a quello che si dona. Sorrisi, abbracci, affetto. E poi il clima, la gente, il sole caldo dell’Africa. Si ritorna in Italia e si ha la consapevolezza delle cose semplici, di quanto sia buono, ad esempio, un bicchiere d’acqua fresca».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: è grave

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

1commento

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

3commenti

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due feriti

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

Polesine Zibello

Vuole i soldi per la dose e minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

5commenti

ITALIA/MONDO

SISMA

Forte scossa di terremoto in Molise: 4.2

tragedia

Morto bimbo di 4 anni ricoverato Modena, cause da chiarire

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

NAPOLI

Scheletro di bimbo negli scavi di Pompei. Il direttore: "Grande scoperta"

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento