21°

Buone Notizie

"I miei giorni di ferie in Calabria per aiutare chi lotta per la legalità"

"I miei giorni di ferie in Calabria per aiutare chi lotta per la legalità"
Ricevi gratis le news
0

Giovane e impegnata. Chi l'ha detto che i ragazzi di oggi sono tutti «bamboccioni»? Oggi pubblichiamo la storia di Chiara Ceresini, parmigiana che ha trascorso le sue ferie come volontaria di «Libera», associazione contro le mafie.

 
Vorrei condividere l'esperienza di cui sono stata partecipe questa estate. Quest'anno ho deciso di trascorrere le mie vacanze in Calabria, ma non da semplice turista, bensì ho deciso di trascorrere 10 giorni nella Piana di Gioia Tauro, precisamente nel paese di Polistena, per dare una mano alla cooperativa «Valle del Marro-Libera Terra», che dal 2004 si adopera per il recupero e la coltivazione di terreni confiscati alla mafia.
 Come mai scegliere di trascorrere i propri (pochi) giorni di ferie impegnandosi in un lavoro fisico e faticoso, senza contare la delicatezza della situazione sociale e culturale nella quale ci si va a inserire, per dirla in una parola, il «rischio» di approcciarsi a una realtà di criminalità tanto radicata e profonda? La risposta a questa domanda non l'avevo prima di partire, la curiosità e la voglia di fare qualcosa di concreto in prima persona mi hanno portato là. Col passare dei giorni si è delineato sempre più chiaramente che avevo trovato l'esperienza forte che stavo cercando, fatta di scoperte, incontri, talvolta incontri-scontri. 
Innanzitutto partecipare ai campi di volontariato dell'associazione «Libera» presuppone l'entrare in contatto con tanti altri volontari, provenienti da tutta Italia, la condivisione quotidiana di cose materiali, come spazi, cibo, acqua, ma soprattutto la condivisione di esperienze, idee, bagagli culturali diversi tra loro, ma proprio per questo unici e irripetibili.
 Il secondo grande incontro lo si fa con questa terra, la Calabria, tanto bella quanto sottovalutata, tanto ricca di bellezze, di paesaggi mozzafiato, mare cristallino e paesini arroccati sulle pendici dell'Aspromonte, quanto fatta di città in cui ci si incammina nel degrado di edifici abbandonati a se stessi, nel lassismo e nell'incuria di strade e servizi. Una terra popolata tanto da gente ospitale e calorosa, quanto da persone guardinghe e diffidenti. 
Dove ricercare la causa di queste contraddizioni, dove nascono, come si sviluppano, come arrivare ad amare tutto questo? La domanda non ha risposte semplici e univoche, ma relazionarsi con le persone che quotidianamente vivono e lottano per questa terra, che la abitano e scelgono di non abbandonarla,  aiuta certamente a capire e ad apprezzare di più quanto tutto questo abbia da offrire. I soci che hanno dato vita alla cooperativa della Valle del Marro hanno messo in campo il loro coraggio contro la prepotenza e i soprusi di quei pochi sostenuti da troppi, perché hanno creduto e credono che i problemi e la realtà marcia che rovinano questi luoghi non siano immutabili.
 Questo ha richiesto grandi sforzi e sacrifici, grandi rischi e rinunce, ma ha visto anche il conseguimento di soddisfazioni e riconoscimenti, in un processo che deve andare avanti e vincere sempre nuove battaglie. 
Gli stessi abitanti della zona, parroci, artigiani, ragazzi che siamo venuti a conoscere attraverso le loro testimonianze dirette, per schierarsi dalla parte della legalità compiono una coraggiosa scelta di campo, di cui pagano prezzi a volte molto alti, ma senza mai abbassare la testa e senza mollare. Molto spesso è capitato di incontrare persone che ci hanno ringraziato per il nostro contributo, un grazie vero e sentito e a noi non poteva che sorgere una riflessione: «Qui tutti ci ringraziano, ma noi stiamo qua 10 giorni dopodiché  torneremo a casa, ognuno alla propria vita e routine, chi resta qua è da ringraziare, noi non stiamo facendo niente di che». 
Ma la risposta, sorprendente quanto tutta l'intera permanenza a Polistena, ci è arrivata da Antonio e Domenico, soci della cooperativa: «Se voi ragazzi siete qua è perché purtroppo il problema esiste, altrimenti la vostra presenza non sarebbe necessaria. Voi ci date tanto coraggio. Quello che potete fare concretamente, anche una volta tornati a casa, è continuare a portare avanti sempre questa scelta, la scelta della legalità, contro ogni forma di abuso, contro ogni tipo di sopraffazione». 
Penso che sia giunto il mio turno stavolta, per tutti gli insegnamenti di queste persone ammirevoli, per la crescita e l'arricchimento che devo a tutti quelli che hanno partecipato, per tutto quanto ho vissuto in questi dieci giorni, dal profondo del mio cuore, grazie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

5commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

anteprima gazzetta

L'export made in Parma vola: +13% nel secondo trimestre

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

2commenti

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

1commento

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

7commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel