17°

27°

Solignano

In un libro l'opera di Amos Grenti

In un libro l'opera di Amos Grenti
Ricevi gratis le news
0

Trent’anni fa esatti, il 6 luglio 1984, iniziava l’avventura umanitaria del missionario laico solignanese Amos Grenti, benefattore in Sierra Leone.
Oggi, le tappe di quel progetto unico e grandioso sono raccolte in un libro, «Nonno Amos racconta». Il racconto di Nonno Amos, scrive nella prefazione monsignor Giorgio Biguzzi, Vescovo di Makeni, «non è solo una cronologia di fatti lieti o dolorosi. È un viaggio dentro di sé». Nella storia narrata dal missionario laico di Solignano ci sono «pericoli, crudeltà, azioni malvagie, assieme a generosità, coraggio, aiuto anche a rischio della propria vita».
Amos Grenti ha scoperto la vocazione in età matura, all’età di 61 anni, quest’anno di anni ne festeggerà 91. A quasi trent’anni dall’inizio della sua esperienza nel Paese più povero del mondo, martoriato dalle guerre e dalla miseria, Amos ha voluto lasciare una importantissima testimonianza del suo impegno a favore degli altri e far conoscere l’ultima sua sfida, quello di contrastare la mortalità infantile per denutrizione. Nel suo lungo viaggio, Grenti ripercorre le motivazioni della sua scelta e propone foto inedite, come quelle scattate fra l’agosto e il settembre del 1986 mentre stava lavorando al ponte di Kasolo, costruito con una piccola betoniera e l’aiuto di 10 ragazzi. Dopo quel primo passo ne seguiranno altri, importantissimi per il popolo della Sierra Leone.
Amos Grenti parla anche di una delle esperienze più drammatiche, quella dei bambini soldato addestrati per uccidere e mutilare. La testimonianza di Grenti non tralascia l’incontro con i ribelli a Masiaka, la sete struggente a Rotharen, il sudore, la polvere e i disagi dei lunghi viaggi, «sono i rischi – evidenzia Monsignor Biguzzi – che ha affrontato per procurare cibo, offrire medicine, costruire scuole, dare aiuto e speranza. Ha riportato il sorriso sulla bocca dei bambini, aiuto alle donne oberate di lavoro, aperto un futuro per i giovani. Ha coinvolto Parma e la solidarietà di privati, parrocchie, aziende, istituzioni. È stato il primo presidente dell’Associazione Amici della Sierra Leone per garantire continuità nell’opera. Non è mancato l’aiuto del popolo sierraleonese che durante il periodo di guerra ha saputo gareggiare in solidarietà e, eventualmente, superare gli orrori di una guerra civile senza senso». A riconoscenza del suo impegno il popolo sierraleonese gli ha conferito l’alta onorificenza di «Paramount Chief Onorario». Non mancano, nel libro, le tantissime opere sostenute e realizzate da Amos Grenti, un lungo elenco di benefattori e di quanti hanno nel cuore la Sierra Leone. Il ricavato della vendita del libro sarà interamente utilizzato nella lotta alla mortalità infantile per denutrizione in Sierra Leone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

1commento

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Teatro

Cevoli: «Il mio Rossini? Un mattacchione»

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: uno è morto

REGGIO EMILIA

Bidello di un asilo accusato di violenza su un bimbo di 4 anni

SPORT

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SERIE A

La Spal stende l'Atalanta con la doppietta dell'ex Petagna

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design