17°

27°

Consiglio

Busseto, chiesta la chiusura del centro islamico

Consiglio comunale, presa di posizione dei consiglieri di minoranza Capelli e Leoni. "E' stato permesso di aggirare le norme e prendersi gioco delle Istituzioni"

Busseto, chiesta la chiusura del centro islamico

Il centro islamico a Busseto

Ricevi gratis le news
0

La sede dell’associazione «Casa di pace deve essere chiusa, almeno in via temporanea, fino a quando non ci saranno tutti i requisiti necessari». A chiederlo è stato, in coda all’ultima seduta del consiglio comunale di Busseto, Stefano Capelli, consigliere di minoranza della Lega Nord. Con lui anche il collega di opposizione Gianarturo Leoni.
L’associazione «Casa di pace», sodalizio culturale di natura e orientamento islamico, si è insediato a fine maggio in un capannone di via Zandonai, con tanto di cerimonia ufficiale.
Da subito la Lega Nord, anche coi suoi vertici provinciali, ha voluto vederci chiaro ed ha chiesto una serie di informazioni alla giunta e all’ufficio tecnico. Ne è emerso, come evidenziato da Capelli mettendo mano alle risposte ricevute, che «l’associazione culturale sportiva “Casa di Pace” non ha i requisiti e non può in alcun modo utilizzare i locali di via Zandonai per lo svolgimento delle sue attività. Non solo: sta anche cercando improbabili scappatoie facendo entrare una seconda associazione di Fornovo Taro come co-locataria degli stessi locali, ed ancora la risposta che non può utilizzare i locali seppure in affiancamento ad una Aps regolarmente riconosciuta».
Capelli ha rimarcato che «avevamo ragione su tutto, ed è scritto nero su bianco. Se la Lega Nord non avesse vigilato e denunciato quanto stava accadendo nessuno avrebbe fiatato». Secondo il consigliere, a questo punto «ci sono state delle responsabilità gravi sia da parte della maggioranza comunale che ha appoggiato fin dall’inizio “senza se e senza ma” l’apertura di quella che più volte è stata definita moschea, che da parte di chi ha assicurato l’esistenza dei requisiti richiesti seppur inesistenti. Queste responsabilità ora dovranno essere identificate e, se necessario, perseguite. La prima domanda é dunque questa: ci si può fidare di una Giunta comunale che ha dimostrato di non essere in grado di sorvegliare il proprio territorio?». Passando poi al futuro ha fatto notare che: «E’ possibile che, in virtù del fatto che l’associazione “Casa della Pace” è stata presa con “le mani nella marmellata“, si arriverà ad avere una nuova, stravagante, situazione in cui una seconda associazione, questa volta una reale Aps di un comune il cui capoluogo dista 32 km in linea d’aria da Busseto, prenderà il posto della vecchia associazione. Ci sarà un iter complesso perché ciò possa avvenire, dovranno esser fatti dei lavori, rispettare obblighi di sicurezza e igienico-sanitari, nonché produrre adeguata documentazione sulla attività che si intende intraprendere come Aps, non è sufficiente tenere corsi di lingua araba per i bambini e corsi di italiano destinati prevalentemente alle donne, come dichiarato nella relazione dei tecnici comunali, ma alla fine succederà probabilmente quanto descritto. Ed ecco quindi la seconda domanda: sarebbe giusto tutto questo?». Capelli ha quindi affondato dicendo che «E’ stato permesso di aggirare le norme e prendersi gioco delle Istituzioni, e questo è sbagliato, come non è neppure credibile che il Comune non potesse non sapere a priori che l’associazione in questione non era una Aps, visto che per l’iscrizione nell’albo provinciale, copia della domanda va inoltrata anche al Comune sede legale dell’associazione per l’espressione del parere preventivo sull’iscrivibilità. Il parere del Comune è obbligatorio e deve essere espresso entro trenta giorni dal ricevimento della domanda. Siamo quindi di fronte a due pesi e due misure? Ci sono cittadini di serie A e di serie B? I bussetani cosa ne pensano?».
A lui ha risposto il responsabile dell’ufficio tecnico comunale rimarcando che è, comunque, in corso l’iter finalizzato a sistemare la questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella"

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

8commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

12commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

6commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design