19°

33°

Serie A

Il Parma ci crede fino alla fine e trova un pari a Bologna

Un gran gol di Palladino pareggia la rete di Cherubin - La gallery del match

I complimento di Acquah a Palladino
Ricevi gratis le news
8

 Il primo lo serve Cherubin al Bologna con un movimento da grande attaccante, il secondo Palladino al Parma con un difficile diagonale al volo: piatti pregiati per un derby emiliano dell’ora di pranzo che finisce con un pareggio. Saranno gli altri campi a decretare valore e significato di questo risultato
Con Cassano, infortunato, in tribuna a fianco al presidente Ghirardi a pensare all’azzurro, Parolo squalificato e Amauri partito in panchina, alla squadra di Donadoni è mancata quella concretezza che aveva fin qui accompagnato il gioco sempre effervescente. Gli uomini di Ballardini trovano invece una prestazione compatta che segue la prova di San Siro ed escono dal Dall’Ara forse con più rimpianti degli avversari per non aver portato a casa i tre punti, per loro una mezza salvezza.
Il vantaggio del Bologna arriva con un difensore centrale che si inventa un’azione da ariete, una di quelle giocate che un anno fa da queste parti venivano proposte da Gilardino: servito in mezzo all’area da un piazzato di Christodoulopoulos, Cherubin ammortizza e nasconde il pallone con lo stop, spalle alla porta usa il corpo per tenere a distanza Paletta, si gira e trova l'angolo col sinistro. La dedica nell’esultanza è per il compagno Della Rocca fermato da un lungo infortunio.
Un minuto prima era stato Kone a sparare in curva da ottima posizione. Ma fin lì i padroni di casa avevano dovuto soprattutto contenere il consueto fraseggio del Parma, la rapidità di Biabiany e Schelotto, bravi a scambiarsi il posto di frecce del largo tridente, puntuali a inserirsi anche se non sempre precisi in appoggio. A Palladino, preferito all’ultimo ad Amauri, era stato annullato un gol al 25': la bandierina alzata è parsa una decisione giusta, anche se per questione di centimetri.
Nella ripresa, nonostante l’ingresso di Amauri, il Bologna fa di tutto per legittimare il gol segnato e sfiora il secondo quando Cassani respinge sulla linea un tentativo debole di Cristaldo. Al 34' è Biabiany però a sfruttare quel briciolo di energia che ha conservato per allargarsi sulla destra e pescare con un lungo cross che attraversa lo specchio ancora Palladino: il gesto è apparentemente semplice, ma l’attaccante incrocia un complicatissimo diagonale con un colpo al volo di sinistro che rimbalza subito in terra e finisce nell’angolino opposto.
Resterebbe lo spazio per il dolce della casa, ma Acquafresca in contropiede non riesce a cucinarlo, complice anche una bella respinta di Mirante: niente da fare e il pari è servito, nell’anticipo delle 12.30, un’orario contestato dalla curva rossoblù con uno scherzoso lancio di piatti di plastica in avvio. Il derby della via Emilia era iniziato con i piatti di plastica lanciati verso il terreno di gioco per dire no alle partite delle 12.30. È il modo con cui la curva del Bologna all’inizio del derby contro il Parma, al Dall’Ara, ha protestato contro l’orario di questi anticipi: "A quest’ora si mangia, non si gioca a pallone", il contenuto di uno striscione in dialetto bolognese esposto all’ingresso in campo delle squadre. "Un orario che incide nell'economia della partita", ha confessato Donadoni alla fine del match. E sabato al Tardini arriva l'Inter in una sorta di finalina per l'accesso all'Europa League.

Cassano in tribuna a fianco di Ghirardi: no comment sullo stage azzurro

Antonio Cassano, avvicinato al termine del pareggio tra Bologna e Parma, ha preferito non rispondere sulla sua condizione fisica e sulla convocazione per lo stage degli azzurri a Coverciano. Il fantasista barese ha guardato la partita dagli spalti, al fianco del presidente dei gialloblù, Tommaso Ghirardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gian Paolo

    14 Aprile @ 19.15

    Siamo a 5 partite dalla fine, cosa aspetta il Dona a dare spazio a Cerri e qualche giovane meritevole. Amauri è meglio che resti in panca e, se è vero che lo cercano oltre Manica, convinciamolo che è l'occasione della vita. Battiamo l'Inter è andiamo in Europa, forza gialloblù! Gian Paolo Galloni

    Rispondi

  • carlone1973

    14 Aprile @ 11.45

    E del rigore per il bologna per fallo di acquah?... non dimentichiamocene.....alla fine del campionato gli errori a favore e sfavore si compensano sempre....quindi per il futuro non facciamo più polemiche ....

    Rispondi

  • AleAle

    14 Aprile @ 08.30

    ha ragione Roberto- gran brutto Parma contro una brutta squadra. Parma DOVEVA venire a casa con tre punti non uno ma si sa che a mezzogiorno giocano malissimo. Il problema della squadra non era tanto la mancanza di Parolo o Cassano ma che la più parte dei giocatori hanno giocato molto male- non erano se stessi ….Paletta era inguadrabile ( mai avrei pensato di dirlo ) e ha colpe sul gol, Schelotto idem e perdeva palla e si mangia gol, Marchionni senza idee e disastroso, C'era uno per reparto che dava il peggio di sé. Speriamo che sia stata solo una giornata no legata all'ora….l'ultima partita al Tardini all'ora pranzo era su per giù simile con una squadra mezza rincretinita. Che l'orario causa problemi per i giocatori? Considerando che le ultime sono state alla sera ( squadra solita e abbastanza "normale" ) e ieri si giocava alle 12.30 ( orario che ha già causato problemi con la squadra)? Sarebbe curioso fare uno studio x vedere se ci sia effettivamente un problemino con il rendimento a ora pranzo nonostante la preparazione al cambio ora.

    Rispondi

  • andreastrajè

    13 Aprile @ 20.36

    ah...di sicuro abbiamo regalato un punto a quella squadraccia del Bologna.....ma la classifica per fortuna sorride ancora!

    Rispondi

  • VELENOSO

    13 Aprile @ 19.55

    Oggi abbiamo giocato male, inutile prenderci in giro. Senza Cassano e Parolo, siamo una squadra normale da BASSA CLASSIFICA. Domenica rientrerà Cassano? Non so se essere contento o no infatti incontra l'Inter la sua squadra del cuore e non vorrei che giocasse come all'andata a San Siro in cui non tocco palla perchè se così fosse sarebbe una cosa molto grave E POCO professionale Se poi pensiamo che tra 15 giorni ci sarà ANCHE la Sampdoria, visto quello che è successo all'andata mi vengono i sudori freddi. Certo che se vuole guadagnarsi un posto ai mondiali NON DOVRA' CICCARE nessuna delle cinque partite che mancano SE NON S'IMPEGNERà CON INTER E SAMP, I MONDIALI PER LUI.....EVAPORERANNO COME NEVE AL SOLE.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

2commenti

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

PARMA

Un'auto e un camion a fuoco: doppio intervento dei vigili del fuoco Foto

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

12 tg parma

Nuovo anno scolastico, in provincia ci sono ancora 400 cattedre scoperte Video

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

4commenti

POLEMICA

Pizzarotti: "Mangio il Parmigiano e saluto chi lo scredita"

Il sindaco di Parma pubblica un post su Facebook per inserirsi nella polemica sul caso "Onu - Parmigiano Reggiano"

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

1commento

GAZZAREPORTER

Le foto del lettore Mattia: "Parco Ducale, quelle statue che attendono di essere ripulite"

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

2commenti

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

2commenti

ECONOMIA

Cft si rafforza: acquisita la maggioranza della bergamasca Comac

L'azienda è attiva nel settore delle macchine per il confezionamento della birra

corniglio

La provinciale 116 sarà interrotta per lavori a Ponte Romano

Berceto

Sciacalli a Valbona, rubate le pietre del «Castello»

PARMA

Francesco Barbieri (ex Gcr): "Sull'inceneritore solo delusioni" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

1commento

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

politica

Salvini querela Saviano: "I suoi post su Facebook ledono il ministero"

A14

Motociclista va contromano in autostrada: "Avevo dimenticato lo zainetto"

SPORT

ciclismo

Tour: bis della maglia gialla Thomas sull'Alpe d'Huez

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

SOCIETA'

VERONA

Sberla in faccia a uno studente, condannata prof di matematica

LIVORNO

I cipressi di Carducci a Bolgheri sono malati, 80 saranno abbattuti

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita