Ciclismo

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!

Dumoulin si impianta e il sardo conquista la maglia rossa. Vittoria di tappa epica di Ruben Plaza (Lampre-Merida).

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!
Ricevi gratis le news
0

Onore a Ruben Plaza (Lampre-Merida), autore di una fuga solitaria di 114 km con pendenze mica male disseminate per strada. Non ce ne voglia, ma la sua epica impresa passa in secondo piano perché Fabio Aru (Astana) ha vinto la Vuelta a España 2015. E l'ha vinta con una gara tatticamente perfetta e lucida: mica semplice dopo la caduta di venerdì.

Tom Dumoulin (Giant-Alpecin), la maglia rossa si impianta al secondo passaggio sul Puerto de la Morcuera e perde un’infinità di minuti. Manco fossero secondi, perché al sardo bastava guadagnarne 6 per indossare la casacca scarlatta del leader e quindi vincere il suo primo ‘Grande Giro’ dopo averci tentato in due Giro d’Italia. Sì, perché la tappa 21 di domenica è assolutamente inutile, come di consuetudine, ai fini della classifica.


LA CRONACA DELLA TAPPA

Sull’impegnativa salita del Puerto de Navacerrada (1ª cat., 9,4 km al 6,6%, 11,25% max), attaccano subito in 39 con varie schermaglie, ma prima della seconda salita, quella - affrontata per la prima volta alla Vuelta - di Puerto de la Morcuera (1ª cat., 11,5 km al 5,4%, 8,5% max), la situazione cambia ancora: fugge via da solo Ruben Plaza (Lampre-Merida), i 38 inseguitori fanno gruppo compatto e il plotone con la maglia rossa Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) e Fabio Aru (Astana) dietro a 10’50’ di ritardo.

Dopo lo scollinamento la Movistar decide di mischiare le carte, favorendo (e inserendo tre corridori) in un gruppo dei primi inseguitori che si stacca creando una frattura alle spalle di Ruben Plaza, che ora è dunque inseguito da tre gruppi.

L’azione del valenciano della Lampre-Merida è da applausi: Ruben Plaza prosegue al comando e addirittura rosicchia secondi sia sugli inseguitori (dai quali si stacca Reza per tentare di agguantare il fuggitivo) che sul groppone della maglia rossa e di Aru.

Maglia rossa, Dumoulin, che può far tirare il fiato alla squadra: tira infatti la MTN-Qhubeka, visto che il decimo posto in classifica di Louis Meintjes è messo in pericolo da Romain Sicard (Europcar), entrato nel gruppo degli inseguitori.

Tra questi, parte Giovanni Visconti (Movistar) quando il distacco da Ruben Plaza ha raggiunto i 3’ e Alessandro De Marchi (BMC Racing) lo segue a ruota: sono loro i più prossimi inseguitori del battistrada.

Intanto, sulla seconda ascesa del Puerto de la Morcuera ma percorso dalla parte opposta (1ª cat., 10,4 km al 6,6%, 9,5% max), Mikel Landa e Fabio Aru (Astana) prendono la testa dell’ormai gruppetto maglia rossa e i due allungano. Rimane attaccato solo Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), ma Dumoulin non tiene il ritmo e prima di riportarsi sotto a fatica si stacca di qualche secondo insieme agli altri reduci del plotone: Esteban Chaves (Orica-GreenEDGE), ‘Purito’ Rodriguez (Katusha), Mikel Nieve (Team Sky) e Nairo Quintana (Movistar), che però perde Alejandro Valverde (Movistar), che molla il colpo.

Ma Aru riparte e Dumoulin non ce la fa! Il sardo guadagna un ventina di secondi e ritrova altri due compagni di squadra (oltre al sempre vigile Mikel Landa) fermatisi ad attenderlo: il kazako Andey Zeits e lo spagnolo Luis Leon Sanchez, che iniziano ad andare a mille staccando la maglia rossa di 3 minuti (rilevamento al termine della salita del Puerto de Cotos - 1ª cat., 11,0 km al 5,3%, 8,5% max, anche questo già scalato a inizio tappa). Attaccano però Nairo Quintana (Movistar) e Rafal Majka (Tinkoff-Saxo), desiderosi di guadagnare posizioni in classifica generale e ‘Purito’, sentendosi attaccato nella sua terza posizione, si mette a tirare il gruppetto di Aru, facendo di fatto il gioco del sardo.

In testa, nonostante tutte le salite, c’è sempre Ruben Plaza, inseguito ora dalla coppia composta da Alessandro De Marchi (BMC Racing) e José Gonçalves (Caja Rural). Ma lo spagnolo è in giornata di grazia e trionfa dopo la ripida discesa del Puerto de Navacerrada (affrontata in salita in precedenza).


ORDINE D’ARRIVO - TOP TEN

1) Ruben Plaza (Lampre-Merida) in 4h37’05”
2) José Gonçalves (Caja Rural) +1’07”
3) Alessandro De Marchi (BMC Racing) +1’08”
4) Romain Sicard (Europcar) +1’29”
5) Amael Moinard (BMC Racing) +1’30”
6) Carlos Verona (Etixx-QuickStep) +1’30”
7) Sergio Henao (Team Sky) +1’30”
8) Kenny Elissonde (FDJ) +1’35”
9) Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale) +1’43”
10) Moreno Moser (Cannondale-Garmin) +2’40”



CLASSIFICA GENERALE - TOP TEN

1) Fabio Aru (Astana) in 83h01’40”
2) Joaquim Rodriguez (Katusha) +1’17”
3) Rafal Majka (Tinkoff-Saxo) +1’29”
4) Nairo Quintana (Movistar) +2’02”
5) Esteban Chaves (Orica-GreenEDGE) +3’30”
6) Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) +3’46”
7) Mikel Nieve (Team Sky) +7’26”
8) Daniel Moreno (Katusha) +7’32”
9) Louis Meintjes (MTN-Qhubeka) +10’46”
10) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +11’30”

Aru in trionfo, è la Vuelta buona!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Wanda Nara

Wanda Nara

"STRISCIA"

Tapiro d'oro a Wanda Nara: "Icardi? Rinnova..."

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng: matrimonio (e amore) al capolinea

gossip

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng: matrimonio (e amore) al capolinea

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Indie, l’altra faccia del digital entertainment. Ecco 10 delle produzioni indipendenti più interessanti degli ultimi mesi - Foto

VIDEOGAME

Indie, l’altra faccia del digital entertainment: 10 produzioni interessanti Foto

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Nel 2018 aumentati gli incidenti e le vittime

POLIZIA STRADALE

Nel 2018 aumentati gli incidenti e le vittime

Prevenzione

Via Trento, bar chiuso per ordine del questore

QUATTRO CASTELLA

Bianello: il fantasma «parmigiano» entra nel percorso turistico

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

WEEKEND

Un sabato d'inverno tra sci, teatro e... festa del gelato: l'agenda

TRAVERSETOLO

Addio a Valter Petrolini, pilastro del volontariato e della Barilla

FIDENZA

Muore all'improvviso l'appuntato Biagio Vetrugno

LANGHIRANO

Banda del buco svaligia la tabaccheria

Collecchio

Raid di un ladro in un parcheggio: condannato a 2 anni

LUTTO

Addio a Bruno Paletti, maestro antiquario

POLITICA

Fondo Imu-Tasi: niente taglio da quasi 2 milioni per Parma

L'annuncio del sindaco Federico Pizzarotti 

FATTO DEL GIORNO

Gli incidenti mortali sono più che raddoppiati nel 2018 a Parma: sotto accusa le distrazioni da cellulare

furti

Polisportiva Gioco: ritrovato il pulmino con le handbike rubato nella notte  Foto Video

"Visitati" anche i locali della Boxe Parma

3commenti

12 TG PARMA

Arrestato il pusher che vendeva hashish davanti all'Itis. Grazie a genitori e prof Video

1commento

CARABINIERI

Il cittadino eroe che ha aiutato i militari a bloccare il pusher violento

6commenti

piazzale santafiora

I ladri tornano a colpire a scuola: stavolta tocca alla Sanvitale Foto Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Fuga dal voto (17 milioni) contro la rissa dei politici

di Vittorio Testa

1commento

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

PONTE MORANDI

Il sindaco di Genova: "Il nuovo ponte sarà percorribile il 15 aprile 2020"

MILANO

Quattro condanne fino a 9 anni per il ferimento del figlio della Ventura

SPORT

PARMA CALCIO

Jiang Lizhang annuncia il "suo" aumento di capitale

12 TG PARMA

Mercato: il Parma sempre su El Kaddouri, in attacco sfida Stepinski-Diabatè Video

SOCIETA'

Hawaii

Incontro ravvicinato con lo squalo bianco più grande del mondo

LIBRI

"Il Bugiardino" di Marilù Oliva - "Nonostante, libera" di Bruna Orlandi

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai