19°

29°

Arte-Cultura

Si può mentire in pittura? Forse sì

Si può mentire in pittura? Forse sì
Ricevi gratis le news
0

Stefania Provinciali
Un’indagine sulla menzogna che coinvolge settori della vita civile destinati a far discutere come la finanza e il giornalismo o discipline cruciali come l’etologia o la psicanalisi e le diverse arti, non poteva dimenticare le arti figurative. Così all’interno dell’iniziativa Mondobugia, ideata e promossa dall’Associazione Remo Gaibazzi presso la sede di Borgo Scacchini, un gruppo di pittori è stato invitato a rispondere, con una o più opere, a una domanda singolare: si può mentire in pittura? Hanno accettato la scommessa undici artisti, tutti con peculiarità ben definite, tali aprire un confronto ideale e formale dai risvolti complessi nella mostra visibile fino al 9 aprile. Si può avviare idealmente questo percorso in compagnia di William Xerra, presente con una tecnica mista su tela. L’artista, celebre per le opere e il manifesto «Io mento» letto da Pierre Restany alla Fondazione Mudina nel giugno 2002, ha dato vita ad un confronto sul senso di questo stigma: un ammonimento, una confessione, un paradosso, un meccanismo di protezione? "Io mento" è la svolta del lavoro di Xerra, che attraverso l’immaginazione trasferisce la sua riflessione utilizzando gli idiomi, le scritture, i linguaggi dell’arte. Visionario e ironico Renzo Dall’Asta «mente» sull'immagine dell’uomo. I suoi colori accesi, le atmosfere comunque inquiete pur di fronte alla rappresentazione di una forma reale rappresentano la cifra espressiva di un lavoro dove la veridicità delle forme si scontra con i significati: «chi la fa l’aspetti» suggerisce la gigantesca rana a chi guarda. Il vero e il falso sono stati alla base dell’opera di Gabriele Ferrari che oltre ad insinuare il dubbio di fronte alla composizione « «Fronte?» e «Verso?», espressione di varianti possibili del reale, si rende artefice di un ironico racconto con alcune immagini che altri non sono se non le fotografie del dipinto eseguito. Per Nunzio Garulli la menzogna passa idealmente attraverso gli opposti, il «bianco» e il «nero» di una realtà che va sfumando nella pittura mentre per Candida Ferrari, la bugia si insinua nelle infinite e possibili illusioni offerte dal materiale, secondo la luce e la posizione dell’occhio. Quale menzogna, dunque, è frutto del nostro vedere e quale dell’oggetto? La domanda pare d’obbligo. La bugia di Alberto Reggianini scalfisce gli effetti della pittura con un’immagine sovrapposta in un complesso di suggestioni visive e narrative. La menzogna è sottile, si offre solo allo spettatore attento, confonde, allude pur nella piacevolezza di un’operazione complessa fra pittura ad olio e collage.Va oltre il reale con la sua pittura carica di invenzioni cromatiche e formali Antonella Mazzoni che scava nell’immaginario, vero o falso che sia, l’effetto offre curiose suggestioni e induce al dubbio di fronte alla ragionevolezza visiva.Esce con effetti cromatici dai cupi colori della tela la bugia di Simone Ponzi. O è forse il contrario? E’ la bugia che si insinua con i suoi cupi colori sui chiari effetti visivi? Allo spettatore scegliere quanto di vero o di falso la materia pittorica può offrire. E' un gioco, allusivo, divertente e divertito quello offerto da Silvano De Pietri che insinua il proprio segno su antiche stampe rendono un ideale paesaggio campestre «terra» di dubbi e umane certezze fra una gru ad alta tecnologia che con ammirevole perfezione si staglia sullo sfondo, un amplesso sulla porta di casa od ancora un impiccato che si insinua in un riposante paesaggio. Emblema della bugia è il Labirinto di Augusto Vignali, dove ogni «via» pare condurre all’uscita ma è solo illusione o mera falsità. Una bugia la sua che si «scopre» fra pensieri e parole sul filo di una grafia dai «dubbi» significati. Infine Antonio Occulto inserisce la sua «Trappola per il paesaggio», trappola per gli occhi e per la mente.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

3commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

1commento

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

1commento

FONTANELLATO

Brucia la corte dei Boldrocchi: addio al recupero?

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

6commenti

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

INDIA

Panico in volo: passeggeri, sangue da naso e orecchie

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse