21°

Arte-Cultura

Ecco la «Sistina» egiziana

Ecco la «Sistina» egiziana
Ricevi gratis le news
0

di Francesco Cerri e Davide Mattei
Una campagna di scavi diretta dall’archeologo spagnolo  Josè Manuel Galan ha portato alla luce a Luxor (l'antica Tebe)  quella che la stampa di Madrid definiva ieri la «Cappella  Sistina» dell’antico Egitto: una camera funeraria con scritture  geroglifiche risalenti a circa 3.500 fa anni costruita in  memoria di Djehuty, un nobile egiziano alto dignitario della  regina Hatshepsut.
I lavori di scavo – conclusi recentemente – sono durati otto  anni nella località di Dra Abu el-Naga. Galan ha scoperto vari  reperti di grande valore, ma la vera sorpresa è arrivata solo  quest’anno quando l’équipe ha individuato un pozzo, che portava  a quella che presto è risultata essere una sala mortuaria  affrescata con geroglifici scritti in corsivo portavano il suo  nome. «Al di là dell’indubbio valore estetico, il fatto ancora  più importante è che in quell'epoca, all’inizio della XVIII  secolo A.C. non si decoravano le camere sfunerarie. Si conoscono  solo altri quattro esempi di camere decorate» ha detto Galan a  El Mundo. «Il fatto che Djehuty abbia fatto decorare il  prioprio sepolcro lo colloca fra i personaggi più importanti e  influenti del momento». La camera mortuaria di Djehuty ha le pareti e il tetto  splendidamente decorati con disegni e geroglifici che  riproducono diversi passaggi del Libro dei Morti. Sul soffitto  la dea dei cieli Nut, accanto ad una rondine o al dio del sole,  Ra, che accompagna i morti nell’aldilà. È una vera «Cappella  Sistina del 1.500 avanti Cristo» ha detto l’architetto ad Abc.  Gli archeologi hanno rinvenuto anche vari oggetti d’oro ma non  il sarcofago nè la mummia del defunto, il che ha aumentato il  mistero attorno alla camera. L’archeologo ha le prove che  qualcuno prima di lui sia entrato, ma resta da chiarire chi,  visto che non sembrano esserci stati furti. «E' un puzzle che  dobbiamo risolvere» ha detto Galan. Fra i brani riprodotti  nella cappella, il capitolo 125 del Libro dei Morti, noto anche  come la «confessione negativa», con il quale il defunto enumera  uno dopo l’altro i peccati che non ha commesso ma di cui è  stato accusato. Il brano si conclude con l’enumerazione degli  organi del corpo di Djehuty, ed ognuno di essi viene affidato  alla protezione di un dio. Sulle pareti della tomba sono anche  dipinti diversi sortilegi per agevolare la trasformazione del  defunto, a seconda dei suoi desideri, in rondine, fior di loto,  coccodrillo o serpente.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È in corso il Festival del Prosciutto: quanto conosci questa specialità della nostra cucina?

GAZZAFUN

10 quesiti sulla cucina parmigiana: scopri se sai davvero tutto!

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SPORT

Rugby Colorno, ecco come cambierà la squadra: intervista a Nick Scott Video

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

Economia

Lasciano i co-fondatori di Instagram Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel