18°

28°

libri

Giannelli, matita pungente per un Paese nel caos

Giannelli,  matita pungente per un Paese nel caos
Ricevi gratis le news
0

 

Gabriele Grasselli
C'è Berlusconi nei panni di Re Visione che declama «Il mio regno per un cavillo», c'è San Pietro che chiede ad Andreotti appena arrivato in cielo se si è «portato dietro la scatola nera» (e il dietro è la gobba), ci sono Ratzinger e Bergoglio che ballano un tango sotto la scritta «La Chiesa cambia passo», c'è l'Alfetta, auto dell'anno (Alfano-Letta), guidata da Napolitano, al quale hanno rinnovato la patente nonostante l'età. Si sa, una vignetta azzeccata a volte è più efficace di un editoriale e quelle di Giannelli, tutti i giorni in prima pagina sul Corriere della Sera, sono da tempo le più temute e rispettate. Quindi per un ripasso di quanto successo, soprattutto in politica, negli ultimi dodici mesi e per potersi gustare disegni e battute uno dietro l'altra in ordine cronologico è appena uscita l'ultima raccolta, «Diversamente Italia» (Marsilio) in cui l'autore, in una premessa, si confessa preoccupato: «La cosa più grave in questo disastrato Paese è che sembra finito il ventennio berlusconiano e nella satira un ''grande'' come Silvio è impossibile che rinasca». Pare però che possa stare tranquillo: nonostante i recentissimi rovesci, Silvio non risulta intenzionato a lasciare caricaturisti e comici senza lavoro. Il campionario esibisce protagonisti più o meno nuovi come Grillo, Renzi, Grasso e la Boldrini, persino Razzi, o eterni come appunto il Cavaliere o presto tramontati come Monti (e Oscar Giannino, impallinato subito a causa della finta laurea). Ma sul palcoscenico nostrano il succedersi velocissimo di eventi, colpi di scena, ribaltamenti, dichiarazioni, smentite, gaffe, annunci, apparizioni tv disgraziate, votazioni, decadenze, resurrezioni è talmente rutilante e sorprendente che rivedendo le vignette a distanza di tempo si percepisce in alcune un senso di sopravvalutazione di alcuni episodi apparsi rilevanti e imprescindibili al momento e in seguito quasi dimenticati perché superati da decine di altri ben più clamorosi. 
Inoltre, in questa Italia «che tutti vorrebbero diversa e invece ci si deve accontentare di una Diversamente Italia» la campagna elettorale è ininterrotta praticamente da anni e la realtà sorpassa talmente tanto la fantasia - e succede ormai da molto tempo - da rendere sempre più complicato il lavoro di chi fa satira nonché quello del lettore che stenta a ricordarsi tutto e a tenere focalizzato nella memoria un dato passaggio. 
Molto spazio comunque è dedicato, nella prima parte dell'anno, a Bersani alle prese con il giaguaro che poi alla fine lo morde e lo fa scomparire dalla ribalta. Ma non c'è stato solo Berlusconi a rendere difficile la vita all'ex segretario Pd: cosa dire di Renzi? Ecco che, sotto la scritta «Il tempo passa», nella parte superiore di una clessidra Bersani si sfarina e i granelli vanno a costruire, in quella sotto, un Renzi sornionissimo e scalpitante. Il secondo mandato al Quirinale per Napolitano viene suggellato da un ritratto di Re Giorgio incorniciato dal motto «L'età c'est moi». Grillo evidentemente non ispira troppo Giannelli, a differenza del leader di Bettola che è titolare di alcune fra le battute più velenose. Pochissimi gli sconfinamenti all'estero, ma quando scoppia lo scandalo Datagate Giannelli disegna una bandiera americana che al posto delle stelle reca 50 orecchie. E Letta? In molte vignette il riferimento è allo zio Gianni, nume tutelare del Cavaliere. E in una gli appare in sogno Andreotti: «Ricordati che il potere logora chi non ce l'ha». «Questo è il problema», risponde il neoeletto premier costantemente traballante. 
● Diversamente Italia
    Marsilio, pag. 204, € 15,00
Gabriele Grasselli

C'è Berlusconi nei panni di Re Visione che declama «Il mio regno per un cavillo», c'è San Pietro che chiede ad Andreotti appena arrivato in cielo se si è «portato dietro la scatola nera» (e il dietro è la gobba), ci sono Ratzinger e Bergoglio che ballano un tango sotto la scritta «La Chiesa cambia passo», c'è l'Alfetta, auto dell'anno (Alfano-Letta), guidata da Napolitano, al quale hanno rinnovato la patente nonostante l'età. Si sa, una vignetta azzeccata a volte è più efficace di un editoriale e quelle di Giannelli, tutti i giorni in prima pagina sul Corriere della Sera, sono da tempo le più temute e rispettate. Quindi per un ripasso di quanto successo, soprattutto in politica, negli ultimi dodici mesi e per potersi gustare disegni e battute uno dietro l'altra in ordine cronologico è appena uscita l'ultima raccolta, «Diversamente Italia» (Marsilio) in cui l'autore, in una premessa, si confessa preoccupato: «La cosa più grave in questo disastrato Paese è che sembra finito il ventennio berlusconiano e nella satira un ''grande'' come Silvio è impossibile che rinasca». Pare però che possa stare tranquillo: nonostante i recentissimi rovesci, Silvio non risulta intenzionato a lasciare caricaturisti e comici senza lavoro. Il campionario esibisce protagonisti più o meno nuovi come Grillo, Renzi, Grasso e la Boldrini, persino Razzi, o eterni come appunto il Cavaliere o presto tramontati come Monti (e Oscar Giannino, impallinato subito a causa della finta laurea). Ma sul palcoscenico nostrano il succedersi velocissimo di eventi, colpi di scena, ribaltamenti, dichiarazioni, smentite, gaffe, annunci, apparizioni tv disgraziate, votazioni, decadenze, resurrezioni è talmente rutilante e sorprendente che rivedendo le vignette a distanza di tempo si percepisce in alcune un senso di sopravvalutazione di alcuni episodi apparsi rilevanti e imprescindibili al momento e in seguito quasi dimenticati perché superati da decine di altri ben più clamorosi. Inoltre, in questa Italia «che tutti vorrebbero diversa e invece ci si deve accontentare di una Diversamente Italia» la campagna elettorale è ininterrotta praticamente da anni e la realtà sorpassa talmente tanto la fantasia - e succede ormai da molto tempo - da rendere sempre più complicato il lavoro di chi fa satira nonché quello del lettore che stenta a ricordarsi tutto e a tenere focalizzato nella memoria un dato passaggio. Molto spazio comunque è dedicato, nella prima parte dell'anno, a Bersani alle prese con il giaguaro che poi alla fine lo morde e lo fa scomparire dalla ribalta. Ma non c'è stato solo Berlusconi a rendere difficile la vita all'ex segretario Pd: cosa dire di Renzi? Ecco che, sotto la scritta «Il tempo passa», nella parte superiore di una clessidra Bersani si sfarina e i granelli vanno a costruire, in quella sotto, un Renzi sornionissimo e scalpitante. Il secondo mandato al Quirinale per Napolitano viene suggellato da un ritratto di Re Giorgio incorniciato dal motto «L'età c'est moi». Grillo evidentemente non ispira troppo Giannelli, a differenza del leader di Bettola che è titolare di alcune fra le battute più velenose. Pochissimi gli sconfinamenti all'estero, ma quando scoppia lo scandalo Datagate Giannelli disegna una bandiera americana che al posto delle stelle reca 50 orecchie. E Letta? In molte vignette il riferimento è allo zio Gianni, nume tutelare del Cavaliere. E in una gli appare in sogno Andreotti: «Ricordati che il potere logora chi non ce l'ha». «Questo è il problema», risponde il neoeletto premier costantemente traballante. 

Diversamente Italia
   Marsilio, pag. 204, € 15,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design