14°

26°

libri

Giannelli, matita pungente per un Paese nel caos

Giannelli,  matita pungente per un Paese nel caos
Ricevi gratis le news
0

 

Gabriele Grasselli
C'è Berlusconi nei panni di Re Visione che declama «Il mio regno per un cavillo», c'è San Pietro che chiede ad Andreotti appena arrivato in cielo se si è «portato dietro la scatola nera» (e il dietro è la gobba), ci sono Ratzinger e Bergoglio che ballano un tango sotto la scritta «La Chiesa cambia passo», c'è l'Alfetta, auto dell'anno (Alfano-Letta), guidata da Napolitano, al quale hanno rinnovato la patente nonostante l'età. Si sa, una vignetta azzeccata a volte è più efficace di un editoriale e quelle di Giannelli, tutti i giorni in prima pagina sul Corriere della Sera, sono da tempo le più temute e rispettate. Quindi per un ripasso di quanto successo, soprattutto in politica, negli ultimi dodici mesi e per potersi gustare disegni e battute uno dietro l'altra in ordine cronologico è appena uscita l'ultima raccolta, «Diversamente Italia» (Marsilio) in cui l'autore, in una premessa, si confessa preoccupato: «La cosa più grave in questo disastrato Paese è che sembra finito il ventennio berlusconiano e nella satira un ''grande'' come Silvio è impossibile che rinasca». Pare però che possa stare tranquillo: nonostante i recentissimi rovesci, Silvio non risulta intenzionato a lasciare caricaturisti e comici senza lavoro. Il campionario esibisce protagonisti più o meno nuovi come Grillo, Renzi, Grasso e la Boldrini, persino Razzi, o eterni come appunto il Cavaliere o presto tramontati come Monti (e Oscar Giannino, impallinato subito a causa della finta laurea). Ma sul palcoscenico nostrano il succedersi velocissimo di eventi, colpi di scena, ribaltamenti, dichiarazioni, smentite, gaffe, annunci, apparizioni tv disgraziate, votazioni, decadenze, resurrezioni è talmente rutilante e sorprendente che rivedendo le vignette a distanza di tempo si percepisce in alcune un senso di sopravvalutazione di alcuni episodi apparsi rilevanti e imprescindibili al momento e in seguito quasi dimenticati perché superati da decine di altri ben più clamorosi. 
Inoltre, in questa Italia «che tutti vorrebbero diversa e invece ci si deve accontentare di una Diversamente Italia» la campagna elettorale è ininterrotta praticamente da anni e la realtà sorpassa talmente tanto la fantasia - e succede ormai da molto tempo - da rendere sempre più complicato il lavoro di chi fa satira nonché quello del lettore che stenta a ricordarsi tutto e a tenere focalizzato nella memoria un dato passaggio. 
Molto spazio comunque è dedicato, nella prima parte dell'anno, a Bersani alle prese con il giaguaro che poi alla fine lo morde e lo fa scomparire dalla ribalta. Ma non c'è stato solo Berlusconi a rendere difficile la vita all'ex segretario Pd: cosa dire di Renzi? Ecco che, sotto la scritta «Il tempo passa», nella parte superiore di una clessidra Bersani si sfarina e i granelli vanno a costruire, in quella sotto, un Renzi sornionissimo e scalpitante. Il secondo mandato al Quirinale per Napolitano viene suggellato da un ritratto di Re Giorgio incorniciato dal motto «L'età c'est moi». Grillo evidentemente non ispira troppo Giannelli, a differenza del leader di Bettola che è titolare di alcune fra le battute più velenose. Pochissimi gli sconfinamenti all'estero, ma quando scoppia lo scandalo Datagate Giannelli disegna una bandiera americana che al posto delle stelle reca 50 orecchie. E Letta? In molte vignette il riferimento è allo zio Gianni, nume tutelare del Cavaliere. E in una gli appare in sogno Andreotti: «Ricordati che il potere logora chi non ce l'ha». «Questo è il problema», risponde il neoeletto premier costantemente traballante. 
● Diversamente Italia
    Marsilio, pag. 204, € 15,00
Gabriele Grasselli

C'è Berlusconi nei panni di Re Visione che declama «Il mio regno per un cavillo», c'è San Pietro che chiede ad Andreotti appena arrivato in cielo se si è «portato dietro la scatola nera» (e il dietro è la gobba), ci sono Ratzinger e Bergoglio che ballano un tango sotto la scritta «La Chiesa cambia passo», c'è l'Alfetta, auto dell'anno (Alfano-Letta), guidata da Napolitano, al quale hanno rinnovato la patente nonostante l'età. Si sa, una vignetta azzeccata a volte è più efficace di un editoriale e quelle di Giannelli, tutti i giorni in prima pagina sul Corriere della Sera, sono da tempo le più temute e rispettate. Quindi per un ripasso di quanto successo, soprattutto in politica, negli ultimi dodici mesi e per potersi gustare disegni e battute uno dietro l'altra in ordine cronologico è appena uscita l'ultima raccolta, «Diversamente Italia» (Marsilio) in cui l'autore, in una premessa, si confessa preoccupato: «La cosa più grave in questo disastrato Paese è che sembra finito il ventennio berlusconiano e nella satira un ''grande'' come Silvio è impossibile che rinasca». Pare però che possa stare tranquillo: nonostante i recentissimi rovesci, Silvio non risulta intenzionato a lasciare caricaturisti e comici senza lavoro. Il campionario esibisce protagonisti più o meno nuovi come Grillo, Renzi, Grasso e la Boldrini, persino Razzi, o eterni come appunto il Cavaliere o presto tramontati come Monti (e Oscar Giannino, impallinato subito a causa della finta laurea). Ma sul palcoscenico nostrano il succedersi velocissimo di eventi, colpi di scena, ribaltamenti, dichiarazioni, smentite, gaffe, annunci, apparizioni tv disgraziate, votazioni, decadenze, resurrezioni è talmente rutilante e sorprendente che rivedendo le vignette a distanza di tempo si percepisce in alcune un senso di sopravvalutazione di alcuni episodi apparsi rilevanti e imprescindibili al momento e in seguito quasi dimenticati perché superati da decine di altri ben più clamorosi. Inoltre, in questa Italia «che tutti vorrebbero diversa e invece ci si deve accontentare di una Diversamente Italia» la campagna elettorale è ininterrotta praticamente da anni e la realtà sorpassa talmente tanto la fantasia - e succede ormai da molto tempo - da rendere sempre più complicato il lavoro di chi fa satira nonché quello del lettore che stenta a ricordarsi tutto e a tenere focalizzato nella memoria un dato passaggio. Molto spazio comunque è dedicato, nella prima parte dell'anno, a Bersani alle prese con il giaguaro che poi alla fine lo morde e lo fa scomparire dalla ribalta. Ma non c'è stato solo Berlusconi a rendere difficile la vita all'ex segretario Pd: cosa dire di Renzi? Ecco che, sotto la scritta «Il tempo passa», nella parte superiore di una clessidra Bersani si sfarina e i granelli vanno a costruire, in quella sotto, un Renzi sornionissimo e scalpitante. Il secondo mandato al Quirinale per Napolitano viene suggellato da un ritratto di Re Giorgio incorniciato dal motto «L'età c'est moi». Grillo evidentemente non ispira troppo Giannelli, a differenza del leader di Bettola che è titolare di alcune fra le battute più velenose. Pochissimi gli sconfinamenti all'estero, ma quando scoppia lo scandalo Datagate Giannelli disegna una bandiera americana che al posto delle stelle reca 50 orecchie. E Letta? In molte vignette il riferimento è allo zio Gianni, nume tutelare del Cavaliere. E in una gli appare in sogno Andreotti: «Ricordati che il potere logora chi non ce l'ha». «Questo è il problema», risponde il neoeletto premier costantemente traballante. 

Diversamente Italia
   Marsilio, pag. 204, € 15,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Operazione antidroga a Parma: cinque arresti

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette

carabinieri

Sborsa 30mila euro per una Porsche usata ma è una truffa: tre denunciati

VIA SIDOLI

Scende dall'autobus: 83enne assalita e rapinata

FURTI

Notte di raid nelle assicurazioni: cosa cercavano i ladri?

3commenti

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

L'agenda

"Nel segno del giglio" e non solo: un sabato tra dischi in vinile, libri e musica

Tribunale

Picchia e perseguita la fidanzata: condannato a due anni

parma

Lotta alla zanzara tigre: si parte (con obblighi anche per i privati)

SALSO

Elezioni, spunta una nuova lista civica: Salso Futura

Busseto

Rapina alla Banca popolare di Lodi, due condannati

Cooperativa Molinetto

Un viaggio in Islanda per coronare un sogno

Intervista

Franconi Lee: «Tosca al Regio come un thriller di Hitchcock»

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

8commenti

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

FATTO DEL GIORNO

Strattonano un'anziana, la fanno cadere e la rapinano alla fermata del bus

4commenti

PARMA

Un logo per la Barilla, concorso al Toschi: ecco le studentesse premiate Foto

Un concorso per premiare i dipendenti con 25 anni di anzianità in azienda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

bullismo

Offese al prof a Lucca: perquisiti i sei indagati Video

MUSICA

Il produttore e dj svedese Avicii è stato trovato morto in Oman: aveva 28 anni Foto

SPORT

impresa

Scialpinismo: record italiano alla Patrouille des glaciers

MOTOGP

Austin: Iannone il più veloce. Quarto Rossi

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia