10°

27°

Arte-Cultura

Guareschi e il cinema

Guareschi e il cinema
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa
 
 
Le burrascose avventure
di Giovannino Guareschi nel mondo del cinema
 
Omaggio della Cineteca di Bologna a Guareschi nel centenario della nascita
 
 
Un percorso fatto di immagini e parole: Giovannino Guareschi, disegnatore, vignettista, scrittore, sceneggiatore, in altre parole, uomo di lettere e uomo di cinema.
La Cineteca del Comune di Bologna, in collaborazione con il Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Giovannino Guareschi (www.guareschi2008.com), con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  e con il sostegno della Fondazione Carisbo,  ne ripercorre la vita – una carriera artistica e intellettuale controversa, segnata da successi e polemiche – e lo fa intrecciando una mostra, una retrospettiva, un libro. Molti gli inediti, da cui letture, prospettive, idee inedite.
 
‘Le burrascose avventure di Giovannino Guareschi nel mondo del cinema’ è il titolo che raccoglie tutte le iniziative, a partire dalla mostra che sarà allestita da martedì 24 giugno (e fino al 19 ottobre) nella Sala espositiva della Cineteca di Bologna (via Riva di Reno, 72), dove troveranno spazio oltre cento foto, quaranta disegni, venti lettere, che tracceranno il viaggio cinematografico di Guareschi, da “Gente così”, pellicola del 1949 diretta da Fernando Cerchio, a “La rabbia” (1963: senza dubbio il capitolo più problematico di questa storia), passando per una delle saghe più fortunate del cinema italiano, quella di Don Camillo e Peppone, inaugurata da una doppia regia di Julien Duvier (1952-53) e conclusasi nel 1972 con “Don Camillo e i giovani d’oggi”, diretto da un Mario Camerini orfano dei due eroi Fernandel e Gino Cervi.
 
Tutte pellicole, queste, che vedremo alla 22ª edizione del festival Il Cinema Ritrovato (Bologna, 28 giugno – 5 luglio), promosso dalla Cineteca di Bologna e dalla Mostra Internazionale del Cinema Libero, occasione che tuttavia riserverà molte sorprese alla scoperta del Guareschi meno noto: tutti i “Don Camillo”, quindi, – e i due di Duvivier saranno in versione originale francese –, ma anche “Caccia all’orso” (incontro televisivo tra Guareschi e Montanelli), “La rabbia” (la prima parte a firma di Pier Paolo Pasolini e la seconda a firma di Guareschi) e un documentario inedito, realizzato da Tatti Sanguineti, che proprio di questo discusso progetto racconta e analizza la vicenda: “La rabbia I”, “La rabbia II”, “La rabbia… L’Arabia”.
 
«Ci voleva il cinema, il cinema dei fantastici anni 50 e 60, macchina tecnologicamente matura ma dall'energia ancora in gran parte da dispiegare, e ci voleva l'ottimismo del cinema italiano di quegli anni per produrre Peppone e Don Camillo, come anche per mettere insieme due opposti, come Guareschi e Pasolini. Ci voleva un'istituzione come la Cineteca di Bologna per raccontare questa storia - la storia dei rapporti tra Guareschi e il cinema - ha dichiarato Vincenzo Bernazzoli, Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Giovannino Guareschi. Uno degli aspetti più difficili, al di là delle apparenze e delle compiacenti foto di scena, della personalità di Giovannino. Il Comitato per il centenario, ancora una volta, esce dalla prigione delle celebrazioni retoriche per sondare e possibilmente raggiungere la verità culturale e umana di Guareschi».
 
«Guareschi è tra quei geniali intellettuali che, negli anni precedenti e in quelli immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale, utilizzarono le potenzialità del linguaggio satirico, che associava testo e immagine, per parlare a tutti gli italiani e per rappresentare, con lucidità e ferocia, i loro malcostumi», afferma Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, che da anni insegue un progetto che trova compimento oggi, nel centenario guareschiano, nato dapprima dal restauro della “Rabbia” (film su cui proseguono le ricerche della Cineteca e altre iniziative correlate) e culminato nel ritmo tripartito della mostra, della retrospettiva e di un volume – intitolato anch’esso Le burrascose avventure di Giovannino Guareschi nel mondo del cinema – pubblicato da MUP Editore che di fatto racchiude il senso di un’intera operazione, grazie al lavoro dei suoi curatori, Egidio Bandini, Giorgio Casamatti, Guido Conti, e di studiosi di rango come Tatti Sanguineti e Roberto Chiesi.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

1commento

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street