13°

23°

MOSTRE

Milano: Arriva Chagall, capolavori e memorie inedite

Dal 17/9 a Palazzo Reale 220 opere e autobiografia scoperta di recente

Quadro di Marc Chagall 'Compleanno'

Quadro di Marc Chagall 'Compleanno'

Ricevi gratis le news
0

Sarà la più grande retrospettiva mai realizzata prima in Italia per celebrare il genio di Marc Chagall quella che si svolgerà dal 17 settembre all’1 febbraio a Milano, negli spazi di Palazzo Reale. Con oltre 220 opere provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private internazionali, la mostra sarà anche l'occasione per presentare un’autobiografia inedita del maestro russo, scoperta qualche tempo fa a Parigi, nell’archivio di Marc e Ida Chagall, in cui racconta scambi pungenti con Picasso, il tributo alla pittura di Claude Monet, l’ammirazione per Bonnard, il toccante primo viaggio «in terra ebraica» (''sullo sfondo di quel paesaggio, riconoscevo e vedevo i profeti vicino a mè'), le meraviglie floreali di Nizza, non risparmiando giudizi politici e religiosi.
Intitolata 'Marc Chagall. Una retrospettiva 1908-1985', l'importante esposizione è promossa dal comune di Milano-Cultura (nell’ambito del programma 'Milano Cuore d’Europà ), ed è organizzata e prodotta da Palazzo Reale, 24 Ore Cultura - Gruppo 24 Ore, Arthemisia Group e GAmm Giunti, mentre l’ideazione è di Claudia Zevi & Partners. A curare la rassegna proprio Claudia Zevi, che, in collaborazione di Meret Meyer, ha mirato a presentare l’intera produzione di questo artista amatissimo, dal primo quadro, 'Le petit salon', fino alle ultime, monumentali opere degli anni '80. Lo scopo dichiarato è quello di documentare, grazie a una panoramica così completa e di qualità, la rarissima capacità di Chagall di restare sempre fedele a se stesso, alla sua cifra poetica e pittorica ancora oggi immediatamente riconoscibile da tutti, nonostante la sua vicinanza ai movimenti delle avanguardie storiche, di cui sperimentò i più svariati linguaggi.
Prestiti eccezionali dai maggiori musei del mondo, quali il Moma, il Metropolitan Museum, la National Gallery di Washington, il Museo Nazionale Russo di S. Pietroburgo, il Centre Pompidou (in tutto oltre a 50 collezioni pubbliche e private), i capolavori (dipinti, acquerelli, gouache, pastelli) che saranno esposti a Milano presenteranno dunque una nuova interpretazione dell’arte di Chagall, che costruì la propria vena poetica nel corso del '900 amalgamando genialmente tra loro le diverse radici culturali a cui per tutta la vita appartenne: quella originaria ebraica, quella russa e l’arte occidentale fiorita nella Parigi degli albori del XX secolo. Il rigoroso e completo percorso cronologico sarà articolato in molte sezioni e partirà dalle opere degli esordi realizzate in Russia per proseguire con il primo soggiorno francese e il successivo rientro in patria fino al 1921. Sulle tracce dell’autobiografia scritta da Chagall al momento del suo definitivo abbandono della Russia, si aprirà quindi il secondo periodo del suo esilio, prima in Francia e poi, negli anni '40, in America dove vivrà anche la tragedia della morte dell’amatissima moglie Bella. Con il ritorno in Europa e la scelta definitiva di stabilirsi in Costa Azzurra, l’artista ritroverà il suo linguaggio poetico più disteso, rasserenato dai colori e dall’atmosfera del Midi.
Opere quali 'Il compleannò, 'L'ebreo in rossò, 'La passeggiatà, 'Il poeta giacentè, 'Doppio ritrattò, 'La mucca con l’ombrellò, 'Il guanto nerò, 'La Madonna del Villaggiò, 'La crocifissione in giallò, illustreranno come Chagall, pur vivendo lontano dalla patria per gran parte della sua vita sia riuscito a mantenere intatta, attraverso il tempo e terribili vicissitudini, la forma dello stupore, la gioia della meraviglia di fronte alla natura e all’umanità e, insieme ad esse, la fiducia di credere e di provare in tutti i modi a costruire un mondo migliore. Soprattutto in virtù di un originalissimo linguaggio poetico, scaturito appunto dall’assimilazione delle tre culture cui Chagall apparteneva. Dalla tradizione visiva dei manoscritti ebraici trasse i fondamentali elementi espressivi, non prospettici e a volte mistici, della sua opera,
mentre la radice russa lo ispirò con le immagini popolari dei luboki e con le icone. All’arte occidentale attinse invece sia grazie alla conoscenza degli antichi maestri come Rembrandt sia alla frequentazione assidua degli artisti delle avanguardie parigine. A ciò si aggiunge il senso della meraviglia di fronte alla natura, di stupore di fronte alle creature viventi che lo colloca più vicino alle fonti medievali che a quelle novecentesche. I fiori e gli animali, che popolano i suoi dipinti, se da una parte gli consentirono di superare l'interdizione ebraica della raffigurazione umana, e dall’altra, in forza della cultura russa medievale, gli permisero di trasformarli nelle metafore di un universo possibile, in cui tutti gli esseri viventi possono infine vivere pacificati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita.

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno