20°

Arte-Cultura

Padova, l'ultima traccia del reale

Padova, l'ultima traccia del reale
Ricevi gratis le news
0

di Stefania Provinciali
Cinque opere del grande «cantore della natura» Goliardo Padova sono in mostra a Cremona, negli spazi della Fondazione Città di Cremona, in una rassegna a cura di Tiziana Cordani, che, attraverso cinque opere di cinque artisti cremonesi del Novecento, intende offrire offre un sunto dell’«altra pittura» ovvero «l'ultima traccia del reale».
I dipinti di Padova, in particolare, sono più che significativi del percorso affrontato e offrono una chiara lettura degli anni successivi al 1960, quando l’artista nativo di Casalmaggiore, che a Parma compì i primi studi e visse lungamente, e che si può considerare un nome di rilievo, seppur non ancora del tutto riconosciuto, dell’arte del secolo appena trascorso, riprende con foga la pittura, trasformata in materia e segno, una pittura «sanguigna» e sofferta, in grado di delineare il mutare dei tempi e soprattutto dello spirito dell’autore.
Padova, reduce da un lungo silenzio avviato nel 1947 e causato dal conflitto bellico mondiale, era tornato a dipingere nel 1955 grazie all’amicizia disinteressata di famose personalità del mondo culturale, da Francesco Arcangeli ad Attilio Bertolucci a Roberto Tassi, Pietrino Bianchi, Arturo Carlo Quintavalle, Giorgio Cusatelli ed altri che gli furono vicini e che amarono la sua pittura e  la sua serietà professionale.
Totalmente cambiato nell’animo, dopo la prigionia, e nel corpo, causa gravi problemi di salute che seguirono gli anni del suo ritorno dal lager, torna a dipingere solo a tempera. L’olio verrà ripreso più tardi, nel '57, e la sua arte, erede dei maestri del post - impressionismo, «racconterà» altre storie, segnate da una materia che pare nascere da un magma primigenio ma che trova nello spazio della tela una ben precisa architettura d’immagine, dove il segno dà forma al racconto e la visione d’insieme si sviluppa partendo da una unità e sviscerando, poi, le suggestioni più intime.
La prima delle opere esposte «La fossa di San Francesco» è del 1961, anno in cui Padova si trasferisce a Parma dalla vicina Casalmaggiore, un salto di qua dal Po che lo guiderà verso le montagne dell’Appennino, prima di ritrovare le tensioni cromatiche di un naturalismo lombardo che si portava dentro, combinato a ben altre emozioni ed espressioni materiche.
Il verde smagliante, intriso di trame, di «I cardi a Monte Caio» delinea una pittura completa, che riassume in sé l’ultima traccia di un reale con riferimenti allo svanire della visione concreta, espressione di un magma interiore, materico, struggente ed insieme contestuale al proprio tempo.
Così «Al macello» e «Nella lanca di Agoiolo», fino a «Natura morta» del 1972, là dove, quelle radici padane e lombarde, dense di umori, sfociano nel racconto della natura.
Accanto a Padova sono in mostra le opere di Tino Aroldi, che operò nella scia del Naturalismo lombardo, Gianetto Biondini, la cui pittura di derivazione ottocentesca va dipanandosi verso una meditata non figurazione, Sereno Cordani, la cui ampia sperimentazione tocca negli anni Sessanta il bisogno di rinnovarsi attraverso l’unione di aspetti pittorici e plastici nel quadro, avviando così un’esperienza unica fra materia e materiali. Infine Raffaele Ghidelli che va perdendo nelle proprie opere la trama oggettuale per attingere a rarefatte atmosfere. La mostra cremonese è visibile fino al 22 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Gazzareporter

Parma di sera vista da Giulia, 14enne appassionata di fotografia

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel