20°

31°

Arte-Cultura

Ipotesi mute di una casalinga

Ricevi gratis le news
0
di Anna Maria Dadomo 
Adesso poteva con serena bontà dedicarsi alle cose, piegarsi sollecita su loro, risentirle buone, adesso che il sonno  l’aveva restituita a se stessa  e le aveva regalato un’indistinta felicità, poteva prestare ascolto alla loro presenza, non sentirsi ferita dai loro muti rimproveri. Con «cose» intendeva  la miriade di lavori, incombenze domestiche che, se non si interveniva  energicamente subito, si accumulavano nel corso della giornata divenendo assillanti, fastidiose,  nella loro muta riprovevole attesa, persino nella loro ottusa immobilità. A volte, per non sentirle, andava in un’altra stanza, più defilata rispetto alla normale economia quotidiana,  o nascondeva la testa in un libro, in un giornale o, addirittura, usciva di casa - quasi una fuga - anche se, presto o tardi, sarebbe tornata e avrebbe dovuto  occuparsene. Ogni giorno c’era da  lavare stirare cucinare rifare i letti ed era  questa ripetizione continua sorda insonne, che assomigliava a una tortura e che giorno dopo giorno si ripeteva uguale, a sfiancarla, a  innervosirla. Come resistere? Soprattutto come continuare? Da anni  le cose le si ponevano di fronte  immutabili e stupide e lei doveva farsene carico. Ma  c’erano momenti in cui  avrebbe desiderato schiacciare quella rumorosa stupida lucidatrice, quell’insetto metallico ronzante e fastidioso, o spegnere la cappa e non cucinare più nessuna minestra, non friggere più nessuna bistecca, niente di niente. E questa furia che riusciva a controllare, che affiorava a volte con la rottura di un bicchiere, di un piatto, nei casi più manifesti  con il lancio di cibo pronto fuori dalla finestra  ai gatti che accorrevano, le sembrava bellissima. Nell’immaginata metodica  distruzione del nido familiare, e quindi del suo ruolo di casalinga, si figurava una festa colorata di calzini mutande camicie indumenti asciugamani riversarsi  dal balcone, gonfiarsi come improbabili paracadute, afflosciarsi a terra inermi e inoffensivi. E qui le era naturale  passare dalla cucina all’armadio. Che cosa  terribile gli armadi! Aprirli e desiderare immediatamente di  avere  un solo abito (uguale a quello di ricambio) da portare con un paio di sandali. Come San Francesco. Aprirli e accorgersi che le tarme hanno banchettato malgrado la naftalina e la canfora, le foglie  di lauro, che sono ingrassate con l’abito da sposa e il cappotto, che non hanno disdegnato neppure la pelliccia  ecologica e l’impermeabile foderato di morbido tartan inglese! Certo, era una plateale cinematografica vendetta quella che sognava ad occhi aperti, ma c’erano, per dirla con un luogo comune,  conti aperti  da sistemare, conti di anni e anni ancora da liquidare.  Ma alla sera era finita, per quel giorno era finita. E coricandosi provava gratitudine  per il letto che l’accoglieva. Le piaceva  il fruscio delle lenzuola, il buon odore di pulito che emanavano, persino la pallida fosforescenza del bianco la seduceva. Sentiva il suo corpo disarticolarsi come se la forza che fino a quel momento l’aveva  tenuto insieme e  alimentato,  venisse meno  e  ogni parte di lei, gambe braccia testa mani, uscisse dagli incastri divenendo una parte a se stante, autonoma. E lì, al buio, provava tenerezza per se stessa quando si accorgeva, nel primo  immediato torpore, che  la sua bocca era leggermente dischiusa. Qualcuno che l’avesse sorpresa in quell’abbandono, poteva  trovarla  vecchia e senza sogni. Invece lei si affidava, si abbandonava alla notte, al sonno, fiduciosa che sarebbero venuti sogni meravigliosi e che proprio loro, i sogni, come una tiepida corrente marina, l’avrebbero cullata e  portata lontano, chissà dove , e  restituita l’indomani a se stessa  di nuovo integra.    

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La prima prova della Maturità: foto dalle scuole di Parma

ESAME

La prima prova della Maturità: foto dalle scuole di Parma

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

FESTE PGN

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

Torna a Parma la Festa della Musica

SPETTACOLI

Parma, torna la Festa della Musica

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La VIP più bella di Parma? Conduce Benedetta Mazza

GAZZAFUN

Ecco altri VIP parmigiani: li conosci tutti? Scoprilo subito!

Lealtrenotizie

Vogliono toglierci un sogno

PARMA DEFERITO

Vogliono toglierci un sogno

INTERVISTA

Le Moli e «Molto rumore per nulla»

IL CASO

Sala, piazza Gramsci non cambia nome

Disagi

Via Avogadro: dopo i ripetitori, ora anche il rumore

Lutto

Addio a Lino Morini, imprenditore nell'edilizia

BARDI

Le Poste risarciranno gli eredi dei derubati

CALCIO

"Tentato illecito", deferiti Calaiò e il Parma. La società: "Accusa sconcertante"

Ceravolo non è deferito. A rischio la serie A: si riapre uno spiraglio per il Palermo? - Il Parma Calcio 1913 sottolinea di non aver ricevuto comunicazioni e rassicura i tifosi

32commenti

Parma calcio

Carra: "La Serie A del Parma non può essere messa in discussione" Video

PARMA

Auto esce di strada e prende fuoco: un ferito grave in tangenziale Il video

12 TG PARMA

Parma calcio: cosa succederà ora e cosa rischia davvero

PARMA

Incidente in via Burla: muore un motociclista 49enne

La vittima dell'incidente è Paolo Superchi

2commenti

12 tg parma

Maturità a Parma, primo scritto fra tensione e scaramanzia: parlano i ragazzi Video

La traccia più seguita? La poesia di Alda Merini

PARMA

Massacro di via San Leonardo: Solomon in tribunale, udienza rinviata a luglio

ANIMALI

Nella riserva Lipu di Torrile è stato osservato il rarissimo Falaropo beccolargo

L’eccezionale evento, registrato nei giorni scorsi, conferma ancora una volta l’importanza di questa zona umida nella nostra Bassa

1commento

12 TG PARMA

L'assemblea annuale dell'Upi, diretta di 12TvParma dalle 16,55

VOLANTI

Spaventa e minaccia i passanti con un bastone chiodato: denunciato 21enne nigeriano

L'africano è accusato anche di ricettazione: aveva due carte di credito rubate a una donna di Bologna

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dazi, i pericoli di una guerra commerciale globale

di Paolo Ferrandi

SONDAGGIO

Estate, tempo di musica e tormentoni: vota la tua hit Anni '80 preferita

ITALIA/MONDO

Astronomia

Scoperta la materia che mancava all'universo

Modena

Nuotatore di Montecchio morto a 24 anni: la Procura ordina nuovi accertamenti

SPORT

RUSSIA 2018

Una brutta Spagna soffre ma piega l'Iran

Bellezze...mondiali

La Polonia ha perso, ma le sue tifose (sugli spalti) hanno vinto Gallery

SOCIETA'

Social Network

Instagram raggiunge un miliardo di utenti e sfida YouTube

MODENA

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è ancora il ristorante migliore del mondo

MOTORI

ANTEPRIMA

Ecco la nuova S60, la prima Volvo costruita negli Usa

RESTYLING

La Mercedes Classe C fa il pieno. Di novità