12°

26°

LIBRI

Educare senza discriminare

Michela Marzano, filosofa autrice del saggio «Papà, mamma e gender»

Michela Marzano

Michela Marzano

Ricevi gratis le news
0

Un «alieno che si intromette nelle relazioni umane. Uno spauracchio che dovrebbe portare confusione». In questo è stato trasformato il cosiddetto «gender» spiega la filosofa Michela Marzano che «per riaprire il dialogo ed evitare contrapposizioni» ha scritto «Papà, mamma e gender» (Utet), un saggio in cui l'autrice intende mostrare come si stiano facendo passi indietro anziché in avanti sulla questione del sesso, del genere e dell’orientamento sessuale e come l’amore non abbia, sempre a parere della filosofa, né sesso né genere. Il libro sarà presentato sabato alle 17 a Sala Baganza nella Rocca Sanvitale. L'autrice sarà intervistata dalle giornaliste Chiara Cacciani e Benedetta Pintus. «E’ necessario fare chiarezza e contrastare le discriminazioni. Siamo pieni - dice la Marzano - di stereotipi che rendono la vita molto difficile. La confusione è stata creata da chi si oppone al fatto che ragazzi e ragazze siano uguali. E quando parliamo di uguaglianza lo facciamo in termini di valore e dignità. Si è cominciato a parlare di gender come ideologia per tornare indietro di decenni, per difendere una visione molto semplicista del mondo: bene-male, omosessuale-eterosessuale, dove tutto è da una parte o dall’altra». Muovendosi dal presupposto che le sterili contrapposizioni di fatto finiscono col danneggiare i più fragili, la Marzano parte dall’analisi di due video delle associazioni ProVita e Manif Pour Tous Italia diffusi su social network, mailing list, chat e whatsapp, che sono diventati virali fra i genitori italiani, per parlare poi dell’esperienza personale nel capitoletto «Le cose della vita». «Si sente parlare della ''teoria gender'' ma non esiste una sola posizione, esistono studi di genere che hanno posizioni molto diverse. Le più differenzialiste che sostengono la netta differenza tra uomo e donna e all’opposto la ''queer teory'' che nega ogni forma di differenza e dualismo». Nel video di ProVita troviamo un bimbo che torna a casa sconvolto perché «a scuola - dice la mamma - hanno fatto una lezione di educazione sessuale basata sulla teoria gender» e in quello dell’Associazione Manif Pour Tous Italia si sottolinea «non vogliamo una scuola che confonda i bambini» per concludere «lasciate che le ragazze siano ragazze. Lasciate che i ragazzi siano ragazzi».
«Sono - sottolinea la Marzano - messaggi angosciosi. Gli attacchi vengono da chi ha una visione semplicista del mondo mentre è nella complessità che si prendono in considerazione le sfumature della vita. Sono molto bravi a organizzarsi quelli che dicono cose come state attenti c’è un gruppo di persone che vuole distruggere la famiglia mettendo in pericolo i nostri figli. Siamo in un’epoca di estremismi».
La Marzano - che ha più volte spiegato come la sua filosofia cerchi di «essere un pensiero incarnato che parte all’esperienza personale» - ha voluto raccontare anche quello che è successo a suo fratello omosessuale. «Vorrei evitare che altri ragazzini vivano quello che è successo a mio fratello da giovanissimo perché era considerato omosessuale. Tante cose allora non si sapevano, oggi si sanno e perché si deve tornare indietro? E’ importante - sottolinea la filosofa - educare alla differenza fin da piccoli. Anche alla propria differenza». Tutto per la Marzano, «si basa sull’educazione. Se non partiamo dall’educazione non riusciremo mai ''a riparare il mondo'' come dicono i filosofi anglosassoni. Questo libro vorrei fosse uno strumento usato da insegnanti e genitori per difendere le proprie posizioni. Ma è rivolto anche ai ragazzi che sono i primi ad averlo letto».
La filosofa sta «dalla parte di tutti i bambini. Dal punto di vista legislativo, nella riforma ''buona scuola'' c’è una riga in cui si parla della necessità di insegnamenti che combattano discriminazioni e violenze di genere ma è tutto da costruire. Spero si introduca. Uno dei motivi per cui ho scritto questo libro è perché spero che non si chiuda questo capitolo prima ancora di aprirlo. Lo ho mandato anche al Ministero dell’Istruzione ma non ho risposte da nessuno» conclude la Marzano che il 13 novembre ne parlerà a Venezia dove il sindaco Luigi Brugnaro ha messo all’indice i «libri gender» e dove le associazioni più attive le hanno già promesso che andranno a contestarla.
Papà, mamma e gender
di Michela Marzano
Utet, pag. 128,12,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Previsioni del tempo e soluzione Cubo di Rubik

FLORIDA

Aggiorna il meteo mentre risolve il cubo di Rubik in diretta tv

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club"

PARMA CALCIO

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club" Video

1commento

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri

agenda

E' il sabato di San Giovanni, ecco tutte le tortellate (e non solo)

PARMA

Lauryn Hill entusiasma la Cittadella: le foto della serata

LUTTO

Addio a Benecchi, storico oste di borgo dei Grassani

3commenti

PARMA

Spaccio in Oltretorrente, i residenti: "Chiediamo l'identificazione dei clienti" Video

6commenti

Processo

Public money, le difese: «Assolvete Costa e Villani»

2commenti

GAZZAREPORTER

"Anche per gli strajè è San Giovanni": foto dalla Germania

"Le tradizioni sono dure a morire", commenta il lettore Valerio

Ambiente

Le Guardie ecologiche: «Non possiamo più tutelare la natura come prima»

2commenti

BORGOTARO

Addio a Maria Rosaria Brugnoli, colonna del volontariato

Traversetolo

Musulmani, la polemica sul cambio di sede

1commento

Collecchio

Rompono i vetri ma nell'auto non c'è niente

1commento

BEDONIA

Addio alla maestra Maria Luisa Serpagli

PARMA

Incidente a Pontetaro sulla tangenziale cispadana: due feriti Gallery

AUTOSTRADA

Traffico intenso fino al primo pomeriggio in A1 e in Autocisa

In A15 si sono registrati fino a 7 km di coda tra Aulla e l'A12

REGIONE

Manutenzione dei torrenti: oltre un milione di euro per 14 interventi nel Parmense

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Censimento dei rom e schedature più urgenti

di Filiberto Molossi

2commenti

EDITORIALE

Contro il Parma il più assurdo dei processi

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

ROMA

La morte dello chef Narducci e dell'assistente: automobilista indagato per omicidio stradale

INCIDENTE

Auto con quattro ragazzi fa un volo di 21 metri a Napoli

SPORT

motori

F1, Gp Francia: Hamilton in pole, terza la Ferrari di Vettel

calcio

Mondiali: Belgio-Tunisia 5-2

SOCIETA'

Piacenza

Capriolo incastrato fra le sbarre: lo liberano i vigili del fuoco Video

IL DISCO

I Rockets “on the road”

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse