12°

26°

Arte-Cultura

Cliccando "Gli anni della Dolce Vita"

Cliccando "Gli anni della Dolce Vita"
Ricevi gratis le news
0

Katia Golini

Quando si dice «Dolce Vita» il pensiero corre inevitabilmente a Federico Fellini. Nessuno ne ha raccontato l'anima meglio di lui. Le luci e le ombre, la magia e la quotidianità, il mito e l'umanità terrena.
A 50 anni dalla «prima» del film-capolavoro (5 febbraio 1960) il Museo nazionale del cinema di Torino e la Fondazione Solares di Parma hanno coprodotto una mostra fotografica (aperta fino a domenica prossima alla Mole Antonelliana di Torino) per ricordare il maestro, il suo lavoro, il clima che lo ha ispirato e soprattutto uno dei periodi storici più emblematici della storia del Secondo Novecento italiano. Tutto pubblicato nel libro «Gli anni della Dolce Vita», catalogo della mostra che comprende - oltre a tutte le fotografie esposte e all'introduzione di Alberto Barbera (Direttore del Museo Nazionale del Cinema) e di Stefano Caselli (presidente di Solares Fondazione delle arti) - due saggi critici di Tullio Kezich e Rocco Moliterni. Fine anni Cinquanta-primissimi anni Sessanta, Roma capitale del jet set, via Veneto e dintorni. Scene di vita da divi, rubate da uno dei paparazzi più famosi del momento: Marcello Geppetti. Ecco la mostra: 160 attimi fermati per sempre. Protagonisti i più bei nomi del cinema del momento. Anita Ekberg che minaccia con arco e frecce i fotografi appostati davanti alla sua villa, Kirk Douglas con la moglie e Cyd Charisse con il marito in via Veneto, Pelè davanti allo «Shaker», Alain Delon con Romy Schneider abbracciati in una calda estate romana, Jack Lemmon con Joan Collins al «Caffè dell'Epoca», e poi ancora John Derek e Ursula Andress, Michelangeo Antonioni e Monica Vitti (alle prese con un fotografo impertinente), Richard Burton, Liz Taylor, Brigitte Bardot, la Loren, Mastroianni, i Kennedy.
E ovviamente lui, Federico Fellini, con gli amici, in strada, sul set della «Dolce Vita».
Ed è qui che entra in scena Arturo Zavattini, figlio di Cesare, operatore di macchina sul set del film. Con pudore e grazia osò scatti di quelli che oggi chiameremmo fuori onda. La serie di immagini, finora gelosamente custodite nel suo archivio privato, raccontano un Fellini mai visto prima: Federico con lo sceneggiatore Tullio Pinelli, con l'organizzatore del set Clemente Fracassi, concentrato davanti alla macchina da presa, con l'aiuto regista Dominique Delouche, con Nico Otzak e, naturalmente, con Marcello, il «suo» Marcello (che non a caso è scelto per la copertina del catalogo). «Quella della Dolce vita è una storia che è stata scritta e riscritta un'infinità di volte - dice Marco Barbera, direttore del Museo nazionale del cinema nell'introduzione del catalogo -. E allora, come annota il compianto Tullio Kezich in uno dei suoi ultimi scritti: come ricordare il film con qualcosa che non sia già stato detto, visto e stampato? Noi ci proviamo perché di quel film non ci si può dimenticare».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Avicii, l'ex fidanzata pubblica foto e chat su Istagram. La rabbia dei fan Foto

social network

Avicii, l'ex fidanzata pubblica foto e chat su Instagram. La rabbia dei fan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Doppio incidente con auto fuori strada: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

Le vittime sono Federico Miodini, precipitato con l'auto a Pastorello, e Luigi Bertolotti

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

cosa fare oggi

Domenica al profumo di fiori e di prugnoli: l'agenda

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

VAL D'ENZA

Torna la fiera di San Marco a Montecchio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

1commento

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

GRAN BRETAGNA

Parata di star per i 92 anni di Elisabetta II

FURTI

Romano Prodi è dal Papa, i ladri svaligiano la sua casa a Bologna

SPORT

Calcio

Parma, tre punti costosi

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

SOCIETA'

tg parma

The Cos-Fighters: in arrivo il secondo Albo del fumetto tutto parmigiano Video

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover