17°

27°

Libri

Grandi foto, grande giornalismo

L'Italia narrata dai maestri dello scatto dalla seconda metà dell'800 ad oggi

Grandi foto, grande giornalismo
Ricevi gratis le news
0
 

Dalle prime rare fotografie scattate nella seconda metà dell'Ottocento alle ultime immagini digitali riprese con gli smartphone più moderni. Un secolo e mezzo di fotogiornalismo italiano: i personaggi e le tendenze che lo hanno caratterizzato sono ricostruiti nel saggio la «Realtà e lo sguardo» pubblicato nella prestigiosa collana dei Saggi Einaudi. Mancava una storia del fotogiornalismo in Italia. Ci sono diversi studi sul giornalismo, quello scritto, realizzati da storici come Valerio Castronovo e Nicola Tranfaglia, o da giornalisti, come Paolo Murialdi. Ci sono studi e libri su questo o quel fotografo, in alcuni casi anche molto interessanti, ma quasi sempre si occupano dell’estetica della sua fotografia. Non c’era finora uno studio completo sul fotogiornalismo e sul suo ruolo nella storia dell’editoria italiana, sullo spazio e l’uso che le immagini si sono conquistate sulla stampa.

A colmare il vuoto è arrivato questo ricco saggio che nasce dalla collaborazione fra Uliano Lucas e Tatiana Agliani. Lucas è uno dei più noti fotoreporter italiani, autore di indimenticabili scatti sulla vita nelle città e nelle fabbriche degli anni Settanta. La Agliani è invece una studiosa formatasi a Ca’ Foscari e che ha già all’attivo alcuni lavori sul sistema dell’informazione.

«Un’indagine - spiegano gli stessi autori - su come la carta stampata ha usato le immagini, ma anche un saggio sulle molteplici possibilità di comunicare e informare attraverso la fotografia che restituisce un importante e trascurato aspetto della storia d’Italia e spinge a riflettere su prospettive, funzioni , forme di un fotogiornalismo consapevole e responsabile nel nuovo millennio».

Quella del fotogiornalismo italiano è una storia particolare. Una storia caratterizzata da un forte ritardo nella prima metà dello scorso secolo, rispetto soprattutto ai paesi anglosassoni o alla Francia. Ritardo dovuto in parte, sottolineano gli autori, alla mancanza di libertà del periodo fascista ma ancor più a quella «cultura alta, di matrice crociana che ha sempre considerato con diffidenza e sufficienza un linguaggio strettamente legato a un mezzo tecnico come la fotografia».

E’ innegabile che dall’immediato dopoguerra, la fotografia è diventata poi una presenza importante sulle pagine dei quotidiani e dei periodici italiani. Anche se, sostengono gli autori, il «giornalismo italiano ha conferito all’immagine soprattutto una funzione illustrativa piuttosto che informativa». In questo clima si sono però registrati alcuni fenomeni interessanti come tutto il filone della foto d’inchiesta sociale che ha caratterizzato una parte importante del lavoro di numerosi fotoreporter.

Nel libro le storie dei singoli professionisti si intrecciano con quelle di alcune delle testate più famose dell’editoria italiana e di alcune agenzie storiche. Impossibile citare tutti i casi, ma alcuni nomi hanno segnato la storia del fotogiornalismo, non solo quello italiano. Ci sono gli scatti che hanno fatto la storia del nostro paese: le immagini simbolo della contestazione e del terrorismo (basti pensare al corpo di Aldo Moro nella R4 in via Caetani) e, insieme ad esse, quelle che hanno raccontato, più e meglio di decine di articoli, i cambiamenti di costume, le grandi emergenze sociali e le grandi tragedie in Italia e in giro per il Mondo.

Qualche esempio? La Sicilia delle guerre di mafia fotografata da Letizia Battaglia, o i reportage sulla guerra del Vietnam realizzati per l’Europeo da Gianfranco Moroldo che nel Sud Est asiatico si muoveva spesso in copia con Oriana Fallaci. E poi le immagini «in soggettiva», come le definiscono i due autori, di quello straordinario personaggio che fu Mario Dondero (scomparso proprio nei giorni scorsi) o i magnifici reportage di Epoca con la sua squadra di fotografi di prim’ordine.

Bei tempi passati, verrebbe da dire leggendo le conclusioni del libro di Lucas e Agliani, che sembrano non avere grande fiducia nel destino del fotogiornalismo al tempo di Internet e dei social network. Le possibilità offerte dalle tecnologie sono infinite. Però il tradizionale sistema della notizia è messo in discussione insieme con la sua filiera di verifica. Ma soprattutto, secondo i due autori, sembra venire meno la voglia di conoscere e saper, la voglia di vedere la realtà: «Si guarda sempre con maggior scandalo a quella fotografia che si avvicina troppo al soggetto, che mostra l'evidenza del dolore, la nuda cronaca che racconta dure vite».

La realtà e lo sguardo - Storia del fotogiornalismo italiano di Uliano Lucas e Tatiana Agliani - Einaudi pag. 570 euro 42

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

2commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

1commento

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

13commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

1commento

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

sentenza

Caso Maugeri, in appello si aggrava la condanna a Formigoni per corruzione: 7 anni e 6 mesi

ROMA

Detenuta lancia dalle scale i figli: avviato l'iter della morte cerebrale per il secondo bimbo

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

migranti

Thuram: "Se fossi italiano mi vergognerei di Salvini"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design