19°

Arte-Cultura

Classicità, vera avanguardia

Classicità, vera avanguardia
Ricevi gratis le news
0

di Mariagrazia Villa

Hanno reinventato il passato per vedere l’armonia del futuro. Hanno risanato i tempi moderni per non ferire l’eternità. O forse, hanno solo appoggiato la guancia sul cuore delle persone. Perché torni a essere irrorato di felicità, accarezzato dalla speranza e custodito nella pace. Sono i neopalladiani, i progettisti che, di fronte a un’architettura sempre più lontana dalla «Lebenswelt», una città sempre più dilaniata tra funzionalità e decoro e una campagna sempre più orfana di qualità, stanno mostrando come l’abitare classico sia la risposta giusta al posto giusto. Non fanno il verso ad Andrea Palladio, naturalmente. Nessuno è un «laudator temporis acti». L’eredità del grande architetto non la raccolgono sotto l’aspetto stilistico, ma umanistico: anche loro vogliono mettere l’uomo al centro. Con una consapevolezza ecologica che, allora, era nella natura delle cose e oggi, invece, va attentamente progettata. Al loro importante e generoso lavoro è dedicato il volume «New palladians. Modernity and Sustainability for 21st Century Architecture» (Artmedia, Londra, 2010), scritto da Alireza Sagharchi e Lucien Steil. Una raccolta di saggi sul tema dell’antico che si fa avanguardia, con una presentazione dei progetti architettonici ed urbanistici più recenti dei 48 architetti classici più interessanti al mondo. Gli stessi autori che furono invitati a esporre, nel 2008, nella mostra organizzata dall’Institute of Architecture del Principe di Galles a Londra, in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della nascita di Palladio. Tra gli alfieri di questa sensibilità classica e tradizionale che può permetterci di comprendere il presente e renderlo più piacevole ed eticamente responsabile, c'è anche il parmigiano Pier Carlo Bontempi. Poco più di cinquant'anni, uno studio a Ozzano e una fama internazionale. «La tradizione classica, declinata nelle diverse realtà locali, è un fenomeno moderno, studiato e praticato da un ampio numero di professionisti, studiosi, studenti, università e istituzioni», afferma. «Palladio è in assoluto l’architetto più famoso al mondo, perché il suo insegnamento ha potuto essere tradotto ovunque, dall’India alla Scandinavia». Anche il Principe Carlo, nella prefazione, sottolinea la modernità dei new palladians, che mirano a modellare l’ambiente sui principi di bellezza, utilità e sostenibilità, sostituendo alla solidità della triade palladiana «firmitas-utilitas-venustas» l’attenzione all’ecocompatibilità. «La sostenibilità va intesa in senso ampio: non è una mera questione di risparmio energetico o di riduzione dell’inquinamento ambientale, è la capacità di durare nel tempo e, soprattutto, di trasmettere valori. Un edificio che duri mille anni e renda felice la vita delle persone è certamente ecologico...». Non a caso, come sta confermando in questi mesi il Padiglione Italia all’Expo di Shanghai 2010 - al cui ingresso si trova una riproduzione del maestoso Teatro Olimpico di Vicenza di Palladio -, la città dell’uomo, quella dove la qualità della vita non è uno slogan ma un’opportunità concreta, è la città storica. «La maggior parte dei progetti presenti nel libro sono realizzati, a conferma che l’architettura tradizionale è una possibilità reale, e tocca qualsiasi tipologia, dalla villa privata al palazzo pubblico, dall’ospedale alla scuola, dalla chiesa alla casa plurifamiliare». Insomma, il movimento neopalladiano non è il sogno utopico di qualche illuso e, soprattutto, non si rivolge solo a ricchi signori di campagna. Per illustrare l’attività di Bontempi, è stato scelto un progetto nobilmente semplice: il nuovo borgo Fonti di Matilde a Reggio Emilia, progettato con Victor Deupi e Jonathan Weatherill. Quest’ultimo architetto, che compare anche nella rosa dei new palladians con una sua opera, è un quarantenne di talento che collabora da anni con lo studio di Ozzano. «Tra i progettisti classici selezionati nel volume, ci sono anche tanti giovani architetti, come Ben Pentreath o Francis Terry che firma i progetti insieme al padre Quinlan: questo dà un meraviglioso senso di continuità; il nuovo si crea sempre appoggiandoci sulle spalle di chi ci ha preceduto». Anche i giovani architetti, dunque, e in vari Paesi, stanno reagendo alla «società liquida» evocando la certezza dei padri, fatta di durata, serietà, significati. Che, speriamo, ci porterà fuori dal tunnel in cui si è infilata l’architettura contemporanea: sempre più fast, sempre più da intrattenimento, sempre più irritante nel suo essere senza capo né coda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno