13°

23°

Arte-Cultura

Ritorno dell'Inquisizione

Ritorno dell'Inquisizione
Ricevi gratis le news
0

Federica  Dallasta

Il 29 luglio 1780 il duca Ferdinando di Borbone riuscì a coronare una personale aspirazione pubblicando il “Sistema del Tribunale della Santa Inquisizione ne’ Regi Dominj di Parma, Piacenza e Guastalla”, un “Concordato” col quale ristabiliva buoni rapporti con la Santa Sede dopo anni di tensioni diplomatiche e riapriva le sedi inquisitoriali di Parma e Piacenza soppresse da undici anni.
I motivi per cui nel 1769 era stato costretto a chiudere i due tribunali del S. Ufficio sono numerosi: le pressioni del primo ministro “illuminato” Guillaume Du Tillot, l’esempio paterno, la pretesa delle Corti borboniche francese e spagnola di indirizzare la politica del piccolo Stato padano verso orientamenti regalisti e giurisdizionalisti, l’esigenza di sottrarre beni agli ecclesiastici per ridistribuirli alla collettività oppressa da gravi carestie.
Altrettanto numerose furono le ragioni che spinsero il giovane principe ad invertire la marcia e a ripristinare i rapporti con Roma: il consenso accordato a tale progetto dalla monarchia spagnola, di cui i ducati di Parma e Piacenza erano vassalli dal 1556, la pressione del partito tradizionalista che a Parma contrastava quello riformista, gli scrupoli di coscienza del principe, fin dall’infanzia molto attaccato alla religione su esempio materno, la sua volontà di fare ammenda dei danni provocati agli ecclesiastici, in particolare ai gesuiti e ai domenicani.
Il papa Pio VI accolse con “paterna benevolenza” la richiesta di don Ferdinando e arrivò addirittura a concedere un “indulto” di quattro mesi a coloro che avessero commesso reati in materia di fede negli undici anni precedenti. Il pontefice si accordò col principe sui tempi e sui modi in cui il nuovo inquisitore avrebbe emesso il suo “editto generale” per comunicare al popolo la riapertura delle due sedi principali di Parma e Piacenza e dei numerosi vicariati.
Infatti il 12 agosto 1780 l’inquisitore di Parma Vincenzo Giuliano Mozani pubblicò con soddisfazione il suo editto e lo fece affiggere ovunque. Nel testo, su richiesta ducale, sottolineò la mitezza e la misericordia del S. Ufficio, ma elencò con estrema precisione gli obblighi dei fedeli: non sarebbero state ammesse letture proibite, affermazioni ereticali, bestemmie o pratiche magiche.
I due tribunali, con le loro sedi vicariali sparse per tutto lo Stato, rimasero attivi per sedici anni, fino all’arrivo delle truppe napoleoniche, mentre in molti altri Stati italiani erano già stati definitivamente soppressi in anni precedenti da sovrani “illuminati” che avevano preteso di gestire direttamente il problema della censura libraria, in base a nuovi criteri laici.
A Parma questi mutamenti provocarono conseguenze spiacevoli: nel 1769 l’abbattimento della cappella della S. Croce in cui si celebravano i processi inquisitoriali, poi, all’inizio del XIX secolo, la distruzione dell’archivio dell’Inquisizione. Furono due gesti carichi di significato ideologico, dettati dalla volontà di liberarsi di una presenza fastidiosa e di affermare la libertà di pensiero, ma il prezzo fu la perdita definitiva di un rilevante patrimonio artistico, storico e culturale.
L’archivio si era stratificato dall’inizio del Cinquecento, la cappella era stata mirabilmente affrescata dagli allievi del Correggio alla fine dello stesso secolo; eppure oggi ci rimangono solo scarne descrizioni e succinti inventari stilati dall’inquisitore che subì la soppressione nel 1769. La gravità di tali perdite emerse solo a distanza di tempo, perché le voci critiche non furono ascoltate.
Queste vicende ci dovrebbero insegnare a tutelare in ogni modo i beni culturali e ad ascoltare coloro che con passione si dedicano alla loro conservazione, perché solo così potremo evitare di danneggiarli e li potremo consegnare alle future generazioni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno