21°

Arte-Cultura

Mozart? Lo racconta Paolina

Mozart? Lo racconta Paolina
Ricevi gratis le news
0

 Gian Paolo Minardi 

Io di me posso accertare che nel mio primo udir musiche (il che molto tardi cominciai) io trovava affatto sconvenienti, incongrue, dissonanti e discordevoli parecchie delle più usitate combinazioni successive di tuoni, che ora mi paiono armoniche, e nell’udirle formo il giudizio e percepisco il sentimento della melodia». 
Questa annotazione sullo «Zibaldone» è rivelatrice della particolare acutezza con cui Leopardi entrava nel «sistema musica», in maniera del tutto empirica, ignorandone probabilmente il dibattuto contesto speculativo ma cogliendone l’essenza profonda. Un’affermazione, sempre sul prezioso testo, come questa «un’assoluta novità in musica non può essere altro che disarmonia, perché sarebbe sconvenienza dalle assuefazioni generali» non può che apparire stupefacente per lungimiranza. Sul terreno più diretto, quello della fruizione, sappiamo quanto il poeta fosse rimasto conquistato dall’opera, quella rossiniana soprattutto, dividendo tale passione con la sorella Paolina, coltivata non senza disagio stante la rigida impostazione pedagogica del padre, il conte Monaldo: «Li ho animati colla pubblicità dei saggi, delle conclusioni e della stampa, ma tenendoli severamente lontani dal Teatro, dai Pubblici Spettacoli...» aggiungendo poi per la fanciulla che «La Femina non la voglio letterata», imperativo che ci rimanda alle limitazioni poste dal padre di Mendelssohn alla figlia Fanny, compositrice di sicuro talento. Con quanta segreta determinazione Paolina abbia saputo aggirare le imposizioni paterne lo possiamo apprendere grazie ad una felicissima sorpresa editoriale, un libriccino edito dalla raffinata «Il notes magico» , che ricrea un fervido quanto originale profilo di Mozart, frutto di quella passione musicale coltivata clandestinamente; tanto che l’operetta, pubblicata a Bologna nel 1837 apparve senza il nome dell’autrice. Perché Bologna? Il filo è ricostruito dalla penna sottile di Alessandro Taverna che ha curato la pubblicazione e che ne illumina sapientemente il senso. Paolina era entrata in corrispondenza epistolare con Anna e Marianna Brighenti, figlie di un amico bolognese del fratello. Marianna era una cantante in via di affermazione, un’«addetta ai lavori» con cui Paolina poteva condividere le sue curiosità musicali. Uno scambio epistolare che durerà una decina d’anni e che diviene per Paolina - la quale peraltro mai avrà occasione di incontrare le due sorelle, un po' come avvenne per Caikovskij e la sua generosa protettrice Madame Von Meck - anche un termine di sfogo confidenziale per la sua condizione di «reclusa a Recanati». In tale contesto bolognese è nato questo piccolo, delizioso « Mozart», chiesto alla giovane Leopardi da una signora quale omaggio per le nozze del Conte Carradori e la Principessa Simonetti. Un’occasione stimolante per Paolina che mette a frutto le sue conoscenze mozartiane, ricavate da una bibliografia già abbastanza colorita nonché dalla assidua lettura di quello «Spettatore Italiano e Straniero» dove accanto ai brevi saggi filologici del fratello figuravano le cronache musicali di Pietro Lichtenthal, amico del figlio di Mozart residente a Milano nonché uno dei primi divulgatori in Italia dell’arte del salisburghese. Materiale che Paolina fa proprio per ricreare in tre capitoli l’intero percorso del compositore; il tutto in una trentina di pagine di scrittura felicissima quanto originale nel taglio che riesce a imprimere un respiro ampio attraverso significative soste sui dettagli: partendo non da Salisburgo ma da Praga per invertire poi il senso di marcia e giungere al desolato epilogo, col «Requiem». 
Ma è proprio nei dettagli che emerge il carattere del personaggio: il fascino per le creature che escono dalla sua fantasia, quella di Cherubino in particolare, «un giovinetto ancora più tormentato da suoi sedici anni, più ardentemente divorato da un male che non conosce» , ma pure le piccole miserie quotidiane, lo squallore degli alloggi, gli incontri con una nobiltà altezzosa, il confronto con una realtà regolato quasi ossessivamente dal padre Leopold nell’ansia di costruire quella carriera che non avverrà. La figura di Leopold, appunto, è una delle lenti che dà un particolare colore alla lettura divenendo inevitabile controfigura del proprio, il duro conte Monaldo. «I parallelismi e le corrispondenze innescate tra Salisburgo e Recanati - scrive Taverna - scatenano una reazione a catena difficile da controllare. La città natale ingrata da cui fuggire, il padre educatore e dispotico, l’ammirazione suscitata dal genio, la morte improvvisa: tutto concorre a rendere questa vita di Wolgango fatalmente familiare a chi sia familiare l’esistenza di Giacomo».
 
Mozart
 Il notes magico, pag. 55, 8,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

2commenti

Lealtrenotizie

A novembre la Guida Michelin farà brillare le sue stelle per la terza volta a Parma

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

2commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Roma

Omicidio del tifoso napoletano Ciro Esposito, confermati 16 anni all'ultrà romanista De Santis

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

FORMULA 1

L'Alfa Romeo sceglie Giovinazzi: un italiano nel Circus dopo 8 anni

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat