16°

28°

Poesia

Artoni e la sera d'un sogno: la vita

Artoni e la sera d'un sogno: la vita
Ricevi gratis le news
0
 

Con la raccolta «L'ultima torpediniera» pubblicata postuma da Mup editore sempre a cura di Luigi Alfieri e Paolo Briganti, Gian Carlo Artoni ha elegantemente chiuso i propri rapporti con la sua lunga, operosa e appassionata esistenza: un addio un po' orgoglioso e un po' malinconico come era sempre stata la sua poesia: addio che si era però negli ultimi anni approfondito nella ferita della solitudine e nella consapevole esigenza di un continuo confronto con la fine. Inoltre, c'è un rapporto che Artoni ha proposto al lettore fino dal titolo del libro, perché la torpediniera appare, come i lettori più avvertiti ricorderanno, nella prima raccolta di Vittorio Sereni, «Frontiera» edita prima da Corrente nel '41, e poi con qualche testo aggiunto da Vallecchi l'anno dopo. La poesia s'intitola «Terrazza» e si conclude con questi versi: «Siamo tutti sospesi / a un tacito evento questa sera / entro quel raggio di torpediniera / che ci scruta poi gira se ne va». Un accenno misterioso, in verità, e inquietante in Sereni e in Artoni. Ed ecco, allora, che anche la poesia batte e ribatte sul suo ordine (e disordine) interno, il piacere e il timore, il segreto dell'esserci e il destino dentro il quale sprofondiamo quando - scriveva Sereni - «Improvvisa ci coglie la sera». Gian Carlo Artoni è stato, e resta per noi, un amico, un confidente, un'affettuosa persona di riferimento e una presenza senza condizionamenti da esibire al primo come all'ultimo arrivato. Un uomo, insomma, che si affida alla poesia - quella del suoi primi testi e quella degli ultimi - con la semplicità di un lungo discorrere di sé, del mondo, della fatica e del mestiere di vivere: una specie di invecchiamento quale illimpidimento e suggestione dei contatti prosciugati da una grazia quasi metastasiana (cantabile, vien da dire) delle metafore e dei paragoni, tra sogni, proverbi, ricordi, amori, consolazioni e improvvisi turbamenti, che sono suoi e, in seguito, nostri, mentre «l'ultima torpediniera / sta raggiungendo / il porto / della sera...».

A quel porto ora la torpediniera è approdata e s'avverte un'atmosfera di pace, la poesia di Artoni comincia, dopo anni e anni di quasi ossessive interrogazioni intime - che sfociavano spesso nell'autoirrisione - a contemplarsi, placata, per l'ultima e più sincera prova dell'esistenza, quando «Mi picchia nel cervello / il suono di un martello / che batte nelle ore / quando risplende il sole / e si scaldano i tetti / nel ricordo dei tasti / della vecchia Olivetti». E' davvero, quindi, di questa natura il suo appartarsi, il suo dire addio, il suo «Lasciatemi andare...» che Bertolucci aveva caricato con il gesto solenne dell'ultimo sorriso. Ma, intanto, Artoni è riuscito a cavare da quel rito sereno della separazione anche l'ultimo scherzo per coloro che l'hanno letto e lo leggono. La poesia s'intitola «Recensione» e dice «Ti senti / tale e quale / ad Eugenio / Montale, / ma sei rimasto / un tale». Siamo chiamati in causa? Forse sì perché tante volte i paragoni son fatti per dar lustro più a chi li inventa che a quelli cui sono riferiti, e Gian Carlo lo sa e si risponde senza finzioni: «Sto uscendo dalla vita / col gonfalone al vento; / di certo non mi pento / di quello che son stato / solo vorrei sapere / perché ci hanno creato / e poi, Chi è stato». E così il verso alza il tono, diventa una preghiera e una invocazione. La storia d'amore di questa poesia somiglia molto a quella che la vita quasi sempre imbastisce tra l'uomo e la donna: proteste ed effusioni, litigi e pacificazioni si succedono quando «Ogni storia / d'amore / finisce nel dolore / quando muore / e le ore felici / sono ali lontane / di pernici...». La torpediniera «gira se ne va» scriveva Sereni, la nostra piccola barca costeggia la riva, fa del piccolo cabotaggio, e ha un fanale che spande poca luce, sembriamo alla fine rassegnati. E invece ecco il poeta che ci rincuora, ecco passa il poeta col suo canto che non delude costeggiando la vita.

L'ultima torpediniera

di Gian Carlo Artoni

Mup ed., pag. 126, 15,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"