19°

29°

arte

Balla, maestro della ricerca dal divisionismo al futurismo

Balla, maestro della ricerca dal divisionismo al futurismo

Giacomo Balla, «Velocità astratta + rumore» (1913)

Ricevi gratis le news
0

La Fondazione Ferrero di Alba rende omaggio (fino al 27 febbraio) a Giacomo Balla (Torino 1871 – Roma 1958), figura straordinaria di pittore, scultore e scenografo, considerato artista fondamentale nel raccordo tra l’arte italiana e le avanguardie storiche. Il percorso propone un’esposizione articolata in sezioni tematiche: il realismo sociale e la tecnica divisionista di cui Balla fu tra i protagonisti in Italia. E poi le compenetrazioni iridescenti e gli studi sulla percezione della luce fino all’analisi del movimento e l’adesione al futurismo. Nel primo apprendistato torinese, vicino al litografo Pietro Cassina ed ai fotografi Bertieri, l’occhio del giovane Balla era stato educato da un lato verso un preciso, rigoroso, studio del particolare e dall’altro verso tracciati visivi esatti, costruiti secondo angolazioni inconsuete e personali. Origini mai dimenticate, anzi formative per un animo che diverrà «futurista». Nelle opere che seguono lo sguardo penetra la realtà dolorosa e crudele delle classi ai bordi della società. Un ampio numero di quadri documenta questa fase – tra fine ottocento e primi novecento – durante la quale, in parallelo a temi che condensano sofferenza e alienazione, l’artista svilupperà un’altissima sensibilità tecnica, le cui origini affondano nel divisionismo piemontese.
La pennellata ricca di filamenti luminosi, il forte contrasto tra chiari e scuri, la scelta di tagli prospettici audaci ed estremi rappresenterà per coloro che aderiranno al Manifesto del Futurismo un modello unico e straordinario da seguire. Temerario, impavido, audace, lo stesso Balla accoglierà nel 1910, con grande entusiasmo, l’invito di Filippo Tommaso Marinetti e di Umberto Boccioni a far parte della schiera dei nuovi combattenti per l’arte. Si assiste così ad una serie di passaggi che vanno dal realismo dei primi dipinti alla trasposizione dei precedenti principi compositivi nella materia dinamica e astratta delle Compenetrazioni iridescenti, a larghi tasselli cromatici, fino alla ricomposizione della nuova realtà in movimento nelle Linee di velocità.
In un progressivo avvicinamento ai segni matematici puri quali verticale, diagonale, spirale, il linguaggio di Balla scopre nuove categorie della rappresentazione nei suoi parametri primari, nell’amplificazione del fenomeno fisico, isolato, sezionato e inquadrato in tutta la sua verità di materia vibratile. Una visione capace di attingere alle massime profondità, ma di sfondare anche i limiti della cornice, in un gioco di rilancio verso la vita. L’indagine su Balla e la sua pittura, sulla vita dell’artista e sul contesto culturale che lo circonda, in momenti di forte rinnovamento per le arti figurative, prima a Torino e poi a Roma e nella Parigi d’inizio secolo, in concomitanza con lo svolgimento dell’Esposizione Universale del Novecento che non potè non influenzare la sua sensibilità di artista, sono approfondite visivamente nel percorso espositivo dove si incontrano in opere provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private, italiane ed estere. Fra i capolavori, difficilmente concessi in prestito, si possono ammirare il Polittico dei viventi, nella sua completezza, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e dall’Accademia di San Luca di Roma, La mano del violinista dalla Estorick Collection di Londra, la Bambina che corre sul balcone, dal Museo del Novecento di Milano, il Dinamismo di un cane al guinzaglio, dalla Albright-Knox Art Gallery di Buffalo, il Volo di rondini del Museum of Modern Art di New York, la Velocità astratta + rumore in prestito dalla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, che sarà accostata alla Velocità astratta. L’auto è passata della Tate Modern di Londra, ed ancora un’Automobile in corsa, proveniente da The Israel Museum of Gerusalemme. La mostra, a cura di Ester Coen, è realizzata con la collaborazione scientifica della GAM di Torino e della Soprintendenza Belle Arti del Piemonte. Il catalogo è edito da Skira.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Prime nozze gay all'ombra della corte di Elisabetta

GRAN BRETAGNA

Prime nozze gay all'ombra della corte di Elisabetta

Bimba batterista

giappone

La bimba che suona i Led Zeppelin (Bonham) è impressionante Video

Dolce & Gabbana riportano in passerella Monica Bellucci e Naomi Campbell

MODA

Dolce & Gabbana riportano in passerella Monica Bellucci (a 53 anni) e Naomi Campbell (48) Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Trattoria Armanda» una gita per la tradizione della Liguria

CHICHIBIO

«Trattoria Armanda» una gita per la tradizione della Liguria

Lealtrenotizie

Si schianta in auto e svanisce nel nulla: si cerca un 25enne di Rivalta

PONTE ENZA

Trovato vivo a San Prospero Cristopher Delbono

12 tg parma

Il raduno provinciale degli alpini a Noceto Video

ozzano taro

Incidente all'alba, 6 feriti. Due giovani ricoverati

ANTEPRIMA GAZZETTA

Vigili, il bilancio di un anno: oltre 1200 interventi per incidenti

Parma calcio: i movimenti di mercato. Noceto: adunata degli alpini. Al Tardini i campioni dei videogames. San Giovanni: il culto delle tortellate

serie a

Parmamercato: Viviano verso la firma. Tutte le trattative - Video

massese

Guarda che sorpasso folle sulla tangenziale di Langhirano

3commenti

12 tg parma

Festival della parola: tre giorni alla Corale Verdi in ricordo di Luigi Tenco Video

parma

Tenta il furto al Bricoman e picchia uomo della security: in fuga, preso dai carabinieri

vigili del fuoco

Tragedia sfiorata in Pilotta, cade un mattone dal tetto sul marciapiede

1commento

carabinieri sorbolo

Furti a scuola e nelle case: arrestati due fratelli, i ladri di pc

4commenti

non solo tifo

"Toscanini" e i tifosi del Parma donano un'altalena per disabili a San Severino

Circolo coordinamento e Danè

LA STORIA

30anni di Erreà: un brand parmigiano sulla scena mondiale

maleducazione

Rifiuti abbandonati accanto ai cestini in piazzale Rondani Gallery

IL CASO

Fidenza, «nessun profugo nella casa di via XXIV Maggio»

4commenti

Scuola

Vandali scatenati. Devastata anche la «Salvo D'Acquisto»

3commenti

La storia

In fuga da Padova in bici e in treno 14enne arriva a Berceto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La magia di una vita (vera) al tempo dei social

di Michele Brambilla

ECONOMIA

Quota 100? Come cambiano le pensioni. L'inserto del lunedì

ITALIA/MONDO

Iraq

Angelina Jolie si commuove tra le rovine di Mosul Video

FISCO

Ci siamo: ultimo giorno per Imu e Tasi miniguida

SPORT

MONDIALI

Brasile, solo un pareggio con la Svizzera

play-off

Palloni in campo e invasione (Video) ricorso Palermo sul match di Frosinone

SOCIETA'

IL CASO

Pesce allevato o pescato? Stesso gusto, prezzo molto diverso, eppure...

LA PEPPA

La ricetta Faraona ripiena - Ecco come renderla morbida

MOTORI

Elettrica

Silenzio, arriva Jaguar i-Pace: il Suv a zero emissioni

PROVA SU STRADA

Peugeot 3008 1.6 BlueHDi, al volante del Suv del Leone

2commenti