13°

25°

libri

L'atlante rock. I luoghi della musica

Giro del mondo in 400 pagine da Abbey Road a Woodstock passando per Nashville, Asbury Park e l'isola di Wight

L'atlante rock. I luoghi della musica
Ricevi gratis le news
0
 

Il primo luogo potrebbe essere un garage qualsiasi. Un garage dove un gruppo di ragazzi, facciamo che fossero i Sex Pistols, si metteva a provare, infastidendo gli inquilini dei piani di sopra, quando non si era fortunati a suonare in campagna. E’ da quel garage, da quelle fattorie, che poi si misero in moto tante band. La casa editrice Hoepli ha appena dato alle stampe «Atlante Rock – Viaggio nei luoghi della musica», di Ezio Guaitamacchi, famoso critico musicale, uno a cui la musica sta attillata come una tuta delle star anni Ottanta e i jeans di Mick Jagger, un giornalista-viaggiatore che ha consumato tante suole quanto inchiostro e voce per narrarci il Rock.

Il libro è pensato come una guida e per questo si presta a diversi utilizzi: per organizzare itinerari turistici a suon di Fender (ok, anche di Gibson, Ibanez…), come percorso sonoro per riscoprire melodie perdute, alla ricerca di quel gruppo o quella cantante che non ascoltiamo da tempo. Un guida rock scritta da un Mr. Fogg che fa il suo giro del mondo musicale in ben più di 80 giorni: dal didgeridoo australiano ai cori zulu di Capo di Buona Speranza, dal sitar del Kerala al charango sudamericano. Un vero «magical mistery tour». Chiaro, da un «Atlante Rock» ci si aspettano Woodstock, Abbey Road, l’isola di Wight, Nashville, New Orleans, considerata da The Edge «la città più musicale del mondo». Infatti questi luoghi ci sono alla grande e ce ne sono tanti e tanti ancora. Poteva mancare l’Asbury Park del Boss? Oppure la Memphis di Elvis? Seattle (anche per il grunge)? E poi luoghi forse meno cliccati o visitati fisicamente, tipo gli studi Fame, in Alabama, dove – dopo un inizio non proprio entusiasmante – venne scritta buona parte della storia discografica di soul, rock e pop negli anni '60 e '70. Luoghi semisconosciuti, sì. Proprio per questo è giunto il momento di incontrarli, non credete? Ecco allora che parte il viaggio di Guaitamacchi, con quella faccia da cowboy su e giù per gli States e attraverso la nobile Britannia, alle sorgenti del rock.

Il volume - ottima grafica 382 pagine a colori, euro 29.90, ebook 19,99 - propone finestre alla stregua di un pc e tra queste apriamo alcune citazioni. Ad esempio quando John Lennon ebbe a dire «se volete dare un altro nome al rock’n’roll, chiamatelo Chuck Berry». Bob Dylan ricorda così il suo amico Dave Van Ronk: «Era capace di ululare e di sussurrare, di trasformare una ballata in un blues e un blues in una ballata. Incarnava alla perfezione lo spirito del Village: anzi, lui era il re del Greenwich Village». Lou Reed provocò con queste parole: «Se c’è qualcuno che ha davvero a cuore i destini di New York e che ha le carte in regola per usare il nome della sua città come titolo di un album, quello sono io». Poche pagine più in là c’è Bill Graham che dalla California, forse ancora inebriato dalla «Summer of love», confessa: «Quando sono a San Francisco mi dimentico di pregare: mi sembra di essere in paradiso» (Frisco è proprio così, ndr). Otis Redding non nasconde il suo passatempo preferito: «Fischiettare e perder tempo, seduto su un molo della baia». Ci spostiamo in Terra d’Albione: quando suo nipote chiese a Marianne Faithfull com’era Londra negli anni '60, lei gli fece ascoltare «Purple Haze», «e lui capì». Aneddoti scanditi come un giro armonico di blues sul pianoforte. Il libro è arricchito da decine di immagini evocative, mappe, soundtrack. Un lavoro coi baffi. Purtroppo manca un indice dei nomi e non è quindi facile risalire a Paul Weller o a Joni Mitchell.

Oltre che un libro di musica e geografia, è un libro di storia, sociologia, arte, politica, cinema, moda. Di riscoperta di luoghi diventati cult: pub, motel (Patti Smith e Robert Mapplethorpe cementarono la loro unione artistica al Chelsea Hotel), club (uno per tutti: il Cavern), studi di registrazione (l’Electric Lady Studios di Jimi Hendrix), negozi di dischi, musei (magnifico il Johnny Cash Museum), case (come quelle di Janis Joplin, dei Jefferson Airplane o dove vivevano i poeti della beat generation), statue. Lapidi. Saliamo quindi su questo «magic bus» di cellulosa, come lo descriverebbero gli Who, per percorrere idealmente e ascoltare, sfogliando, le street songs che hanno tracciato, su vinile, il Novecento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Melania in Texas, ma scoppia il caso della giacca

USA

Melania in Texas, ma scoppia il caso della giacca

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

FESTE PGN

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

Chiara Francini

Chiara Francini

30 GIUGNO

"Mia madre non lo deve sapere": Chiara Francini presenta il suo libro a Parma

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La VIP più bella di Parma? Conduce Benedetta Mazza

GAZZAFUN

Ecco altri VIP parmigiani: li conosci tutti? Scoprilo subito!

Lealtrenotizie

Angelo, 24 anni, è morto travolto davanti al padre

Tragedia in A15

Angelo, 24 anni, è morto travolto da un camion davanti al padre

Viale Vittoria

«Se compri la droga ti fotografo»: (Sono già spariti) i cartelli sugli alberi - Gallery

4commenti

L'evento dell'anno

Ennio Morricone incanta Parma e la Cittadella Gallery

L'INTERVISTA

Malmesi: «Faremo la A»

Il presidente Upi

Annalisa Sassi: «Legame col territorio sempre più forte»

NOCETO

Matilde, la youtuber che insegna ad amare i libri

METEO

Maltempo: forti temporali (e calo delle temperature) in arrivo al Nord

TIZZANO

Restituito al proprietario il Ciao rubato 31 anni fa

Dramma

Superchi, il dolore dell'amico medico: «Se n'è andato un combattente»

operazione nostalgia

Le leggende del Parma in campo (domani) al Tardini

COLLECCHIO

Adriano, modello per Dolce & Gabbana

AUTOSTRADE

Incidente mortale in Autocisa: operaio travolto e ucciso da un camion

1commento

caso whatsapp

"Pippein", "cazzein" ecco i tre messaggi di Calaiò. Esperto: "accuse deboli" Video

5commenti

caso whatsapp

Ceravolo: "Accuse infamanti: il Parma non perderà la A per un pippein"

La solidarietà del sindaco Pizzarotti: "Sto con il Parma senza se e senza ma"

8commenti

industriali

La Sassi nuovo presidente Upi: obiettivo "innovazione e crescita" Video

L'ex presidente Figna: "Il mio un bilancio positivo: imprese in crescita"

ASSEMBLEA UPI

Figna: "Economia dinamica, ottimismo per il futuro". Annalisa Sassi alla presidenza

Si svolge l'assemblea degli industriali al «Paganini». Il presidente uscente ricorda Loris Borghi: "Ha dato forte impulso all'attività dell'Ateneo e alla collaborazione con le imprese".

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Trump, i pianti dei bambini e il cinismo della politica

di Domenico Cacopardo

SONDAGGIO

Estate, tempo di musica e tormentoni: vota la tua hit Anni '80 preferita

ITALIA/MONDO

paura

Terremoto di magnitudo 2.8 vicino Amatrice

attacco

Saviano, duro contro Salvini: "Scortato da 11 anni, dovrei avere paura di te? Buffone" Video

3commenti

SPORT

mondiali

Caos Argentina, il ct Sampaoli: "Colpa mia". I giocatori: "Cacciatelo ora"

RUSSIA 2018

Disastro Argentina: perde con la Croazia ed è quasi fuori

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

MODENA

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è ancora il ristorante migliore del mondo

2commenti

MOTORI

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse

ANTEPRIMA

Ecco la nuova S60, la prima Volvo costruita negli Usa