15°

25°

cultura

Depero, un mago tra robot e marionette

La genialità di un artista che cambia il mondo per gioco

Depero, un mago tra robot e marionette
Ricevi gratis le news
0

E’ l’uomo dai baffi con sigaro e ombrello, ritagliato in rosso e nero, ad indicarci la strada per la casa del mago, vigilata da singolari, sorprendenti personaggi sparsi tra le margherite che decorano il liscio, pettinato prato verde che dà ingresso alla luminosa villa Magnani Rocca, ammaliante dimora (fino al 2 luglio) di «Depero il mago», artista di poliedrica genialità che ha cercato di cambiare il mondo ricreandolo in chiave futurista. E certi suoi modelli robotici, certi suoi personaggi tra la macchietta e l’automatismo invitano a riflettere sulla società odierna con sorridente distacco. Il mondo di Depero è straordinariamente intrigante perché coinvolge tutta la società, superando - secondo le intenzioni dell’Art Deco - le tradizionali teorie delle arti maggiori e minori e toccando con la stessa intensità, con lo stesso vitalismo dinamico tanti aspetti della vita quotidiana: la moda, l’arredamento, la pubblicità, il teatro, l’architettura. Quello che il primo Futurismo (distinzione coniata da Crispolti) aveva teorizzato, limitandolo però praticamente alla pittura e alla scultura, col secondo Futurismo diventa stile di vita. Protagonista principale di questa seconda ventata innovativa è Fortunato Depero (1892-1960), originario della Val di Non quando era ancora sotto l’impero austro-ungarico, giovane irredentista, curioso delle novità culturali, del Simbolismo (come rivelano le opere giovanili) e poi innamoratosi del Futurismo, scoperto durante un viaggio a Firenze nel 1913, seguito da un soggiorno a Roma dove ha conosciuto Boccioni e Marinetti. E la vivace, accattivante mostra alla Magnani Rocca parte da qui, da un nerboruto «Taglialegna» del 1912 che simboleggia il delitto e dal grottesco disegno del Presentimento (pungente, mordente e spaventoso). Il materiale viene per la massima parte dal Mart di Rovereto e i curatori, Nicoletta Boschero e Stefano Roffi cui si deve pure il catalogo della Silva Editoriale, hanno suddiviso il percorso in cinque sezioni: Irredentismo e Futurismo; teatro magico; la casa del mago; New York; Rovereto. Quando l’Italia entra in guerra Depero nel 1915 si trasferisce a Roma, diventa allievo di Balla e in numerosi disegni si esercita a rappresentare le forme nella loro dinamicità mediante la scomposizione dei volumi e la loro scansione ripetitiva. Firma il manifesto della «Ricostruzione futurista dell’universo» guida fondamentale dei futuristi fino agli anni Trenta. L’incontro con Djagilev (1916), che gli commissiona i costumi per «Le chant du rossignol» (anche se non avrà seguito) lo avvicina al teatro e gli offre l’occasione di nuove sperimentazioni in un campo in cui la fantasia accende magiche visioni. E durante il soggiorno a Capri, ospite dello scrittore Gilbert Clavel, concepisce l’idea del «Teatro plastico» in cui le marionette sostituiscono attori e ballerini. Nascono quei personaggi cubofuturistici in cui l’accensione cromatica astratta si coniuga con una fantasia ricca di spunti poetici. Ecco, in composizioni bidimensionali scandite da elementi geometrici, «L’uomo coi baffi», la «Donna in vetrina» e le chine ritmate dai neri e dai bianchi in cui appaiono anche Depero e Clavel. La «Ballerina coi pappagalli» è accesa da un gioioso dinamismo che ne accentua il movimento e la spazialità. E la dinamicità assume toni meccanicistici nella «Rissa» (1926), uno dei suoi capolavori giocato sulle sfumature dei bianchi e dei neri, in cui compaiono i robot d’acciaio che sostituiscono gli uomini. Nel periodo caprese nasce anche l’idea delle «tarsie di panno», che trova piena esecuzione alcuni anni dopo a Rovereto, quando l’artista acquista alcuni telai e con la moglie e un’operaia inizia a produrre arazzi e cuscini dai soggetti più vari dall’aratura ai guerrieri, agli animali, che propone con grande successo alla famosa esposizione di Parigi del 1925, battesimo ufficiale dell’Art Deco. Intuisce l’importanza di pubblicizzare le proprie attività ed entra nel settore realizzando manifesti per la Magnesia San Pellegrino, l’Unica e soprattutto per Campari, che segnano la storia della grafica pubblicitaria. La sua attività produttiva è descritta suggestivamente nella «Casa del mago» un grandioso capolavoro palpitante di vita e di magia creativa in un fantasioso equilibrio di forme scandite dal colore. Depero nel 1928 si trasferisce a New York con la moglie Rosetta e vi rimane due anni durante i quali crea la «Depero futurist house» che pubblicizza con manifesti che danno un’immagine sintetica della sua produzione e gli procurano importanti incarichi: disegna copertine per «Vanity fair», «Vogue», «Sparks», costumi teatrali come la «Ballerina negra» in un disegno a china ritmato da significativi elementi circolari. Nelle scenografie per «The New Babel» lo spazio urbano coi grattacieli appare una complessa macchina di ingranaggi fantastici. Questa opera e altre come «Macchinismo babelico» costituiscono la sintesi stilistica di tutto il suo percorso futurista e della sua personale sigla creativa. L’ultima parte è dedicata alle opere del dopoguerra che troveranno poi collocazione a Rovereto nel «Museo Depero. Primo museo futurista d’Italia» (1960). Il ricordo di New York è palpabile nella «Venditrice ambulante di Down Town» una visione colorata e grottesca. E soggetti tra il grottesco e il surreale si muovono nella convulsa «Simultaneità metropolitana» in cui Depero sembra esprime un giudizio negativo su una società dove l’uomo («Teste e tubi. Forme simultanee») perde la propria individualità per diventare parte anonima di una macchina produttiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

tifo e tifose

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Salsomaggiore: Fritelli vince per 100 voti

Fritelli esulta alla notizia della vittoria

Ballottaggi

Salsomaggiore: Fritelli vince per 100 voti

Chiusi i seggi a Salso. Affluenza in calo: ha votato il 49,6% dei salsesi

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Anteprima gazzetta

Incidente nel Reggiano, grave un motociclista parmigiano Video

football americano

Panthers battuti dai Giants Bolzano nella semifinale scudetto

La sconfitta arriva al Tardini per 30-25

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

3commenti

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

1commento

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

2commenti

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

7commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

10commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

1commento

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

belluno

Turista si lancia dalla cima di un monte con tuta alare e muore

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

SPORT

calcio

Giappone e Senegal, gol e spettacolo: finisce 2-2

RUSSIA 2018

Colombia travolgente: la Polonia è già fuori

SOCIETA'

cani

Sos per Tito, uno splendido esemplare di bracco ungherese

cina

Il bus si ribalta e i passeggeri volano fuori dal finestrino

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse