14°

27°

Arte-Cultura

Serenissima, matite miracolose

Serenissima, matite miracolose
Ricevi gratis le news
0

Pier Paolo Mendogni

La luce, il mare, i palazzi fioriti sull'acqua: Venezia è uno scenario unico, come unico è il suo rapporto con l’arte che dal rinascimento ha trovato nella città lagunare un’affascinante fonte di ispirazione, e ha avuto una elevatissima concentrazione di artisti che hanno prodotto opere straordinarie. Tiepolo, Bellotto, i Guardi, Veronese, Marco e Sebastiano Ricci  sono tra i protagonisti delle stagioni più felici e alcuni dei loro disegni costituiscono l’accattivante richiamo della mostra «Riflessi Veneziani, dipinti, disegni, poesie...» in corso alla Galleria d’arte Farnese di Borgo Scacchini (fino al 30 gennaio), che presenta pure opere di artisti contemporanei e raffinata oggettistica. Due rari disegni di Paolo Caliari, il Veronese, aprono l’itinerario cronologico: una deliziosa «Testa di giovinetta», ripresa dal dietro per evidenziarne la sofisticata acconciatura con una corona di roselline che ne valorizza il luminoso collo sottile, e il «San Sebastiano di fronte all’imperatore Diocleziano» di notevole importanza in quanto è preparatorio ad un quadro, andato distrutto in un incendio, che si trovava nella chiesa di San Sebastiano a Venezia. Preparatoria ad un affresco, invece, è la sanguigna di Giambattista Tiepolo con la descrizione dell’incontro tra Antonio e Cleopatra, realizzato tra il 1747 - 50 nel salone di Palazzo Labia: le differenze fra le due opere sono minime. Un sintetico studio a matita con al centro un angelo con la spada sguainata mentre altri precipitano verso la terra potrebbe essere una prima idea per la «Caduta degli angeli ribelli» affrescata tra il 1726 - 28 nel soffitto dello scalone d’onore dell’Arcivescovado di Udine, dove però non c'è la presenza della Madonna col Bambino. In un altro disegno a matita viene delineata efficacemente la tragica scena della Deposizione, dipinta a olio verso il 1766-70 e ora nella collezione Hausammann di Zurigo così come il volto femminile dallo sguardo estatico di misticismo conduce alla Santa Francesca Romana dei «Quattro santi olivetani» del Museo di Verona un tempo assegnato a Giambattista ed ora trasferito al figlio Gian Domenico.  Solido l’impianto del foglio acquerellato con al centro Cristo al quale alcune donne portano i loro figli da benedire. I Tiepolo hanno interpretato lo spirito veneziano brillante e ironico in una serie di disegni di personaggi tipici dell’ambiente. Giambattista in due disegni acquerellati descrive due protagonisti della commedia dell’arte, di cui uno fa scaramanticamente le corna, proseguendo una tradizione che parte da Carlevaris e da Marco Ricci di cui vengono presentati alcuni caratteristici personaggi disegnati su pergamena. I lavori esposti sono accompagnati dalle oniriche poesie marine di Giovanni Pizzigoni che arricchiscono l’approfondimento culturale. Un altro tema largamente diffuso è quello dei capricci in cui i paesaggi si abbelliscono di antiche rovine per ricordare un passato glorioso che si perpetua nelle fastosità celebrative della Serenissima. Bernardo Bellotto dopo l’apprendistato nella bottega dello zio, il Canaletto, è andato a Roma nel 1742 e a questo periodo risale il disegno col Colosseo e l’arco di Costantino e subito dopo quel «Capriccio veneto con fiume e arco romano». Anche Francesco Guardi, cognato del Tiepolo e ultimo rappresentante del vedutismo, ha eseguito molti disegni in cui la realtà si intreccia con la fantasia inventiva: ecco il solare paesaggio in cui elementi classicheggianti si affiancano a una ricercata fontana e la suggestiva visione di un sottoportego con lanterna che porta verso un campiello. Suo figlio Giacomo, invece, con rapidi tratti sintetici ha ripreso un vivace momento della vita cittadina sullo sfondo della chiesa del Redentore. La pittura religiosa trova un’eco nello splendido foglio acquerellato di Sebastiano Ricci che rappresenta la grandiosa scena del trasporto dell’Arca sacra preceduta da re David: è stato tradotto in un’enorme tela che si trova nella chiesa di Somaglia. A far da ponte tra Sette e Ottocento è Gian Domenico Tiepolo con un dipinto che riprende le spettacolari architettura veronesiane mentre più tardi è Mosè Bianchi che in un piacevole acquerello riproduce il dinamico e luminoso affresco del Tiepolo per la chiesa dei Gesuati rappresentante l’Istituzione del Rosario. C'è anche la Venezia contemporanea con alcuni dei suoi più significativi cantori: Virgilio Guidi, romano trapiantato in laguna, ha saputo cristallizzare con pochi tratti la memoria onirica della città; Remo Brindisi, altro romano rifugiatosi a Venezia dopo essere fuggito dai tedeschi, ha fatto fiorire la chiesa della Salute in un mare di smeraldo; Armando Pizzinato, friulano allievo di Guidi, ne ha colto le tenere architetture di luce. Da segnalare pure, come sorprendente conclusione del percorso, un raro dipinto figurativo di Alfonso Borghi degli anni Sessanta con un gruppo di donne in un interno dove entra una calda luce di sapore veneziano e lo spettacolare e festoso gruppo di ballerine di Renato Bertoloni, protagoniste del celebre Carnevale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ambulanza

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

SORBOLO

Abbandona rifiuti: 50enne multato

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover