13°

26°

CULTURA

Mantova, un Festival dei due mondi

Da domani a domenica attesi 360 tra scrittori e artisti per oltre 300 eventi

Mantova, un Festival dei due mondi
Ricevi gratis le news
0

Mantova ritorna, da domani a domenica, al centro del mondo (letterario). Festivaletteratura, anche quest’anno, ospita grandi autori di tutti i continenti. «Più di vent’anni fa - scrivono gli organizzatori - siamo partiti da questo bisogno di confronto e di condivisione culturale che non trovava sbocco, e abbiamo scoperto che la città, nella sua articolata trama di piazze, palazzi e giardini, era il meccanismo ideale per rimettere in moto il dialogo e incrociare i pensieri. Oggi che Mantova ospita a settembre una comunità che si estende ben oltre i suoi confini, la sfida è di dare al Festival nuovo alimento di dialogo, mantenendolo aperto, fresco, diretto e necessario come negli incontri delle prime edizioni, e cercando allo stesso tempo di farlo crescere. Per questo continuiamo a proporre scrittori di valore spesso ancora poco noti al grande pubblico; a impegnarli in nuovi cimenti, reinventando spazi e tempi degli incontri; a inserire in programma momenti partecipati di lettura e di rielaborazione dei saperi, spazi per scoprire nuovi talenti, occasioni di formazione confidenziale. Tutte cose che è raro incontrare in altre manifestazioni letterarie». Quest’anno per la 21ª edizione arriveranno 360 tra scrittori, artisti e ospiti e in programma ci saranno oltre 300 eventi tra incontri, spettacoli e concerti. Grandi numeri come quelli relativi al pubblico: si prevede il tutto esaurito per una città che, una volta all’anno, è la capitale della cultura.

Tra gli appuntamenti di domani l’incontro con Faraj Bayrakdar, uno degli intellettuali di riferimento dell’esilio siriano e dell’opposizione al regime di Assad. A conversare con l’autore de «Il luogo stretto» la sua traduttrice, Elena Chiti, e l’esperta di letteratura araba, Elisabetta Bartulli (sagrestia della chiesa di San Barnaba - ore 18.30). La scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie, diventata punto di riferimento per la lotta contro il razzismo e per i diritti delle donne, citata anche in una canzone da Beyoncé, parlerà del suo libro «Quella cosa attorno al collo» con Michela Murgia (piazza Castello - ore 21.15). Tra gli incontri di giovedì 7 settembre, segnaliamo quello tra due scrittori che non annoiano e portano avanti le loro narrazioni seriali: «Ironici malinconici» con Marco Malvaldi e Diego De Silva (piazza Castello - ore 16.15). In un’epoca in cui l’informazione è a portata di tutti, il giornalismo deve essere un «valore aggiunto» che porta ricerca e accuratezza alle fondamenta di una storia: «Lettere dalla guerra» con Carolin Emcke, inviata di Der Spiegel, e Cecilia Strada (palazzo D’Arco - ore 18.30). «Napule è mille paure» è il titolo della conversazione con Maurizio de Giovanni, «padre» del commissario Ricciardi e dell’ispettore Lojacono, condotta dalla collega Marilù Oliva (piazza Castello - ore 21.30). Infine una lezione di Alessandro Piperno su Philip Roth e l’amara sinfonia del tempo (palazzo d’Arco - ore 21.30). «La guerra attraverso gli occhi di un poeta» è il titolo dell’appuntamento di venerdì 8 settembre con Brian Turner - che ha prestato servizio per sette anni nell’esercito statunitense tra Bosnia, Iraq e Medio Oriente - e nel 2003 quando ha lasciato le armi ha iniziato a dedicarsi alla poesia, descrivendo il conflitto iracheno con il suo carico di dolore, paura e solitudine (sagrestia della chiesa di San Barnaba - ore 10.15). Quest’anno ricorre il 25° anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio, in cui persero la vita i magistrati Falcone e Borsellino. E, proprio con Falcone, iniziò a lavorare nel 1991 Pietro Grasso, attuale presidente del Senato: in un incontro con il giornalista Giovanni Bianconi, racconta una stagione travagliata della storia d’Italia (piazza Castello - ore 11.15).

Con «L’albero delle bugie», la scrittrice inglese Frances Hardinge ha vinto il prestigioso Costa Book Award 2015, assegnato per la prima volta a un libro per ragazzi. Dei suoi romanzi intesi e magnetici ne parla con Vera Salton, libraia e antropologa (cortile dell’Archivio di Stato - ore 11.30). La grande abilità di narratore dello scrittore statunitense George Saunders colpisce ancora con il romanzo «Lincoln nel Bardo» che prende spunto da eventi storici come la Guerra civile americana e la morte prematura del figlio di Lincoln. Con Saunders dialoga Marco Malvaldi (palazzo San Sebastiano - ore 16). C’è anche Antonio Manzini con il suo vicequestore Rocco Schiavone a Mantova: con lui Marco Giallini, l’attore che lo interpreta sul piccolo schermo. «Roma-Aosta solo andata» è il titolo dell’appuntamento (piazza Castello - ore 18.30).

La saga del capitano Alatriste irrompe sulla scena del Festivaletteratura con un evento dal titolo «Ogni romanzo è una nuova battaglia»: protagonista lo scrittore spagnolo Arturo Pérez-Reverte (palazzo San Sebastiano - ore 21.15). Da non perdere sabato 9 settembre l’incontro con la giallista californiana Elizabeth George, divenuta famosa nel 1988 con «E liberaci dal padre». Per la prima volta ospite a Mantova, la scrittrice parlerà dell’intenso studio necessario alla stesura di un romanzo giallo insieme a Carlo Lucarelli (piazza Castello - ore 16). La montagna è una musa instancabile: lo sa bene Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 con «Le otto montagne», intensa storia di amicizia e riavvicinamento tra padre e figlio proprio grazie all’amore per la montagna (palazzo San Sebastiano - ore 17). «Io mi faccio ispirare dalle donne normali come le mie amiche o le signore che incontro al supermercato: sono diversissime ma nella quotidianità esprimono fragilità e forza allo stesso tempo»: parola di Elizabeth Strout, affezionata frequentatrice del Festival e autrice del recentissimo «Tutto è possibile». A conversare con lei Lella Costa (piazza Castello - ore 18.30). Tra gli eventi di domenica 10 settembre «Vent’anni di libri e chiacchiere insieme» che racconta l’amicizia tra Loriano Macchiavelli e Francesco Guccini nata in una Bologna delle osterie, delle contestazioni e piena di fermento culturale giovanile (piazza Castello - ore 16). Si annuncia di grande interesse anche l’incontro con un autore di razza come Richard Mason («Anime alla deriva») che parla degli «opportunisti di Cape Town» con il giornalista Massimo Vincenzi (palazzo San Sebastiano - ore 17). La chiusura del Festivaletteratura sarà affidata allo scrittore cinese Yu Hua, più volte candidato al Premio Nobel e considerato uno dei maggiori rappresentati della letteratura contemporanea del suo Paese. Nei suoi romanzi («Vivere», «Brothers» e «Cronache di un venditore di sangue») descrive, in maniera spietata, una Cina dalle tante contraddizioni ed eccessi. Lo intervista il giornalista Marco Del Corona. Il programma completo su www.festivaletteratura.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: è grave

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

2commenti

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due feriti

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

Polesine Zibello

Vuole i soldi per la dose e minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

tg parma

Punta un'arma contro la fidanzata del figlio: paura in via Rezzonico Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

5commenti

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

tragedia

Morto bimbo di 4 anni ricoverato Modena, cause da chiarire

tifosi violenti

Champions, la polizia inglese conferma: arrestati due romani per tentato omicidio

2commenti

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

NAPOLI

Scheletro di bimbo negli scavi di Pompei. Il direttore: "Grande scoperta"

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento