16°

28°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Una confezione di uova

Ricevi gratis le news
2

di Marta Silvi Bergamaschi

Ho comprato le uova. Una piccola 
confezione: quattro. Vivo sola. Parca nel cibo. Invecchieranno di certo le mie uova. Le depongo con cura nella borsa maculata e m’avvio nella mattina ancora acerba (sono le nove) con profumi delicati di vaniglia che provengono da chissà dove. Vorrei la mattina durasse a lungo: mi dà sensazioni di letizia, è percorsa da persone semplici, immerse in una trasparenza di luce. La mattina, tenera come un fiato, scivola in me e dipana il gomitolo gonfio, pesante che è la malinconia. Sono a casa: tolgo le uova dalla confezione di cartone per deporle nel frigo. Il quarto uovo mi resta sul palmo della mano, qualcosa di scuro mi avverte che sul guscio…mio dio…non può essere…Sul guscio sono dipinte tre piccole viole. Le viole della mia infanzia, lì, sulla veste di seta di un uovo. Tre dolcissimi fiori, le viole  degli orti antichi, degli argini inesplorati, lontanissime. Eccole, sono tornate. Il cuore mi batte, mi manca il respiro. Vado in soggiorno, mi seggo sul divano. Sul palmo della mano giace l’uovo. Un qualcosa di surreale mi avvolge. E mi turba. Devo fare un gesto normale, allungare un dito: toccare le viole. Sono veramente dipinte. La materia pare muoversi sotto l’indice della mano destra. Accarezzo i petali, lo stelo lungo e sottile. L’emozione mi stringe la gola: emozione e mistero. E mi trovo sola lungo una strada di campagna, bianca di polvere. Ai lati della strada un fosso asciutto. Una minuscola nube di moscerini danza impazzita. E’ una  mite mattina. Un timido sole rosa riposa all’orizzonte. E’ forse primavera? Lungo il fosso una macchia rossa, immobile e curva, m’incuriosisce. Non capisco, non vedo. Sono una ragazzetta felice lungo una bianca strada. Perché devo osservare? Chi? La macchia rossa è un bambino. Otto, nove anni? Più piccolo di me. I prossimi saranno quattordici. E’ un bambino. E che cosa me ne importa? Invece mi avvicino. Alza la testa ricciuta, bionda, occhi scuri, severi, labbra sottili e pallide, pallido il volto magro, triangolare. Eppure è bello; una bellezza scontrosa. –E tu, dice, che cosa vuoi?- 
-Proprio nulla,- rispondo. 
–Allora vattene via che io devo mangiare. Tu hai già mangiato, eh?- 
-E che cosa mangi,- chiedo. 
–Le viole. Eccole.- Toglie dalla tasca un mazzetto di viole. 
–Smettila, dico, le viole non si 
mangiano.- 
-Sono dolciamarognole: si mangiano sì, quando la fame morde come un cane furioso. - Io taccio un attimo. Non mi muovo. Quindi parlo, come se parlare fosse necessario. 
–E tu chi sei con quel maglione rosso.- 
-Che cosa te ne importa?- 
-Me ne importa- -Bugiarda. Non te ne importa un fico secco.- 
-Me ne importa e se non ci credi sai che faccio? Ti mando al diavolo insieme con le tue viole.- 
-Lo sapevo: e io ci vado. Tutti così, voi che avete la pancia piena.- Si alza, mi fissa con le mani sui fianchi magri, sputa nel fosso, con un salto è dall’altra parte, nel campo coltivato a granoturco, corre come una lepre, sparisce. –Torna, urlo nel vasto silenzio della campagna, torna, torna.- Mi ritrovo sul divano e un disagio interiore mi devasta. Torna, sussurro. Quanto tempo è trascorso da allora? Che significato possono avere le viole dipinte sull’uovo? Un caso. Le sorprese ambigue, deliranti che la vita regala. Egoismo e rimorso? La vita è troppo spesso ingiusta con la sua perfida astuzia. Devo assolutamente tornare in me stessa. Riavere accanto la mia malinconia. Rifiuto segni improbabili. I segni sono dappertutto: nel mondo che frettolosamente è cambiato, ma ancora soffre la fame, nella sofferenza dei bambini e nella spudorata avidità dei potenti. Occorrerebbe soltanto aiutarci e preparare per ognuno una bianca serena strada: soprattutto per coloro che posseggono soltanto un maglione rosso. L’uovo trema nella mia mano. Lo conserverò con le sue tre violette dipinte forse da un ragazzo poeta. Lo conserverò per non dimenticare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    05 Febbraio @ 11.56

    Ci scriva all'indirizzo mail: sito@gazzettadiparma.net , specificando nell'oggetto "racconto per Scaffale Parma". Grazie

    Rispondi

  • giovanni

    05 Febbraio @ 11.11

    come si fa ad inviare un racconto?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"