12°

24°

Arte-Cultura

C'era una volta dal '27 al '45

C'era una volta dal '27 al '45
Ricevi gratis le news
0

di Lisa Oppici
Documenti d’archivio, libri, opuscoli, oggettistica di vario genere, filmati d’epoca, ma anche progetti, addirittura un piano regolatore, moltissimi manifesti. E altro ancora. Tanti tasselli della storia di Parma dal 1927 alla fine della guerra, ultima tappa del percorso di mostre documentarie sull'Italia post-unitaria realizzato dall’Istituzione Biblioteche del Comune e dall’Assessorato alla Cultura a partire dal 2005. L’ultimo tratto del viaggio si chiama «Storia di ieri. Parma dal regime fascista alla Liberazione 1927-1945»: la mostra sarà inaugurata domani  alle 17 a Palazzo Pigorini, dove resterà aperta (con ingresso libero) da domenica al 27 marzo. È una mostra articolata, forse più complessa e più difficilmente sintetizzabile delle precedenti, già nel suo contenere una sorta di bipolarismo di fondo: non un tema e un’immagine simbolo ma due grossi fuochi di una sorta di elisse. Da una parte il regime, il suo apice e poi il suo crollo, dall’altra «l'antiregime», attraverso una linea che porta alla Resistenza e alla Liberazione. Dall’arte alla storia politica, dall’urbanistica alla musica, dall’economia alla letteratura, dalla religione allo sport: macro argomenti trattati nei saggi del catalogo pubblicato da Diabasis (tra le firme Fiorenzo Sicuri, Giancarlo Gonizzi, Anna Mavilla, Paolo Briganti, Elena Dundovich - che racconta il Picelli russo sulla base dei documenti d’archivio della Terza Internazionale - Margherita Becchetti, Stefano Magagnoli, Ubaldo Delsante, Paolo Trionfini, Marco Capra, Filippo Ferrari) e poi «declinati» nel corso dell’esposizione. Tanti temi, tanti «specchi» attraverso cui guardarsi. E se tutto merita attenzione, ciò che forse più attrae sono le trasformazioni urbane (dal risanamento dell’Oltretorrente al nuovo «Ponte Dux», ora Ponte di mezzo, dalla Casa del Balilla di viale Rustici al rifacimento di via Mazzini, alla Mostra delle conserve al Parco ducale), i progetti di edifici che ancora oggi viviamo nel quotidiano, lo stesso piano regolatore del 1934, come anche tutta la sezione dedicata a manifesti e fogli volanti, a comporre una galleria che da sola racconta molto. «È il primo tentativo di entrare nel merito di un periodo che è stato pochissimo studiato, se non per il 1943-45 e comunque solo sul versante dell’antifascismo - spiega il direttore scientifico, Fiorenzo Sicuri -. La base documentaria su cui costruire un ragionamento approfondito è abbastanza ridotta, essendo lo studio di quell'epoca reso difficile dalla distruzione degli archivi, ma noi ci abbiamo provato. Dopo il 1945 pochissimi e poche volte si sono inoltrati in questi temi, come se ci fosse stato un tacito patto per stendere una coltre su quel periodo. Adesso credo proprio che sia arrivato il momento di parlarne: su scala nazionale le ricerche sono vastissime, i tempi sono maturi anche per Parma. Io spero che questo possa essere un punto di partenza». «È una mostra che grazie allo sforzo dei ricercatori farà emergere aspetti anche innovativi rispetto alla ''vulgata''. Ad esempio il tema di come anche per Parma la fase culminante del regime, connessa all’impero, avesse effettivamente raccolto un consenso amplissimo», dice il direttore dell’Istituzione Biblioteche Luciano Mazzoni, che aggiunge: «L'operazione storica non è un mestiere che si può ritenere assolto in quanto tale dagli ''addetti ai lavori'', ma richiede soprattutto uno sforzo particolare della comunità: perché solo riattivando e rivitalizzando la memoria la comunità concepisce meglio il suo passato e magari riesce a vedere con maggiore chiarezza anche la sua prospettiva». Alla mostra è abbinato anche un quaderno didattico, realizzato in collaborazione con la Cooperativa L’Argonauta con l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea. 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

anteprima gazzetta

Bimba di dieci anni, da Bari salvata al Maggiore dopo mesi da incubo Video

ARTE

"Il Terzo Giorno" porte aperte al Palazzo del Governatore Fotogallery

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

16commenti

METEO

Anticipo d'estate, caldo anomalo in mezza Europa

Temperature da inizio giugno a Nord, picchi di 27-28 gradi

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

22commenti

ASSEMBLEA

Parmalat: Bernier conferma i target 2018. Scontro con il fondo Amber

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

la foto

Intervento dei vigili dei fuoco in via Mantova

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

Brescia

Bimbo di 4 anni muore investito dalla mamma

Parco d'Abruzzo

Un orso muore durante la cattura e si riapre la polemica

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

Musica

Nessun colpevole per la morte di Prince

MOBILITA'

Auto senza pilota: parte anche in Italia la sperimentazione

MOTORI

MOTORI

Audi e le altre: la Design week a quattro ruote

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti