13°

28°

Arte-Cultura

La lezione di Armando Marchi: farsi domande e capire gli altri

La lezione di Armando Marchi: farsi domande e capire gli altri
Ricevi gratis le news
0

 Augusto Schianchi

Armando Marchi è stato un intellettuale trasversale. E il suo libro di saggi pubblicato postumo, «Il dragomanno e il dilemma del senso»,  lo dimostra ampiamente. Con una vocazione intima per la filosofia (ma i meccanismi della carriera accademica sono spietati), Marchi è stato dirigente editoriale ed esaurita quell’esperienza, è poi diventato manager di una grande impresa industriale. I saggi raccolti riflettono questa duplice esperienza; rimbalzano dalle risorse umane ai cambiamenti organizzativi, con un grande fattore comune: l’attenzione alle persone.  Sullo sfondo il sogno olivettiano dell’impresa come comunità, e la Barilla, con le sue radici affondate nella tradizione di un cibo che si è fatto cultura, impegnata nell’esplorazione di un futuro nel quale esserci (per usare l’espressione heideggeriana più amata da Armando). I saggi scaturiscono dalle diverse esperienze professionali e dai contesti in cui Armando si è trovato, per l’appunto, ad esserci; il filo di lettura non può essere costituito dalla ricerca di un’assoluta coerenza rispetto ad uno sguardo immutabile.
 La coerenza nell’esposizione va ricercata nell’autenticità dello sguardo, e questo è ancor più vero per Armando, nella continuità del suo interrogarsi. In questo risiede non solo il filo dei suoi scritti, ma il senso compiuto della sua biografia intellettuale e anche personale.  
Il suo sguardo rivelava un’inquietudine profonda, nella ricerca di una comprensione del mondo che andasse sempre oltre le apparenze di motivazione semplici ed immediate. Alla presentazione di questo libro, Guido Barilla ha detto: «Abbiamo dialogato per anni con Armando; spesso avevamo la percezione che Lui non capisse la dinamica della vita aziendale. Ma Lui aiutava noi a capire noi stessi». Ogni commento ulteriore sarebbe superfluo. Armando rilanciava sempre con nuove domande, senza mai pervenire alla tranquillità di un approdo. E’ evidente che questo approccio «è incompatibile» con la necessità di decisioni da parte dell’impresa. D’altra parte, proprio di questo l’impresa ha bisogno se vuole «cambiare per esserci». Parafrasando Saint-Exupèry, Marchi è stato un fertile creatore di cultura, non vendendo libri, ma diffondendo un’insopprimibile passione per non smettere mai di farsi domande. 
Il dragomanno e il dilemma del senso. Scritti editi e inediti
Guerini e Associati, pag. 20320,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, nel mirino sponsorizzazioni a squadra di basket parmigiana

16 indagati e sequestro per 25 milioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

decreto sicurezza

Salvini: "Via tutti i campi rom entro fine legislatura"

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

2commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno