16°

28°

cultura

Storia del '900: Personalità che hanno rifondato il Paese

In «Da Murri a Zaccagnini» lo storico parmigiano Giorgio Campanini offre un quadro del ruolo giocato dai cattolici della regione nell’antifascismo e nella rinascita democratica

Storia del '900: Personalità che hanno rifondato il Paese
Ricevi gratis le news
0

«Da Murri a Zaccagnini». E’ il titolo dell’ultima fatica letteraria di Giorgio Campanini, sociologo e storico parmigiano, che racconta la Chiesa e il movimento cattolico nell’Emilia Romagna del ‘900 attraverso i suoi protagonisti. Edito da Diabasis, il volume, di 244 pagine, offre un quadro di insieme dell’importante ruolo giocato dai laici cattolici nell’antifascismo e nella rinascita democratica del nostro Paese.

Campanini si sofferma su importanti personalità come Giuseppe Dossetti, Francesco Luigi Ferrari, il parmigiano Giuseppe Micheli, Benigno Zaccagnini, don Zeno Saltini (fondatore di “Nomadelfia”), il tutto sullo sfondo dell’impulso al rinnovamento della Chiesa offerto da Romolo Murri, marchigiano ma attivamente operante anche in Romagna. In particolare, il capitolo relativo a don Saltini mette in luce il carattere utopico di Nomadelfia, la comunità che si trova nelle vicinanze di Grosseto da lui fondata nel ‘48. In questa realtà la proprietà privata non esiste e si vive seguendo le orme delle prime comunità cristiane. Ad esempio, la famiglia tradizionale è sostituita da un tipo di famiglia comunitaria estesa, non legata ai soli vincoli di sangue. Secondo Campanini, il senso complessivo di Nomadelfia è da racchiudersi nel «tentativo di creare le premesse di una nuova società attraverso il superamento della proprietà privata e, insieme, della famiglia “borghese”. Non a caso la Costituzione di Nomadelfia afferma che i suoi cittadini “non posseggono beni a qualsiasi titolo e di qualsiasi natura”».

Nel libro è inoltre riportato uno scritto unico nel suo genere. Si tratta del «Documento programmatico dei cattolici nella Resistenza sull’Appennino Parmense» (uno dei più significativi tra quelli elaborati negli anni intercorsi tra la caduta del regime fascista e l’avvento della Repubblica) scritto da Achille Pellizzari, importante esponente della Resistenza - nome di battaglia «Poe»- che guidò la lotta partigiana sulle montagne parmensi. Il documento, come scrive Campanini, «appare di notevole interesse soprattutto per le sue aperture in campo sociale (si vedano, in particolare, i cenni sulla partecipazione operaia alla gestione dell’impresa e sull’accesso dei contadini alla proprietà della terra)». Significativa anche la forte ispirazione etica del documento, «insieme con la presa di posizione per la salvaguardia del Concordato – aggiunge Campanini – nonché l’opzione per un bicameralismo fondato su una camera elettiva e su una seconda, il senato, espressione dei corpi sociali». Più in generale, dall’analisi storica compiuta da Campanini emerge che il movimento cattolico nella nostra regione si è caratterizzato per l’essere fortemente progressista e laico. «E’ una costante – scrive Campanini- lungo il vasto arco che va dalla Piacenza di Scalabrini alla San Marino di Romolo Murri, il rifiuto del clericalismo e, conseguentemente, la rivendicazione di uno spazio di autonomia ai laici. Ma un altro “filo rosso” che lega fra loro le esperienze condotte localmente dai cattolici emiliano-romagnoli è rappresentato dalla forte e persistente ansia riformatrice». «Non sono certo mancati in regione i cattolici fortemente legati alla tradizione e inclini al conservatorismo –prosegue – ma l’anima profonda del movimento cattolico dell’Emilia Romagna è stata socialmente aperta e avanzata». L’autore riflette anche sul futuro del movimento cattolico. Quello del Novecento si è caratterizzato per la varietà e, a volte, contraddittorietà delle esperienze vissute. Quella del XXI secolo, secondo Campanini, «potrebbe e dovrebbe essere la stagione propizia per la stesura di un profilo unitario, favorito dall’ormai lunga e consolidata esperienza unitaria della regione Emilia Romagna. Ma sarà, questa, un’altra storia da scrivere».
«Da Murri a Zaccagnini» di Giorgio Campanini ed. Diabasis, 244 pagg., 18 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"