19°

Arte-Cultura

Eterna suggestione di un fiume

Eterna suggestione di un fiume
Ricevi gratis le news
0

Tiziano Marcheselli
«Taro: eterna suggestione» è il titolo della impegnativa mostra personale di Claudio Cesari a Giarola; e possiede una duplice importanza, perché la mostra è di grandi dimensioni e di notevole qualità e perché inaugura il salone dell’Ente Parco, luogo adattissimo per personali e raccolte a tema (in maggio è già in programma la ricca collettiva «Personaggi, storia e ambiente del Taro», con una cinquantina di opere di una ventina di artisti parmigiani, scelti dal circolo culturale «Il Colle» di Collecchio, diretto da Daniele Ferrari).
Così, l’inaugurazione «col botto» c’è stata il 2 aprile, attraverso i 51 grandi dipinti di Cesari, questo pittore che non finisce di sorprendere, realizzando un’arte semplice ma non banale, a volte prettamente figurativa e a volte con aperture astratte, usando materiali vari, tra carte, oli, acrilici, spruzzi, collanti, spessori vari, ma possedendo l’abilità, pur tra le svariate esperienze, di restare sempre se stesso e riconoscibile.
E il filo, robusto e affascinante, per riunire tutte queste creazioni intellettuali e materiali è senza dubbio il vecchio a familiare Taro, quello della traduzione celtica di impetuoso e turbolento, quello della poesia sottile dei fiori e degli uccelli che vivono nel greto, quello delle enormi e minuziose battaglie di Amos Nattini, delle piccole tavolette estemporanee di Alberto Cattani, delle invenzioni legnose coraggiose di Attilio Marchetti, dei ricordi ovattati di Vincenzo Vernizzi e dei sogni appena accennati e poi liquefatti di Franco Bia.
E poi, ovviamente, il Taro rappresenta la «colonna visiva» di tutta la vita d’artista di Claudio Cesari, ormai non più soltanto pittore, ma inventore di immagini anche concrete, oltre che cantore degli angoli più romantici e suggestivi del fiume.
Se Glauco Lombardi è stato definito «l’ultimo amante di Maria Luigia», probabilmente Cesari si potrebbe definire «l’ultimo innamorato del Taro». Ha cominciato con una serie di deliziosi acquerelli, alcuni dei quali illustrano il bel volume di poesie della moglie Miranda Amoretti; poi ci sono stati i grandi affreschi padani, con larghe vedute orizzontali e colori impegnativi, che seguivano con cura le ore e le stagioni; quindi, il disegno e il colore si sono evoluti, trasformati, reinventati, arrivando a conquistarsi una dimensione nuova, fatta di materia pulsante e sovrapposta, di rilievi che anche il fiume ha conosciuto, nel suo scendere improvviso, magari recando con sé frammenti di vita e di paesaggio.
Alcuni di questi «quadri-testimonianze» sono già stati esposti con successo lo scorso anno nell’antologica di Cesari al Palazzetto Eucherio Sanvitale nel Parco Ducale, con l'organizzazione del'Assessorato alla cultura del  Comune di Parma.
Ma per questa impegnativa e insolita personale Cesari ha voluto fornire un ritratto completo dell’amato fiume (o torrente?): ha realizzato, per l’inizio della mostra, grandi opere figurative, che trasudano poesia a tutti i livelli, composte mediante toni dolci e luci che diventano colore. Poi, una lenta trasformazione, che definirei maturazione culturale, attraverso il paesaggio che si essenzializza e i toni che si mescolano e, lancinanti, aggrediscono il fruitore, mantenendo tuttavia un rapporto elegante e affettuoso col passato.
Anche questo è il fiume Taro, con le sue scoperte e i suoi misteri. E solo gente come Claudio Cesari riesce a goderne tutto il fascino, magari tra una pennellata impressionista, un grumo astratto di colore e un metallo o una plastica riportati in vita. La vita di un corso d’acqua, diventato nel tempo un confidente, un ispiratore, un attimo di pausa, un dolce amico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno