18°

28°

Arte-Cultura

Il Premio Pen Club in pericolo

Il Premio Pen Club in pericolo
Ricevi gratis le news
1

Il premio Pen Club  è uno dei più prestigiosi e importanti riconoscimenti a cui possa ambire uno scrittore italiano. Da ventuno anni la  manifestazione letteraria si tiene nel suggestivo borgo di  Compiano. Ma, proprio mentre viene votata una straordinaria cinquina per l’edizione del 2011 (in finale i narratori Sandro Veronesi, con «XY», e Simonetta Agnello Hornby, con «La monaca», i poeti Giorgio Barberi Squarotti, con «I sambuchi di San Sebastiano», e Valentino Zeichen, con«Aforismi d'autunno», e  il saggista Roberto De Mattei,  con «Il Concilio Vaticano II») «il Comune valtarese annuncia di non poter firmare la convenzione per mancanza di fondi. Si profila il trasferimento forzato della manifestazione, bloccata a due mesi dall’evento» spiega  Lucio Lami, giornalista e scrittore, presidente onorario del Pen Club Italia e fondatore del premio.
Come ogni anno, facciamo il punto della vigilia sul premio letterario. A quel che sembra, siamo in allarme rosso. Come mai?
La situazione è vergognosa ma semplice. Il Premio è finanziato dal Pen per la parte organizzativa, tramite i suoi sponsor (Unione Parmense degli Industriali e Banca Cariparma) e dal Comune di Compiano per la parte accoglienza, attraverso i finanziamenti istituzionali. Quest’anno il Comune sostiene che gli sono stati decurtati gli aiuti del 50 per cento, cosa che gli impedisce di firmare la convenzione annuale. E’ la solita insipienza di chi dovrebbe sostenere la cultura ma, al primo cenno di raffreddore sull’economia, opera i tagli maggiori sempre lì, sulla cultura, la quale, evidentemente, è per molti un optional di poco conto.
Dobbiamo dedurre che il Premio non si farà?
Il premio si farà, ma a poche settimane dalla data programmata, il 27 agosto, non sappiamo ancora dove. Col Comune la convenzione annuale è scaduta e non ci è stata rinnovata. Compiano è un luogo carico di storia che ha offerto alla Regione il più importante premio letterario dell’Emilia e uno dei tre o quattro più importanti d'Italia, ma non può essere abbandonato così. Oltretutto, quest’inverno, ha subito il crollo di trenta metri di mura storiche e a tutt’oggi non si sa se e quando il governo si degnerà di far fronte al disastro. Da parte nostra, a causa dei ponteggi per bloccare la frana, che riducono la viabilità, non siamo in grado di trasferire al castello le sedici grandi sculture di Dorino Ouvrier previste per la consueta mostra d’arte. Ci vorrebbero delle gru, il cui impiego è costosissimo.
Come mai solo ora date l’allarme?
Perché solo ora siamo stati informati che l’abituale convenzione col Comune non viene firmata... Una situazione paradossale per la quale dovrebbe esserci una vera sollevazione del mondo culturale, mentre a Compiano la caduta delle «mura di Gerico» assurge a simbolo della crisi della cultura italiana in genere ed emiliana in particolare.  Nel frattempo, il Pen ha continuato a lavorare, organizzando le votazioni per la scelta della cinquina, mettendo all’opera l’ufficio stampa, preparando la promozione e i manifesti, selezionando le sculture per la mostra dell’artista valdostano Ouvrier , ingaggiando per il concerto artiste fuoriclasse come il soprano Joo Cho (sudcoreana) e l’arpista Paola Cavedon del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano...
Ci parli della cinquina…
Come al solito è strepitosamente in  controtendenza.  Hanno ottenuto il massimo di voti due esponenti raffinati della narrativa: Sandro Veronesi e Simonetta Agnello Hornby, due poeti, Giorgio Barberi Squarotti e Valentino Zeichen e un saggista, Roberto De Mattei, vicepresidente del CNR e discusso storico del Concilio Vaticano II. Gli editori sono: Feltrinelli, Oedipus, Lindau, Fandango e Fazi. Mancano i grandi monopolisti dei premi commerciali, cosa che conferma la fama del Pen come «antipremio».
Come mai avete anticipato la data all’ultimo sabato di agosto?
Perché il primo sabato di settembre vedeva ormai affastellati il Campiello, Mantova e una decina di altre manifestazioni.
Se la situazione resta bloccata, dove pensate di celebrare il Premio?
Francamente non ne ho idea: è troppo tardi per scegliere una nuova sede. Probabilmente ci limiteremmo a trasferirci nella nostra sede di Milano. Abbiamo pochi giorni per decidere, dopo esserci battuti per più di vent’anni a favore di Compiano, della Provincia di Parma, della Regione Emilia-Romagna. E ora il territorio di Parma rischia di perdere un appuntamento di grande interesse nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rosanna lupi

    27 Agosto @ 10.44

    Auguro tutta la fortuna possibile: al Premio, agli organizzatori, alla giuria e al suo Presidente! Purtroppo sono momenti bui per la cultura, quella autentica, quella onesta , e in un paese civile come il nostro, in cui la cultura e la poesia sono bandiere grandi da sventolare nel mondo, dobbiamo tenere alta la testa e il bene universale che ci accomuna! Da noi, in Versilia, il Comune di Camaiore ha rinviato al 2012 il glorioso Premio Camaiore di poesia . Una tristissima battuta d'arresto a trenta anni dalla nascita 1981/2011, ma la forza del 'Camaiore' auspico che riuscirà a superarla. Grazie dell'ospitalità. Cordialità Rosanna Lupi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"