17°

28°

Arte-Cultura

Vasari, genio multiforme

Vasari, genio multiforme
Ricevi gratis le news
0

Pier Paolo Mendogni

Firenze celebra i cinquecento anni della nascita di Giorgio Vasari (1511 - 1574) con una mostra spettacolare, multimediale, dalle molteplici sfaccettature come del resto era il geniale personaggio: architetto, pittore, scrittore; il primo a delineare una storia dell’arte italiana attraverso la vita di pittori e scultori: un testo fondamentale che ha influenzato tutta la critica successiva. E la rassegna si tiene nella Galleria degli Uffizi, da lui progettata e realizzata, che diventa il fulcro dell’esposizione (aperta fino al 30 ottobre) intitolata «Vasari, gli Uffizi, il Duca», curata da Claudia Conforti, Francesca Funis, Antonio Godoli e Francesca de Luca insieme al ricchissimo catalogo edito dalla Giunti con significative immagini, approfonditi saggi e utili apparati. La fondazione degli Uffizi (1559-60) - che ospitavano gli uffici delle Magistrature, ossia delle Arti (mercanti, cambisti, medici....) - è il filo conduttore di un percorso vario e sorprendente nel quale i dipinti dei maggiori artisti del tempo, gli arazzi, le sculture, i disegni si integrano con proiezioni di affreschi vasariani (nel soffitto delle prime sale), di modelli raffrontati e della illuminante ricostruzione virtuale delle varie fasi dell’edificazione degli Uffizi che con la lunga piazza porticata hanno impresso alla città il segno visibile del potere di Cosimo I dè Medici (1519-1574; duca dal 1537 e granduca dal 1569) saldando le residenze di Palazzo Pitti e Palazzo Vecchio, le cui sale sono state rinnovate dall’aretino e affrescate con le glorie del duca e della sua dinastia. I protagonisti accolgono i visitatori nella prima stanza. Cosimo è rappresentato da Benvenuto Cellini con un busto di bronzo: ha lo sguardo fiero dell’eroe in un viso dalle fattezza naturalistiche e la decorazione della corazza è un brano di raffinato virtuosismo orafo. Giorgio Vasari è ritratto più anziano, sulla sessantina, col pennello in mano e un disegno d’architettura; è ritornato da Roma, dove aveva fatto una notevole esperienza al fianco di Michelangelo, a Firenze nel 1554 mettendosi al servizio del duca che aveva per lui un’immensa stima e un grandioso arazzo fiorentino seicentesco rievoca la scena della presentazione a Cosimo I da parte del Vasari del progetto per l’ampliamento di Palazzo Vecchio e la nuova fabbrica degli Uffizi. A Corte il rapido successo dell’aretino non era accolto benevolmente da tutti e specialmente da Benvenuto Cellini di cui è esposto il «Levriero Saluki» in bronzo; lo affiancano diversi artisti contemporanei tra cui il Pontormo e il Bronzino con due efficacissimi ritratti, gli scultori Baccio Bandinelli, Pierino da Vinci, il Tribolo (con un simpatico Putto), mentre il Salviati ha disegnato il cartone per l’arazzo con l’Ecce Homo tessuto da Karcher. Il Vasari era di casa a Corte anche prima di trasferirsi a Roma come documenta l’esecuzione dello splendido ritratto di Lorenzo il Magnifico, commissionatogli da Ottaviano dè Medici e la cui complessa iconografia fu forse suggerita da Paolo Giovio. Al periodo romano appartiene invece la plastica «Pietà» che ricorda i modi di Sebastiano del Piombo col corpo esanime del Cristo in primo piano mentre sullo sfondo le montagne sono scosse dal terremoto. I manieristici contorcimenti delle allegoriche figure femminili caratterizzano la sottile «Immacolata Concezione» che schiaccia il demonio mentre i personaggi della «Resurrezione» hanno una volumetria michelangiolesca compreso il luminoso Cristo che si torce all’indietro. Nel frattempo a Firenze lo scultore più caro a Cosimo I è diventato Bartolomeo Ammannati il cui monumentale «Marte» di bronzo avanza con passo elastico e i muscoli tesi del torace. Lo stesso Ammannati, che è pure architetto, ha proposto un’alternativa con serliane al lineare colonnato vasariano che ritroviamo nella testa verso l’Arno, sovrastata dall’arme del duca con le allegorie dell’Equità e della Ragione di Vincenzo Danti, messe a fuoco con una geniale «fessura» ottica lungo il percorso. I modelli che possono avere ispirato Vasari nella concatenazione modulare degli Uffizi si possono rintracciare in diversi dipinti con sfondi architettonici: i portici della «Adorazione dei Magi» di Pontormo, la bicromia degli edifici del superbo «Ritratto di Bartolomeo Panciatichi» del Bronzino, la complessità degli elementi della «Madonna col Bambino e S. Anna» di Antonio di Donnino del Mazziere.L'originaria funzione degli Uffizi di sede ufficiale delle varie arti (corporazioni) viene ricordata dalle imponenti porte lignee con conici chiodi sporgenti, intagli con vari motivi, stemmi. La scenografica piazza porticata è stata riprodotta, talvolta con interpretazioni personali, da vari pittori tra cui Giambattista Tiepolo, Giovanni Battista Naldini, Federico Zuccari ed è stata ripresa in numerosi film di successo di cui vengono proiettate alcune sequenze. Finale dedicato al Vasari scrittore, disegnato da Livio Mehus (1665) mentre «assistito dalla Pittua scrive le Vite dè pittori»: la prima edizione, attesissima, è uscita a Firenze nel 1550, seguita dalla modificata edizione «appresso i Giunti» del 1568, anno in cui su suo disegno veniva realizzato il meraviglioso, maestoso ciborio ligneo dorato e dipinto per la Basilica di Santa Croce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette

Harvey Weinstein

molestie e violenza

Weinstein lascia la stazione di Polizia in manette Video

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

In manette la banda delle fogne: voleva fare il bis

Carabinieri

In manette la banda delle fogne: voleva fare il bis

Violenze alla materna

Una mamma: «In un video ho visto mio figlio maltrattato»

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

CARABINIERI

Traffico di droga: sequestrati beni per 500mila euro a un 45enne agli arresti domiciliari a Parma

Leonardo Losito, pregiudicato, è accusato di essere l'organizzatore di un traffico di droga nella zona di Andria, in Puglia

Arbitri

Clara e Alberto, due generazioni con il fischietto

FIDENZA

Camion perde una barriera «new jersey», tragedia sfiorata

VIA CALATAFIMI

Rubata la borsa lasciata in auto: dentro un tablet e 300 euro

MALTRATTAMENTI

Insulta, picchia e minaccia la compagna con un'accetta: condannato

EVENTO

Langhirano-Parma: camminata per chiedere più sicurezza sulla Massese

Saranno lanciati in cielo dei palloncini nei punti dove furono investiti Filippo Ricotti, Giulia Demartis, Marina Tansini in Schianchi e Marco Bottazzi

CALCIO

Dai tifosi azionisti un caldo abbraccio ai gialloblù

CARCERE

Cento detenuti in più rispetto alla capienza normale

1commento

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto Video

1commento

serie A

Mercato crociato: il procuratore Raiola a Parma. Balotelli al Parma? Video

allarme

Auto in fiamme in viale Vittoria: vigili del fuoco al lavoro Gallery

anteprima gazzetta

Nel carcere, cento detenuti in più alla capienza ottimale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

1commento

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

COMO

E' morto Carlo Castagna: perse la moglie, la figlia e il nipote nella strage di Erba

sangue sulle strade

Incidente stradale: scontro auto-scooter, morto un 25enne a Reggio Emilia

SPORT

ciclismo

Impresa di Froome, nuova maglia rosa e le mani sul Giro d'Italia

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

SOCIETA'

como

Folle inversione ad U di un tir al casello Video

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv