17°

27°

Arte-Cultura

La ricerca del padre nella Milano di Maurizio Cucchi

La ricerca del padre nella Milano di Maurizio Cucchi
Ricevi gratis le news
0

Emilio Zucchi

Autobiografismo messo al servizio di un tema di interesse generale; autobiografismo come conoscenza del mondo, tramite l'attraversamento di quella parte di mondo - il proprio passato e la propria coscienza - di cui, per forza di cose,  si ha  una competenza maggiore rispetto ad altri angoli della realtà che appaiono  più significativi solo a uno sguardo superficiale; mentre, a ben vedere,  della realtà storica e sociale, e della condizione umana,  quell'intima parte di mondo reca il segno e lo stigma.   Come in poesia  così in prosa, Maurizio Cucchi, poeta sessantacinquenne tra i più celebrati e importanti della scena letteraria non solo italiana, tiene ferma la barra del propria rotta espressiva e morale  tornando al tema che ha animato la sua produzione fin dagli esordi, nel '76, con la raccolta poetica «Il disperso»: la ricerca del padre, scomparso in circostanze oscure quando l'autore era bambino. Un padre evocato con il nome di Glenn (per la somiglianza con l'attore Glenn Ford visto sullo schermo di un cinema di periferia), e che sarà il fantasma affettivo ed esistenziale aleggiante accanto alla rappresentazione di una Milano in cui il nostro tempo, tra alienazione e desolazione  qua e là interrotte da  improvvisi istanti di dimessa e fraterna tenerezza,  viene da Cucchi raffigurato con esemplare attendibilità. Cucchi non è nuovo alla narrativa, ambito nel quale ha esordito 2005 con l'atroce e bellissimo  romanzo «Il male è nelle cose» (Mondadori),  tanto  limpido nella forma quanto torbido nel contenuto, che in pagine indimenticabili raccontava lo sdoppiamento sadico di un ragazzo mite e  gentile.  A questo romanzo, ormai esaurito e purtroppo non disponibile negli Oscar, come invece meriterebbe per la sua sobriamente dolorosa dignità di vero e proprio classico, era poi seguito, nel 2007, «La traversata di Milano», raccolta di interessanti  descrizioni della metropoli lombarda di cui Cucchi è il principale cantore e interprete.  Ora, tornando appunto all'autobiografismo delle sue molte raccolte poetiche, Cucchi pubblica un romanzo-memoriale. Si intitola «La maschera ritratto» (Mondadori, pag. 14018,00) e, diversamente da «Il male è nelle cose», è un libro frammentato, ellittico, composto di brevi e talora brevissimi capitoli ondivaghi tra presente e passato, ed è scritto in prima persona.   Il titolo deriva da un'usanza in voga nella Milano settecentesca e ottocentesca, consistente nel fare scherzi indossando una maschera raffigurante qualche personaggio famoso.  Un titolo che allude al tema dell'identità, dal protagonista toccato nel corso di una narrazione che verte su una doppia ricerca: quella del padre, morto suicida nei boschi del Comasco, e quella del nonno, fascinoso catanese di cui la madre cerca da sempre notizie.
La pagine milanesi, della Milano periferica e popolare degli anni Cinquanta, sono tanto misurate, essenziali, quasi stringate, quanto intense per risonanza emotiva e delicatezza di pudore, e per sentimento di un'innocenza connaturata agli oggetti: uno fra i tanti, la Lambretta con la quale il padre porta in gita il protagonista bambino, fiero del proprio papà meccanico, che lo accarezza con le mani ruvide  e piene di tenerezza.
Il passato si alterna al presente, con la ricerca della vecchia casa in cui l'autore aveva abitato da  bambino. Accanto a lui sono adesso la moglie e alcuni amici. E' interessante, in Cucchi, anche questo senso della condivisione degli affetti.  Questo senso dell'amicizia implicito alla cose raccontate; mai dichiarato, insomma.  La madre è uno dei personaggi più forti del libro.  Un carattere non facile, nonostante i momenti di allegria. Il viaggio in Sicilia offrirà risposte  a lei e  al protagonista, anche grazie a un definitivo colpo di scena.  Romanzo  soffuso di «pietas», «La maschera ritratto» raddensa il mondo morale e poetico  di Cucchi in pagine di non comune bellezza; riuscendo, alla fine, ad essere, benché in modo anomalo, un romanzo di formazione: c'è infatti, dentro un uomo che si intuisce aver oltrepassato i sessant'anni di età, un ragazzo  che soffre e che ancora pone domande; e quell'uomo maturo gli è accanto, e gli risponde con la verità dei sentimenti,  e con la volontà di cercare qualcosa; e la sua   voce è antica e senza tempo, ed è la voce della poesia.

La maschera ritratto
   Mondadori, pag. 140, € 18,00          

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

1commento

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Teatro

Cevoli: «Il mio Rossini? Un mattacchione»

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: uno è morto

REGGIO EMILIA

Bidello di un asilo accusato di violenza su un bimbo di 4 anni

SPORT

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SERIE A

La Spal stende l'Atalanta con la doppietta dell'ex Petagna

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design